Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Film "The Banana Splits Movie", Quando Il Revival E' Un Piacevole Corto Circuito Horror! (di Shiva Produzioni)
"The Banana Splits Movie", Quando Il Revival E' Un Piacevole Corto Circuito Horror! (di Shiva Produzioni) Stampa
Film
Scritto da Joel   
Venerdì 13 Settembre 2019 10:00
The Banana Splits Movie - [2019] Danishka Esterhazy
"The Banana Splits Movie", Quando Il Revival E' Un Piacevole Corto Circuito Horror! (di Shiva Produzioni)

https://www.shivaproduzioni.com/?p=17795

Shiva Produzioni - Il portale del cinema underground

Quella dei remake, reboot & affini e' una delle strategie creative piu' comuni e inflazionate della nostra epoca. Epoca nella quale complesse e interessanti mutazioni culturali hanno, di fatto, ormai sdoganato tutto cio' che un tempo era "roba per bambini": dai fumetti ai cartoon, dai giocattoli ai videogiochi e chi piu' ne ha, piu' ne metta. L'epoca dei "geek", dei nerdacci come anche chi scrive: un tempo nicchia oscura, oggi sotto molti aspetti maggioranza dominante. Indubbiamente, con tutti i pro e i contro che cio' comporta.
Per queste ragioni, ho trovato sin dall'inizio molto divertente e accattivante la notizia di questo horror dei Banana Splits. Un detournement dal solito revival, per quanto commerciale e piuttosto gratuito, che ha mantenuto assai bene la promessa di essere gore e irriverente.

THE BANANA SPLITS MOVIE (USA 2019), di Danishka Esterhazy.
CAST: Dani Kind (Beth), Finlay Wojtak-Hissong (Harley), Romeo Carere (Austin), Steve Lund (Mitch), Maria Nash (Zoe), Naledi Majola (Paige), Richard White (Stevie).

The Banana Splits Adventure Hour e' stato uno show per bambini prodotto da Hanna-Barbera - quella dei Flinstones, di Scooby-Doo, dell'Orso Yoghi e di un'infinita' di altri celeberrimi cartoon - e pensato quale contenitore delle proprie opere. Andato in onda negli USA sul finire degli anni '60, era sostanzialmente uno spetacolo dal vivo a base di gag e musica, animato da 4 buffi animali antropomorfi, resi da attori in costume, che costituivano una vera e propria band, i Banana Splits appunto: Fleegle (il cane, chitarra e voce, rinominato da noi Swingo), Bingo (il gorilla, batteria e voce), Drooper (il leone, basso e voce) e Snorky (l'elefante, tastiere ed effetti).
Lo show arrivo' piu' tardi anche in Italia, finendo piu' volte replicato sulle TV locali, con il titolo Lo Show dei Banana Splits. Per questa ragione, i piu' agee tra noi se lo ricordano ancora bene... soprattutto l'azzeccata sigla, una di quelle cose diaboliche che ti entrano in testa e non ne escono mai piu'.

Col senno di poi, lo show risulta ancora interessante per la sua estetica smaccatamente Sixties e surreal-lisergica. Inoltre, gli Splits hanno sempre avuto un che di buffo e sinistro insieme.
Saranno forse stati questi aspetti a far scattare l'allarme nella testa degli autori di The Banana Splits Movie: perche', in quest'epoca di revival e remake, non prendere questo vetusto brand per marmocchi e farne piuttosto un horror puro? E cosi', alla fine e' accaduto!

La trama e' poco piu' di un pretesto per arrivare alla doverosa mattanza. E' il compleanno del piccolo Harley, ultimo bambino del suo circondario a interessarsi al vetusto show dei Banana Splits. Per l'occasione, la sua mamma milfona Beth intende accompagnarlo a vedere la registrazione di una puntata dello show favorito del bambino, assieme al resto dell'allegra famiglia disfunzionale: il fratello maggiore fattone Austin, e il marito stronzo di Beth, Mitch (il padre biologico di Harley e Austin e' morto), ovvero il classico personaggio che sin dalla prima battuta vuoi vedere ammazzato male.
Assieme alla piccola Zoe, amichetta di Harley condannata suo malgrado a sopportarne le stranezze (ma poi ovviamente gli vuole bene), il team si reca alla registrazione della puntata. Che sara' anche l'ultima, poiche' nessuno ancora lo sa ma il produttore - poco prima della registrazione stessa - dichiara la chiusura del superato programma. Gettando nella depressione chi ci lavora, cioe' tanti altri tizi a loro volta piuttosto disfunzionali.

