Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Live Report Dropkick Murphys + Frenzal Rhomb + Roger Miret & Disasters
Dropkick Murphys + Frenzal Rhomb + Roger Miret & Disasters Stampa
Live Report
Scritto da .Wolfpack.   
Sabato 21 Febbraio 2004 20:45
LIVE REPORTAGE

Bologna,
Officine Estragon

18 Febbraio 2004

Dropkick Murphys
+ Frenzal Rhomb
+ Roger Miret & Disasters

Soggeti Coinvolti:

pakko (djherny),
jeppetto ([jApPo]),
fabione (FaBiOnE),
sberla (sberla54) e
Io (RaMoNeS_FaNaTiC)
Bene ritrovo alla stazione di Bologna, i primi che incontro sono jeppetto e fabione, avendoli gia visti li riconosco in un lampo e denoto immediatemente la chiara simpatia sessuale che jeppetto ha nei miei confronti mentre fabione pare interessato ad alcune pollastre che popolano la stazione. Dopo un po arriva il pakko anche lui l'avevo gia visto e quindi appena sceso dal treno lo becchiamo in un istante, l'istante dopo jeppetto sembra aver rivolto le sue attenzioni sessuali su di lui O_o. A questo punto manca solo sberla il quale è in ritardo di circa un'ora rispetto a ciò che aveva detto ma la sua motivazione per giustificare il ritardo non fa una grinza...ci sono cmq difficoltà a riconoscerlo in quanto nessuno di noi l'ha mai visto e infatti riusciamo a stare a 3 metri di distanza l'uno dall'altro mentre eravamo al telefono e lui astutamente viaggiava pure col cappuccio in testa.
Finalmente lo troviamo e ci incamminiamo in cerca di cibo quando a 100 metri dalla stazione incominciano a impezzarci numerosi tossici che provano subito a venderci qualsiasi tipo di sostanza, noi però, essendo persone serie rifiutiamo tutto. Ci nutriamo con un panino tranne sberla che si accontenta di gallette (rafferme???) e decidiamo di cercare la strada per raggiungere le officine Estragon, in questo caso il buon fabione tirando a caso azzecca il bus giusto, ma sbagliamo fermata e dobbiamo farci un pezzo a piedi con un freddo becco.
Giungiamo a destinazione piuttosto infreddoliti e tra mille cazzate, il biglietto costa 13 euro in piu spreco subito altri 2 euro per comprarmi una spilla e una toppa dei Dropkick Murphy's cosa che fa anche fabione.
Il pubblico inizialmente non pare molto numeroso e il posto, una novità per me e gli altri, non pare eccessivamente grande ma tutto sommato pare essere un bel posticino se escludiamo il fatto che ci sono gli sgabelli piu scomodi del mondo. Subito inizio a pensare ?finalmente un po' di gente come si deve, chiodi, creste, borchie, qualche skin? d'altronde abituato ai truzzi delle mie parti...
Ore 9 inizia il concerto il primo gruppo è Roger Miret & Disasters l'esibizione è incredibile, la prima canzone pare subito scialba sicchè ci guardiamo un po' delusi, ma finita quella non ci sarà nemmeno più il tempo di guardarci in faccia catturati dalla performance di questa band che per quanto mi riguarda è una vera e propria bella sorpresa anke perkè non avevo ascoltato nulla di loro prima d'ora. Anche il pubblico inizialmente tranquillo si lascia coinvolgere in un pogo scatenato quando la voce di Roger scandisce la ben nota Gotta Go, canzone del suo vecchio gruppo, gli Agnostic Front, a quel punto la folla è già in delirio. Purtroppo non sono riuscito a riconoscere altre canzoni di questo gruppo fatta eccezione fatta per Career Opportunity cover dei Clash. Non si capisce per quale assurdo motivo ma l'esibizione della band dura pochissimo, 20-25 minuti con 8 massimo 9 pezzi in totale e un pubblico ben soddisfatto di questa prestazione compresi tutti noi.
La seconda band a salire sul palco sono tali Frenzal Rhomb un gruppo australiano hardcore melodico - pop-punk di loro non avevo nessuna nozione nessuna canzone erano dei perfetti estranei e sinceramente sentirli live non è che mi abbia coinvolto molto. Nessuno di noi pareva gradire più di tanto, la testa era gia all'esibizione dei Dropkick Murphy's ma purtroppo dovevamo sorbirci una lunga agonia, tutta l'esibizione di questa band e in più uno stacco tra una performance e l'altra veramente troppo eccessiva, fortunatamente eravamo bene attrezzati e ce la siamo fatta passare in un modo o nell'altro ^_^.



