Immagini

Prossimi Concerti

No current events.

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Film Der TodesKing - [1989] Jorg Buttgereit
Der TodesKing - [1989] Jorg Buttgereit Stampa
Film
Scritto da Bollezza   
Sabato 07 Agosto 2010 05:00
Der TodesKing - [1989] Jorg Buttgereit
Sette. Sette. Sette. Sette sono i vizi capitali, sette sono le proverbiali vite di un gatto, sette sono gli anni di sfortuna quando si rompe un vetro, sette sono i simboli usati per esprimere i numeri romani, sette sono i chakra, sette furono le piaghe d'Egitto, sette sono le cinture delle arti marziali, sette i sigilli di Bergman, sette le spose e sette i fratelli, sette i samurai di Kurosawa...sette gli episodi di Der TodesKing.
Jorg Buttgereit realizza nel 1989 un film silenzioso, ovattato, meno violento del suo Nekromantik, in cui si parlava di un tema difficile quale la necrofilia, ma non per questo di minor impatto.
Suicidio. Si parla di quel tarlo misterioso che si impossessa delle menti, diventa il Principe della Morte e priva le persone della voglia di vivere.
Niente struttura unitaria per questo lungometraggio; si sviluppa invece a episodi. Sette.
I racconti sono dedicati, ognuno, a un giorno della settimana, da Lunedi' a Domenica. Sette giorni, sette storie, tutte con un unico filo conduttore, la morte.
Lunedi' ci racconta la banale vita di un uomo semplice, un impiegato, che si uccide dopo essere stato licenziato, aver pulito casa e aver mandato una lettera all'amico.
Superbi i piani sequenza in cui vengono scanditi gli ultimi momenti della sua insignificante vita.
Martedi': un giovane ragazzo affitta, in una videoteca, un film nazista. La visione di tale film, con tanto di evirazione di un pene ebreo, manipola e distorce la mente del giovane, cosi', nonappena la compagna rincasa, la fredda, spalmando il muro di materia cerebrale. Piedi penzolanti e monitor di un televisore chiudono la scena.
Mercoledi' si sveglia uggioso, piove. Una ragazza esce di casa senza ombrello, ma con una pistola nella borsa; e' triste, ha litigato con il fidanzato.
Arriva in un parco e si siede. Un uomo, accanto a lei si sfoga, raccontandole dei problemi di salute della sua compagna a causa dei quali, l'ha uccisa. Commiserazione, tristezza, pioggia battente; lei prende la pistola e spara, ma fa cilecca. L'uomo, si impossessa della pistola, carica il colpo, canna in bocca e fa fuoco.
Giovedi', siamo a meta' settimana.. Piani sequenziali ci mostrano un ponte altissimo e in sovraimpressione scorrono nomi, date di nascita e occupazioni di tutti coloro che si son lasciati trascinare nel baratro.
Oggi e' Venerdi', un Venerdi' in cui una donna scialba si crogiola nella sua depressione. Ha ricevuto una lettera di un'associazione in cui, in una catena di 'santantonio' si invita il lettore al suicidio. Gelosa e invidiosa delle tenerezze di una giovane coppia che vive accanto a lei, macchiera' presto le loro lenzuola di sangue.
Sabato, serata di concerti. Una figura si monta una telecamera sulla spalla e si riprende mentre spara all'impazzata sulla folla pogante di un concerto, fino a quando non viene uccisa lei stessa.
Domenica: Un ragazzo soffre di emicranie, fortissime, dolori lancinanti pulsano nella sua testa causando fitte atroci.. l'unico modo per fermare tale martirio e' dare testate contro il muro...forti...sempre piu' forti...
Per tutta la durata del film siamo immersi in un concetto di morte pura, nell'incapacita' di vivere dei suoi personaggi disperati, viziosi, sterili.
L'anonimato di costoro, (bell'idea del maestro Buttgereit) la ritmica scandita dai giorni della settimana e la routine quotidiana, rendono le vicende vicine allo spettatore, insinuando cosi' la convinzione che ognuno di noi potrebbe essere uno di loro.
Debolezze, fragilita' e falle caratteriali, ci portano ad avere paura di noi stessi.
Fra un episodio e l'altro, lo spaccato di un corpo nudo che si deteriora ci attanaglia le viscere, perche' non e' una morte violenta o plateale, non e' uno stop/start ma un'agonia lenta, approssimativa, sottile e commovente.
Musiche azzeccate di un cinema puro, scevro di dialoghi (se non per qualche commento nei background) il tutto in sette episodi...sette, sette, sette.
Settantavoltesette.
Bollezza

.VIDEO.
Der TodesKing - Trailer
Der TodesKing - Sound Track

.PER IL DOWNLOAD.
Emule ed2k link:
DER TODESKING.-.(Dvd.Mux.By.--Pulcino--).avi (630,10 Mb)
Der.Todesking.Sub.ITA.by.WSE.zip (Sottotili in Italiano) (6,1 Kb)
BitTorrent Torrent:
Der Todesking, [XviD - Deu Mp3 - Sub Ita][www.tntvillage.scambioetico.org] (630,10 Mb)

.LINKS.
Wikipedia Der TodesKing: http://en.wikipedia.org/wiki/Der_Todesking
IMDB Der TodesKing: http://www.imdb.com/title/tt0098486/
Home Page Jorg Buttgereit: http://www.joergbuttgereit.com/
Wikipedia Jorg Buttgereit: http://en.wikipedia.org/wiki/J%C3%B6rg_Buttgereit
IMDB Jorg Buttgereit: http://www.imdb.com/name/nm0125367/

.CONDIVIDI.