Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

VegFacile - Go Vegan!

Vegan Riot: la Rivoluzione ai Fornelli dal 2005!
Home Articoli Fumetti La Storia Di Giuseppe Scalarini, Il Vignettista Odiato Da Mussolini (di Cannibali E Re)
La Storia Di Giuseppe Scalarini, Il Vignettista Odiato Da Mussolini (di Cannibali E Re) Stampa
Fumetti
Scritto da Joel   
Sabato 19 Marzo 2022 10:00
La Vignetta di Giuseppe Scalarini dal Titolo Giuda
La Storia Di Giuseppe Scalarini, Il Vignettista Odiato Da Mussolini (di Cannibali E Re)

https://www.facebook.com/cannibaliere/posts/4656394327812337/

Cannibali E Re

Mussolini lo aveva sempre odiato, fin da quando, nel Novembre del 1914, lo aveva disegnato nella vignetta "Giuda" dove il futuro duce, armato di pugnale e con in mano i trenta denari, si avvicinava alle spalle a Cristo (il Socialismo) per pugnalarlo alle spalle.
Eppure quella vignetta di Giuseppe Scalarini, oltre ad essere straordinaria sul piano artistico, era assolutamente veritiera. Mussolini infatti, per fondare il Popolo d'Italia aveva ricevuto ingenti somme da vari imprenditori genovesi e milanesi.
Ma come in altre occasioni, al padre del fascismo la verita' non stava per nulla simpatica. E cosi' quella vignetta di Scalarini se la lego' al dito, e diversi anni dopo gliela fece pagare. Nel Novembre del 1926 Giuseppe venne infatti picchiato selvaggiamente a Milano da un squadraccia di camicie nere.
Ne usci' con la mandibola fratturata e con una commozione cerebrale. Dopo un breve periodo in ospedale venne arrestato e condannato dal Tribunale speciale al confino, dove restera' fino al 1929. Tornato a Milano diventera' un sorvegliato speciale, e il regime gli impedira' di firmare qualsiasi opera realizzata.
E dire che Scalarini aveva anche una firma speciale, una specie di rebus, perche' composta dal disegno di una scala e dal suffisso rini. Aveva iniziato ad usarla presto, come presto aveva iniziato a disegnare. Nato a Mantova nel 1873, a sedici anni si diploma alle scuole tecniche e dimostra una grande passione per il disegno che lo portera' pochi anni dopo a realizzare la sua prima mostra, e a trasferirsi prima a Parigi e poi a Venezia.
Di chiare idee socialiste, la sua crescita artistica andra' di pari passo con quella politica. Presto registrato nei casellari della polizia come "frequentatore di affiliati a partiti sovversivi", sara' condannato per reati contro lo Stato a causa dei suoi disegni antimilitaristi, tema che accompagnera' tutta la sua produzione e che lo portera' a realizzare vignette per L'Avanti, dove la sua firma compare per la prima volta il 22 Ottobre 1911, durante la guerra di Libia. Una collaborazione ricchissima, migliaia di vignette, interrotta solo nel 1926 a causa delle leggi speciali.
L'inutilita' della guerra, lo sfruttamento degli ultimi, la violenza fascista, la complicita' della monarchia e dei capitalisti nella nascita del regime, sono tutti temi che tratta fino a quando non viene arrestato, rischiando piu' volte la vita, essendo destinatario di varie spedizioni punitive.
Dopo il confino verra' nuovamente arrestato nel '40 e internato nel campo di concentramento di Vasto. Tornato in liberta', dopo l'8 Settembre sfugge miracolosamente alla polizia di Salo'.
Morira' a Milano il 30 Dicembre 1948, dopo aver realizzato una vasta e straordinaria produzione artistica.

.NOTA.
Questa e' una delle 250 storie che Cannibali E Re raccontano nel secondo volume di Cronache Ribelli.
Lo trovate qui: https://bit.ly/3s1JtNE

.LINKS.
Fonte: La Storia Di Giuseppe Scalarini, Il Vignettista Odiato Da Mussolini (di Cannibali E Re)
Home Page Cannibali E Re: https://cannibaliere.blomming.com/
Facebook Cannibali E Re: https://www.facebook.com/cannibaliere/
YouTube Cannibali E Re: https://www.youtube.com/channel/UCnGS1SQHLgw5HQ38IfrffBA/
E-mail Cannibali E Re: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.