Immagini

Prossimi Concerti

Necessito HC

Porrozine - Thrashing All Around (Fanzine Distro Label DIY)

Italian Thrash Attack - For Those About To Thrash

Tanto Di Cappello Records

IoPogo - Headbang Yourself

Spremiti Le Meningi

Born To Be Grind

Gang Green

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Top 100 Joomla

Clicca qui per votare
www.joomla.it
Home Articoli Racconti Mimma (In Memoria di Irma Bandiera, Partigiana ed Eroina) (di Fabio Moglia)
Mimma (In Memoria di Irma Bandiera, Partigiana ed Eroina) (di Fabio Moglia) Stampa
Racconti
Scritto da sberla54   
Martedì 09 Aprile 2013 06:00
Irma Bandiera
Mimma (In Memoria di Irma Bandiera, Partigiana ed Eroina) (di Fabio Moglia)

In memoria di Irma Bandiera, partigiana ed eroina.
Nome di battaglia: Mimma.
Bologna, 8/04/1915 - 14/08/1944


"Passeranno i morti, ma resteranno i sogni" - sussurro' Mimma.
I due camerata fascisti la trascinarono nel mezzo della strada, in modo che dalla casa si potesse vedere bene.
Il piu' giovane la prese da dietro, avvinghiandole il collo con un braccio.
Lei aveva le mani legate e non riusciva a muoverle.
Nonostante le torture di quegli interminabili giorni era ancora lucida, ma non oppose resistenza.
"Li' ci sono i tuoi genitori" - le disse l'ufficiale del plotone - non li vedrai piu', se non parli".
"Passeranno i morti, ma resteranno i sogni", sussurro' ancora Mimma.
Come una litania, lo ripeteva continuamente. Ed era un sollievo, rinnovato ogni volta.
Durante le torture, l'aveva aiutata a non cedere, a non fare i nomi dei suoi ragazzi, come lei li chiamava.
Sapeva cosa le sarebbe accaduto se l'avessero catturata, c'erano molti corpi esposti a monito nelle strade.
Ma aveva conquistato da tempo la loro fiducia, e non avrebbe mai deluso i compagni, sapeva anche questo.
"Che fatica - penso' - fargli vincere la diffidenza. Mi credevano sofisticata, benestante, senza capire che fossi ribelle nel cuore e che solo al cuore obbedisco".

Il gerarca fascista si avvicino'.
Le strinse il viso fra le mani, la guardo' fissa negli occhi: "Se non parli ti ammazziamo qui, in mezzo alla strada, come una cagna".
Lo disse con una spaventosa fermezza. Una fermezza quasi meccanica, algida.
Mimma lo scruto' come si osserva un'immagine lontana, sfuocata, indefinibile con certezza.
Ma poi sorrise, quel suo sorriso ancora splendido in una cornice di lividi e sangue.
"No", disse, "non lo faro'".
L'ufficiale fascista si allontano'. Le spinse forte il capo all'indietro, lo sguardo intriso di odio, le labbra strette e sprezzanti.
Si fece consegnare un bastone e lo porse a un graduato. Uno con la faccia da sadico, un coacervo di odio e barbarie.
"Cancella quegli occhi ribelli dal mondo. - gli disse - Lo facciamo qui, davanti a suo padre".
"Passeranno i morti, ma resteranno i sogni", disse a voce alta Mimma.
Il gerarca esplose tra gli urli:
"Cosa dici, bastarda? Cosa dici?! Sei morta, puttana! Sei morta!"
Le si mise davanti e sputo' sul selciato.
Il boia strinse i pugni nel bastone, i due camerata la distesero a terra.
Ormai non lo sentiva piu', il dolore. Le tumefazioni, le ferite, l'avevano stordita per giorni. Ma adesso il corpo era quasi distante, quasi clemente.
Guardo' il cielo, e tutto quell'azzurro la fece piangere.
Ma non era paura, la paura era scomparsa da tempo. Era una sensazione piu' ampia, piu' intensa.
Erano lacrime per il mondo, che non avrebbe piu' visto. Erano lacrime di rabbia, di odio e di guerra. Ma era un pianto d'amore. Per i ragazzi, che non aveva tradito, e di gioia, per non avere mancato.
Aspiro' aria a pieni polmoni, come a riempirsi di azzurro del cielo.
"Si vive di attimi, - penso' - e si muore di assenze".
L'accecarono.
Per un attimo fu il buio.
Poi senti' l'esplosione dei colpi, il calore nel corpo.
Penso' come fosse irreale morire in quel modo. Ma sapeva che la morte l'aveva scelta, e non importava come, e neppure perche'. Siamo effetti collaterali di coscienza e speranza.
Il suo corpo fu lasciato per terra.
Il suo ricordo dimora nella luce.
Fabio Moglia

Irma Bandiera Morta

.LINKS.
Wikipedia Irma Bandiera: http://it.wikipedia.org/wiki/Irma_Bandiera

.CONDIVIDI.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna