Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Racconti Brigyda (di Ties)
Brigyda (di Ties) Stampa
Racconti
Scritto da Joel   
Lunedì 23 Settembre 2013 09:00
Brigyda
Brigyda (di Ties)

Appena rientrata da lavoro Brigyda apri' il portone del condominio come al solito ascensore rotto, si arrese e sali' a piedi.
Sulle scale vide la sua vicinina una pensionata ottantenne robusta e sorridente, la saluta e si offre di aiutarla con le buste della spesa, la signora la fa' accomodare per offrirgli un bel caffe' caldo, Brigyda era stanca ma il profumo del caffe' la attirava troppo cosi' accetto', iniziarono a parlare del tempo ma la vecchietta incuriosita la tempesto' di domande lavoro, casa, famiglia, ecc..
Brigyda era una bugiarda nata ma in quel momento penso' che sfogarsi con una vecchietta non avrebbe fatto altro che farla stare meglio, in piu' alloggiava senza contratto e non avrebbe tardato a scappare da quel condominio squallido.
- "E tu cosa fai per vivere? non ti vedo spesso..." chiese la vecchietta.
- "Lavoro per la moda e viaggio spesso."
- "Il viaggio piu' bello che hai fatto?"
- "Los Angeles, e li che sono diventata una donna."
La vecchietta ebbe un attimo di smarrimento ma era comunque abituata a vedere persone strane nel condominio.
- "Io non giudico ma non capisco certe scelte 'moderne'"
- "L'importante e' il rispetto"...annui Brigyda.
- "Ma fammi capire non hai piu' illll...insomma il pene."
- "No! Ho solo preso ormoni e fatto qualche intervento chirurgico qua e la', questo c'e' ancora!"
Si tocco' il pacco con fierezza.
La vecchia arrossi' e sorrise.
- "Pagherei per averne uno tutto mio."
- "Quanto pagheresti?"
- "Quanto vorresti?"...chiese la vecchietta imbarazzata.
Non rispose tiro' fuori il cazzo! La vecchia si avvicino' verso di lei con l'acquolina in bocca, di tutta risposta Brigyda le prese la mano e si fece massaggiare il pene, la vecchia si avvicinava sempre di piu' con la bocca.
Brigyda si alza dalla sedia gira di spalle la vecchia, le solleva il vestito, abbassa le mutande e si struscia sempre di piu' sul suo culo...sputa la saliva marrone post caffe' sull'indice e sul medio e la spalma sul culo e sulla vagina, la vecchia ingrifata gia' ansima.
Brigyda solleva la testa vede una foto di lei 20 anni piu' giovane con le figlie con tanto di mariti e nipotini e un uomo rachitico al suo fianco.
- "Quello e' tuo marito?"
- "Si e' mort HAHAAAA ODDIOOOO"
Non ebbe neanche il tempo di finire la frase, alla parola morte Brigyda si eccito' spinse talmente tanto che il pelo del culo della vecchia si inzuppo' leggermente di sangue, continuo' a spingere, a osservare la casa, il crocifisso appeso alle pareti, i fiori e una boccetta a forma di Gesu' bambino, la signora gridava quasi piangeva con una mano cerco' di fermarla, di scatto Brigyda si blocco', tolse il suo cazzo dal culo della vecchia, lo osservo' e vide una sbavatura color marrone sulla cappella ebbe cosi' orrore che non riusci' neanche a muoversi, prese la boccetta del Gesu' bambino ("acqua santa" penso'), la apri' e la verso' inorridita sul pene, la signora si piego' di scatto, senti' uno strano scricchiolio sulla schiena, sposto' la mano di Brigyda e le succhio' l'uccello...ingoio' la sua stessa merda!
Poi porse la mano sinistra verso Brigyda per prendere il Gesu' bambino e lo poggio' a terra.
Brigyda venne in bocca alla signora e disse;
- "Questo e' stato il pompino piu' dissacrante che mi abbiano mai fatto."
La signora tiro' fuori il portafogli, ma Brigyda dissenti' con lo sguardo e disse;
- "Terro' la boccetta del bambin Gesu' come ricordo."
Ties

.CONDIVIDI.