Immagini

Prossimi Concerti

No current events.

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Film Nirvana - [1997] Gabriele Salvatores
Nirvana - [1997] Gabriele Salvatores Stampa
Film
Scritto da sberla54   
Lunedì 28 Gennaio 2008 03:21
Nirvana [1997] Gabriele Salvatores
Nirvana [1997]
Regia di Gabriele Salvatores

Un film cyberpunk italiano. Come a voler dire che non facciamo solamente cazzatone di natale, cine-mattoni insopportabili sui problemi amorosi e le crisi esistenziali degli adolescenti medio-borghesi (in estinzione) o documentari su Berlusconi.
Ed un film cyberpunk con le palle, tra l'altro.
In Nirvana di Gabriele Salvatores troverete tutti i crismi del genere: multinazionali giapponesi del software, mafiosi di ogni genere, impianti oculari e celebrali, chip di credito, cyberspazi tridimensionali, costrutti digitali dotati d'intelligenza artificiale, vecchie droghe futuristiche, case parlanti (ed anche un filino stronze), bordelli thailandesi, senza dimenticare ovviamente hackers, angeli e virus. Il tutto sfruttato al meglio, non semplicemente buttato li' nel mezzo, come in altre pellicole simili.
Il film racconta la storia di Jimi (Christopher Lambert), un programmatore di computer che si guadagna da vivere consegnando un videogioco all'anno alla Okasama Starr, potentissima software house giapponese. A pochi giorni dall'uscita del suo ultimo lavoro, Nirvana appunto, Jimi scoprira' che l'unica copia in suo possesso e' stata, per qualche ignoto motivo, infettata da un virus che ha reso il protagonista del gioco, Solo (un Diego Abatantuono tragicomico, in una delle sue migliori interpretazioni), cosciente della sua misera condizione di essere virtuale, "non-esistente", condannato a ripetere all'infinito i livelli del videogame, senza la possibilita' ne' di morire ne' di influenzare oltre un certo limite gli accadimenti della sua vita.
Solo e Jimi diventeranno in qualche modo una sorta di amici e Solo riuscira' ad impietosire il suo creatore ed a convincerlo a fare il possibile per cancellarlo, prima di essere commercializzato e copiato in milioni di copie.
Per riuscirci, Jimi dovra' violare il mainframe della Okosama Starr, dov'e' conservata una copia del lavoro svolto sino a quel momento dal programmatore. Si allontanera', quindi, dalla sua lussuosa casa, situata nel classico mega-centro urbano, chiamato "Agglomerato Nord", caotico ma pulito e confortevole, e mandera' in pezzi la sua sfavillante carriera per recarsi nella periferia, come sempre patria di ogni vizio umano conosciuto o sconosciuto, alla ricerca di Lisa (un'angelica Emmanuelle Seigner), l'unico suo grande amore, fuggita da lui pochi mesi prima. Tramite Lisa, infatti, Jimi spera di trovare un qualche aiuto per riuscire nei suoi intenti e, grazie alla ricerca di lei, arrivera' a conoscere Joystick (un fantastico Sergio Rubini, perfettamente credibile ed a suo agio nella parte), uno dei migliori hacker della piazza, un angelo del cyberspazio, capace di violare qualsiasi sistema informatico.
Lo trovera', pero', ridotto ad un'ombra di se stesso, con un paio di impianti da quattro soldi al posto degli occhi ed incapace di volare nella rete; in compenso sara' proprio Joystick a presentagli Naima (una divina Stefania Rocca in versione Tank Girl, con capelli viola ed impianti neurali), una hacker di grande spessore che sara' fondamentale per il proseguo del suo viaggio, fisico quanto telematico.
A mio modesto parere, Nirvana e' da considerarsi un classico del genere cyberpunk.
La trama e' originale e poco scontata, seppure imperniata attorno agli storici elementi che caratterizzano centinaia di racconti simili. La recitazione degli attori e' veramente ottima, tanto da far pensare che abbiano anche loro, come chi li guarda, un solido background di racconti, romanzi e pellicole di fantascienza (forse solo Christofer Lambert e' un pelino "legnoso"). Non mancano i camei, come un giovane Claudio Bisio, nella parte di un eccentrico taxista-pusher, o un esilarante Paolo Rossi a fare da guida turistica della droga disponibile nella periferia.
Come ho gia' accennato, gli ingredienti cyberpunk vengono miscelati in grande quantita', con cognizione di causa e soprattutto con motivazioni sensate (spesso vengono semplicemente buttati in pentola, tanto per far brodo), lasciando, in varie occasioni, sorpreso chi sta seduto davanti allo schermo.
Oltre all'azione ed alla suspence, il film si spinge anche verso scenari filosofici: Salvatores si inoltra nelle debolezze della psiche umana, prova a mettere in dubbio la realta' della vita vissuta dai suoi personaggi, gioca con la memoria e con l'amore.
Insomma, uno dei migliori film italiani che io abbia mai visto (diretto da uno dei nostri migliori registi), nonche' uno dei migliori film di fantascienza.
Se siete amanti del genere vi tremeranno le ginocchia dal piacere, se siete cultori del cyberpunk non ve lo leverete semplicemente piu' dalla testa. Mai piu'. Per tutti gli altri, credo proprio che valga la pena dare una chance a questo Nirvana.
sberla54

.PER SCARICARE.
Emule Ed2k Link:
ed2k://|file|Nirvana (Gabriele Salvatores) (1997) [DivX ITA].avi|734840832|E273AB0AD009457E7B8561B8AD33BDBD|/|/

.VOTI.
IMDB Rate: 5.4
Voto personale: 9

.LINKS.
IMDB Film: http://www.imdb.com/title/tt0119794/
Wikipedia Film: http://it.wikipedia.org/wiki/Nirvana_%28film%29
Wikipedia Autore: http://it.wikipedia.org/wiki/Gabriele_Salvatores
Cyberpunk su Wikipedia
The Cyberpunk Project
Fantascienza.com - Il portale della fantascienza e del fantastico

.CONDIVIDI.