Si spengono le luci, il pubblico comincia a gridare a squarciagola "Let's Go Murphy's", si intravedono LORO che arrivano sul palco... la rullata del batterista introduce la cornamusa che inizia a scandire le prime note di For Boston è un emozione incredibile la più fitta che avrò per tutto il concerto, il pubblico si sfracella letteralmente in un pogo scatenato veramente un pezzo assurdo eseguito alla perfezione. Da qui alla fine sarà uno spettacolo fatta eccezione per qualche pezzo in cui il pubblico sembra rilassarsi un attimo come per prendere fiato in vista delle canzoni più quotate che arriverrano tutte.
Praticamente eseguito interamente l'album Blackout tra cui ricordo in ordine sparso Walk Away, Black Velvet Away, Gonna Be A Blackout Tonight, Buried Alive, As One, Time To Go, Fields Of Athenry e Kiss Me I'm Shitfaced ma ovviamente non sono mancate le canzoni degli altri album tra cui i singoli The Gaunlet, Spicy Mchaggis Jig e 10 Years Of Service e in più ricordo altri pezzi come Barroom Hero, The Gang's All Here, Bloody Pig Pile e Caught In A Jar. Ebbene praticamente tutto il loro repertorio migliore per un concerto veramente bellissimo. Bellissima anche la performance di The Dirty Glass eseguita con una bionda incredibile...e chi l'ha vista sa di cosa parlo ^_^ ...che è arrivata proprio nel momento di maggior quiete come a risvegliare il pubblico che da quel momento non si è più risparmiato per supportare questa band che veramente mi ha lasciato a bocca aperta. Come se non bastasse a tutte queste canzoni aggiungete le ultime 2 canzoni eseguite praticamente con 30 persone sul palco in delirio a cantare con loro Boys On The Docks e l'ultima incredibile Skinhead On The MBTA.
Da segnalare che tra le 30 persone sul palco facevano bella mostra un numero spropositato di cesse perennemente a fare corna di qua e di la che ci ha fatto ridere per un paio d'ore. In conclusione un concerto stupendo e chi li ha visti in questi giorni penso potrà confermare. Mi pare inoltre doveroso spendere 2 parole per quel DIO che è il chitarrista, una cosa assurda ha saltato come un grillo per 70 minuti per tutto il palco ed è stato impeccabile come tutti del resto.
Bene concluso il concerto e ben soddisfatti rimaneva il problema del ritorno a casa e più di 3 ore da spendere prima di prendere il treno. Inizialmente si era covata l'idea di stare dentro l'Estragon fino alle 3 quando chiudeva ma la situazione stava degenerando: il pacco dilaniato ormai dormiva, sberla nel frattempo si faceva scroccare l'impossibile da una punkettina di cui l'unica cosa che ricordo era un pearcing nella parte alta del setto nasale, jeppetto e fabione a tratti sparivano o forse ero io che non li vedevo boh non lo so cmq la musica non ha consentito questa possibilità visto che dopo mezz'ora di reagge siamo scappati di corsa e ci siamo incamminati sotto la pioggia e un freddo assurdo alla ricerca della stazione con la classica sosta dal paninaro a rifocillarci.
Mentre camminavamo e soffrivamo come bestie discutevamo se il giorno dopo avessimo pensato o meno che ne fosse valsa la pena di patire così per questo concerto, beh per me sicuramente si: mi sono visto un concerto stupendo in compagnia di soggetti incredibili e mi sono divertito veramente un bordello. RaMoNeS_FaNaTiC



LET'S GO MURPHY'S
LET'S GO MURPHY'S
LET'S GO MURPHY'S

Photo By MaxRozzo
.CONDIVIDI.