Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Racconti Dicembre. (di Avant La Guerre)
Dicembre. (di Avant La Guerre) Stampa
Racconti
Scritto da sberla54   
Sabato 27 Dicembre 2014 09:00
Babbo Natale
Dicembre. (di Avant La Guerre)

http://avantlaguerre.com/2013/12/24/dicembre/

Avant La Guerre

Mi piace tornare a casa dei miei durante le feste perche' sostanzialmente e' l'unico momento dell'anno in cui mangio due volte al giorno, non mi drogo e se piscio per terra qualcuno pulisce. Ammetto che il down di serotonina possa causarmi lievi momenti di instabilita' emotiva - l'anno scorso ho pianto 40 minuti perche' avevo perso funghi e carote al mercante in fiera - ma mi chiedo per quale motivo la gente - e ho preso a schiaffi mia nonna - ma mi chiedo per quale motivo la gente debba ostentare a tutti i costi quest'avversione snob verso una ricorrenza innocua e dopotutto divertente come il Natale. Probabilmente essere contenti e' una manifestazione di ingenuita' che non possiamo piu' permetterci; un po' come quando due anni fa ha nevicato a Roma e tutti sul tram bestemmiavano infastiditi pero' glielo leggevi negli occhi, che erano felici come bambini ritardati.

Ieri ho preso un aereo per tornare dai miei e ho notato che la gente adora fingersi scocciata agli aeroporti. Ci avete fatto caso, immagino. Credo li faccia sentire metropolitani; l'avranno visto fare a qualche troietta nelle serie dell'HBO. Ti stai imbarcando su un carro bestiame della EasyJet tariffa "imbarco caotico" con un foglio A4 e un trolley preso coi punti della Q8: e' inutile che mi sbuffi come un baronetto frocio mentre twitti la tua noia ironica da Lena Dunham dei miei coglioni.

I miei preferiti sono quelli che ti raccontano di quale inenarrabile sopruso sono stati vittima al metaldetector; che come minimo a quel punto speri gli abbiano perlustrato il buco del culo con una torcia e due pastori tedeschi in cerca di ovuli di cocaina o che quantomeno li abbiano sottoposti a waterboarding con una bottiglia di Ck One del duty-free, ma alla fine e' sempre che tipo non gli hanno fatto passare la cera per capelli.

"Te lo giuro, Qualcosa: un incubo. Un branco di imbecilli arroganti che al massimo avranno avuto la terza media. Che poi figuriamoci se la buttano davvero, la roba che sequestrano".

Ma sai che hai ragione, Maurizio? Dev'essere per questo che quello stronzo del metaldetector si sveglia la vigilia di Natale alle 6 di mattina a Guidonia, monta su un treno carico di polacchi per Fiumicino e trascorre in piedi undici ore della sua giornata a palpare il culo ai vecchi e fare lastre ai trolley in cambio di 650 euro lordi di contratto a nove mesi: per incularti la tua crema scolpisci-ricci da petulante frocio viziato.

Non so perche' ho scritto Maurizio; credo semplicemente mi suoni antipatico come nome. Nulla di personale, per carita'; non mi riferisco a nessuno nello specifico. Anzi, magari tra voi c'e' qualcuno che si chiama cosi' ed e' una persona in gamba che non vorrei avere offeso. Diciamo pero' che se avessi un figlio e dovessi dargli come nome Maurizio a quel punto potrei anche chiamarlo, boh, faccia di merda. Buone feste.

.LINKS.
Fonte: Dicembre. (di Avant La Guerre)
Home Avant La Guerre: http://avantlaguerre.com/
Facebook Avant La Guerre: http://www.facebook.com/avantlaguerre
Twitter Avant La Guerre: https://twitter.com/avantlaguerre
E-mail Avant La Guerre: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.