Immagini

Prossimi Concerti

Necessito HC

Tanto Di Cappello Records

IoPogo - Headbang Yourself

Gang Green

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
La Fine Del Futuro (di Carmilla On Line) Stampa
Varie
Scritto da sberla54   
Martedì 16 Settembre 2014 10:00
Post-Apocalisse
La Fine Del Futuro (di Carmilla On Line)

http://www.carmillaonline.com/2014/09/07/futuro/

Carmilla On Line - Letteratura, immaginario e cultura di opposizione

A seguire i media mainstream sembra d'essere tornati indietro di oltre un decennio: la stessa martellante propaganda adoperata ai tempi dell'invasione dell'Afghanistan e dell'Iraq replicata identica, come se non fosse gia' stata sputtanata come una tragica truffa da anni.
Stessi slogan, stessi cliche', stessa retorica, stesse menzogne. In tempi di crisi si ricicla tutto.
L'unica differenza sostanziale e' la reazione della maggioranza dell'opinione pubblica che stavolta sembra accettare l'idea della guerra con una rassegnazione quasi apatica, come qualcosa di assolutamente inevitabile.
Come se fosse gia' successo.
Sembra essere morta non solo la speranza d'un futuro diverso, ma proprio l'idea stessa di futuro.
 
Sullo Sgombero Del TeLOS (di Collettivo La Fenice) Stampa
Concerti e Comunicati
Scritto da Joel   
Lunedì 15 Settembre 2014 10:00
Sgomberato il TeLOS di Saronno
Sullo Sgombero Del TeLOS (di Collettivo La Fenice)

https://collafenice.wordpress.com/2014/09/12/sullo-sgombero-del-telos/

Collettivo La Fenice

Sul perche'

Diciamolo subito e chiaramente: che uno spazio occupato e non chiuso su se stesso ma rivolto in fuori, deciso a mettere i bastoni tra le ruote a chi aspira alla citta' dormitorio, alla citta' movida etc sia stato sgomberato non e' certamente qualcosa di cui scandalizzarsi. Se ci scandalizziamo e' per la mole di solidarieta' arrivataci in faccia in nemmeno un giorno dallo sgombero.
Il motivo dello sgombero e' di ordine pubblico: la proprieta' non sa che farsene dello stabile, non ha progetti se non fumosi ed ipotetici siti commerciali, strade e idee varie ed eventuali.
 
Plakkaggio - Toleria Stampa
PuNk4Tube
Scritto da Joel   
Domenica 14 Settembre 2014 10:00


 
Your Brain on Drugs: Marijuana Stampa
Video
Scritto da Joel   
Domenica 14 Settembre 2014 10:00


 
ZeroCalcare - I Litigi Su Internet Stampa
Fumetti
Scritto da Joel   
Sabato 13 Settembre 2014 10:00
ZeroCalcare - I Litigi Su Internet

[clicca sull'immagine per ingrandirla]

From: Zerocalcare.it
 
A Portrait Of: Bonnie Elizabeth Parker (di Enquire Mag) Stampa
Varie
Scritto da sberla54   
Venerdì 12 Settembre 2014 10:00
Bonnie Parker
A Portrait Of: Bonnie Elizabeth Parker (di Enquire Mag)

http://www.enquire.it/2014/09/11/a-portrait-of-bonnie-elizabeth-parker/

Enquire Mag

Bang bang. You shot me down. Bang bang. I hit the ground.

Louisiana, 23 Maggio 1934 ore 09:15, una coppia a bordo di una Ford, viene freddata da una squadra speciale dell'FBI con una raffica di 167 proiettili. L'uomo stringe un revolver, vicino alla donna una mitragliatrice, un panino e un pacchetto di sigarette. Lei ha 23 anni, lui 25. Lei e' Bonnie, lui Clyde, due che passeranno alla storia come una delle coppie di killer piu' famose, partner nella passione e nel crimine.

Questa e' la storia di Bonnie Elizabeth Parker, una ragazza entrata nella leggenda. Bonnie nasce il 1 Ottobre del 1910 a Rowena in Texas, seconda di tre figli. La sua e' un'onesta famiglia battista, la cui vita sociale ruota attorno alle attivita' della chiesa quando, improvvisamente, nel 1914 Henry - il padre muratore - muore e la bambina con madre e fratelli si trasferisce dai nonni materni a Cement City, un sobborgo industriale vicino a Dallas. E' una ragazzina molto carina: minuta, supera a malapena il metro e 50, capelli biondo fragola, lentiggini e occhi blu. Brava a scuola, ama scrivere poesie e leggere romanzi rosa. Sembra felice per la maggior parte del tempo, ma i suoi anni scolastici annoverano numerose scazzottate con bulli e ragazze dispettose.
 
Nessuno Puo' Portarti Un Fiore Di Pino Cacucci (di Wuz) Stampa
Libri
Scritto da sberla54   
Giovedì 11 Settembre 2014 10:00
Pino Cacucci - Nessuno Puo' Portarti Un Fiore
Nessuno Puo' Portarti Un Fiore Di Pino Cacucci (di Wuz)

http://www.wuz.it/recensione-libro/7138/Recensione-Pino-Cacucci-Nessuno-puo-portarti-fiore.html

Wuz - Il Libro Nella Rete

"Antonieta venne sepolta nel cimitero di Thiais, sulla strada per Fontainebleau, dove otto anni dopo riposera' Joseph Roth. Ma per allora, di Antonieta non restava neppure la tomba: nel 1936 scadeva la concessione e, non essendosi presentato alcun parente o persona amica a rinnovarla, i resti furono gettati nella fossa comune.

Nessuno puo' portarti un fiore, Antonieta."