Che in effetti il programma e' superato assai, se pensate che, nella finzione del film, lo show dei Banana Splits va in onda ancora oggi! Un'ambientazione confermata anche dalla continua ostentazione di tecnologia odierna (cellulari ovunque). Tra i quali rientrano in qualche modo gli stessi Splits: che anziche' costumi indossati da tizi, qui sono sofisticati animatroni caratterizzati da complessi movimenti indipendenti, nonche' la forza di un T-800... Ma del resto stiamo vedendo un horror sui Banana Splits, dunque non chiediamoci troppo.

Evidentemente siamo piu' dalle parti di Five Nights at Freddy's, celebre serie videoludica in cui si deve sopravvivere quale custode di un esercizio abbandonato, animato nottetempo da pupazzosi animatroni killer, riuscendo a controllarne le mosse attraverso un sistema di gioco piuttosto particolare. Tale affinita' si nota anche nelle scelte registiche di Danishka Esterhazy (Level 16), con diverse inquadrature che richiamano lo stile di quelle del celebre survival horror.

Sara' proprio un aggiornamento dati - o il sentimento ferito degli Splits, forse vere e proprie A.I.... ma la scrittura va un po' a random - a fare impazzire i beniamini del piccolo Harley, che inizieranno una mattanza dello staff e dei malcapitatissimi visitatori, incaute prede in uno studio rimasto ovviamente isolato.
The Banana Splits Movie e' dunque tante cose, sfacciatamente mescolate nel nome del puro intrattenimento: abbiamo gli Splits, abbiamo gli animatroni alla FNAF, abbiamo un certo clima alla Willy Wonka (la questione del premio speciale; e il fatto che vengono colpiti primariamente i corrotti dal sistema-spettacolo, altre famiglie comprese - una coppia di influencer, e un padre ossessionato dal rendere una star la figlia); e soprattutto una sana voglia di fare un horroraccio vecchio stile, "da cassetta" (del resto e' un film direct to video).
E a tale proposito la lieta novella e' che gli autori hanno mantenuto le promesse: The Banana Splits Movie e' un rated R, e bello gore! Con dei buoni effettacci, per giunta largamente analogici; una soddisfacente fantasia nel creare morti colorite; e un'apprezzabile vena scorretta, vedi per esempio i bambini costretti a vedere atrocita' su atrocita'.

Con tutti i suoi limiti da b-movie piuttosto economico e casareccio - vedi la scrittura incerta e ridondante, una regia certo non fenomenale, e attori piuttosto anonimi - The Banana Splits Movie e' in conclusione un prodotto d'intrattenimento riuscito, che diverte con questo insulso cortocircuito anarchico tra tante cose diverse, e una bella resa in termini di efferatezza.
Sicuramente un'operazione comunque commerciale e furbetta: sfruttare un brand noto senza esserne risucchiati, ok. Ma vallo a scrivere davvero un film rispettoso verso una vecchia trasmissione per bambini, con animali bipedi che cantano ballano e fanno cose! Non tutti sono Tim Burton, che con il suo primo lungometraggio Pee-wee's Big Adventure (1985) ha realizzato proprio questo tipo di operazione, con una grazia e un surrealismo unici.
Astenersi criticoni quindi: qui siamo sul puro cinema "de panza". The Banana Splits Movie e' l'opera adatta per una serata a base di filmaccio, birra & quant'altro. O da spacciare a tradimento ai cinema parrocchiali se siete particolarmente abili. Buon divertimento!
Alessandro Bruzzone

.LINKS.
Fonte: "The Banana Splits Movie", Quando Il Revival E' Un Piacevole Corto Circuito Horror! (di Shiva Produzioni)
Home Page Shiva Produzioni: https://www.shivaproduzioni.com/
Facebook Shiva Produzioni: https://www.facebook.com/ShivaProduzioni/
Twitter Shiva Produzioni: https://twitter.com/ShivaProduzioni
YouTube Shiva Produzioni: https://www.youtube.com/user/ShivaProduzioni
E-mail Shiva Produzioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
IMDB The Banana Splits Movie: https://www.imdb.com/title/tt9831136/
IMDB Danishka Esterhazy: https://www.imdb.com/name/nm0261629/

.CONDIVIDI.