L'idea di Pino Cacucci scrittore (perche' esiste anche Pino Cacucci traduttore, ma entriamo in un altro mondo), la sua individualita' rispetto al panorama dei colleghi italiani e' quella di un autore che media in modo straordinario realta' e immaginazione.
Con nonchalance inserisce riferimenti storici precisi convogliandoli in funzione della narrazione, ma senza stravolgerli. L'equilibrio tra il reale e l'immaginario resta stabile in tutta la sua produzione e diventa la sua cifra stilistica, il suo modo di farsi notare e ricordare dal lettore.

Un altro elemento centrale nella sua riconoscibilita' e' la storia del Messico.
Che sia storia contemporanea o moderna, che siano vicende legate al passato o al presente di questa nazione, il Messico e' il luogo d'eccellenza del suo immaginario.
 
Sull'Islam Non Aveva Ragione Quella "Pazza" Di Oriana Fallaci (di YOUng) Stampa
Politica
Scritto da sberla54   
Mercoledì 10 Settembre 2014 10:00
Tiziano Terzani
Sull'Islam Non Aveva Ragione Quella "Pazza" Di Oriana Fallaci (di YOUng)

http://blog.you-ng.it/2014/08/27/sullislam-non-ragione-quella-pazza-oriana-fallaci/

YOUng - The Social Paper

In risposta all'articolo "Sull'islam aveva ragione quella "pazza" di Oriana Fallaci" apparso su ilgiornale.it in data 26 Agosto 2014 (e non 1014 come potrebbe sembrare).

L'odio per l'Islam, il fallimento dell'integrazione: in queste righe sembra di leggere la cronaca di oggi.

Leggete queste righe come fossero un saggio scritto ieri, e avrete una valida analisi dei fatti di attualita' degli ultimi giorni. Ma, com'e' ovvio, le righe che seguono sono state scritte da Tiziano Terzani non in queste ore, ma in risposta ad Oriana Fallaci ed al suo articolo "La Rabbia e l'orgoglio" scritto all'indomani dell'11 Settembre del 2001, dopo l'attacco alle Torri Gemelle. Ho deciso di ripubblicare un estratto dei suoi scritti sul rapporto tra l'Islam e l'Occidente, in quanto molta gente e' ancora convinta che Oriana Fallaci avesse ragione, e che lo scontro totale debba prevalere. Il risultato e' sotto gli occhi di tutti.
 
La Strabiliante Vita E Discesa Di Andrea Dipre' (di Write And Roll Society) Stampa
Varie
Scritto da sberla54   
Martedì 09 Settembre 2014 10:00
Andrea Dipre', Foto di Giorgio Serinelli
La Strabiliante Vita E Discesa Di Andrea Dipre' (di Write And Roll Society)

hhttp://www.writeandrollsociety.com/la-strabiliante-vita-e-discesa-di-andrea-dipre/

Write And Roll Society

E' il testimone della miseria umana, l'indagatore della feccia. Signori, il Re del web e' nudo. E parla del passato ecclesiastico, l'ambizione politica, lo schifo verso i pittori, il sesso e un futuro in cui superera' ogni limite: "Dove posso trovare un cadavere?".

Prologo. Forse nemmeno Dostoevskij sarebbe mai stato capace di creare un personaggio cosi' romanzesco. Se non lo vedete guardate meglio, guardate le sfumature, i dettagli, l'anguillesca abilita' di quest'uomo: Andrea Dipre'. E' talmente falso da diventare autentico, talmente viscido da risultare coraggioso, solido. Anche nei video che fa con i maggiori casi umani della penisola c'e' ma non c'e', e' dentro ed e' fuori, e' presente ma impassibile, con quel mezzo sorriso che sembra sempre in procinto di scoppiare in una risata e invece resta li', appeso a un'espressione indecifrabile. La sua e' stata una discesa strabiliante, partita da ambienti ecclesiali, passata dalle tv cattoliche, di partito e locali, fino a scendere giu' giu' alla scoperta della miserabilita', intervistando sul web solo disperati, pornostar o escort, superando ogni morale, etica e vergogna e praticando l'unica cosa di cui gli importa, il culto di se stesso. Ora il suo canale YouTube ha 125mila iscritti, la sua pagina Facebook 204mila like. Per molti e' un personaggio riprovevole, schifoso. E lui? Se ne frega. "A me non me ne frega un cazzo, puoi scriverlo".
 
Tutti I Vantaggi Della Legalizzazione Della Cannabis In Italia (di Vice Magazine) Stampa
Varie
Scritto da sberla54   
Lunedì 08 Settembre 2014 10:00
Marijuana Crocifissa
Tutti I Vantaggi Della Legalizzazione Della Cannabis In Italia (di Vice Magazine)

http://www.vice.com/it/read/vantaggi-legalizzazione-cannabis-in-italia

Vice Magazine

Una volta, prima che il suo decreto diventasse la fantasia per carta igienica piu' richiesta d'Europa, ho intervistato il senatore Carlo Giovanardi e gli ho chiesto cosa sarebbe successo di cosi' grave se in Italia fosse stata approvata la legalizzazione della cannabis. Lui mi ha sostanzialmente descritto la trama di Essi Vivono e ha tratteggiato un sobrio scenario di intere popolazioni schiave della droga, brigantaggio, nazimaoismo e cannibalismo.

Forse per la presenza di un avvocato che demoliva ogni singola parola dell'Onorevole, forse perche' ho preso anche io la licenza media, ma stranamente conservavo ancora qualche dubbio sul fatto che la legalizzazione potesse portare numerosi benefici, legati soprattutto alla tassazione e alle possibilita' occupazionali. Ho cercato, allora, di mettere insieme una lista di quelli che sarebbero i vantaggi economici piu' immediati.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 290