Immagini

Prossimi Concerti

Random Download

Antitest - Spettacolo
(Antitest)
Scaricati: 80

Ofu - Corre
(Ofu)
Scaricati: 87

Strangedz - Lieto Fine [2011]
(Free Album)
Scaricati: 261

Cilicium - Stench Of Humanity
(Cilicium)
Scaricati: 240

Rubbish Dump - Demo Ep [2009]
(Free Album)
Scaricati: 139

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Politica Novita' Dal Fronte Degli Spazi Occupati
Novita' Dal Fronte Degli Spazi Occupati Stampa
Politica
Scritto da Sghigno   
Sabato 07 Novembre 2009 14:00
CPO Experia
Sono periodi molto duri (e quando mai?!) per gli spazi occupati qui nel bel paese. Nelle ultime settimane abbiamo assistito agli sgomberi dell'Assillo a Trento, il Velena a Torino e per ultimo l'Experia a Catania.
Dispiegamenti di sbirri e solite dinamiche repressive, in prima persona mi sono unito ai compagni per difendere l'Experia, per la prima volta mi sono ritrovato in una situazione del genere. E, pur risultando perdenti nel confronto con i cani da guardia del potere, ritengo che siano anche queste le occasioni che rinforzano le nostre idee e le nostre pratiche.
Come dicono alcuni slogan, per ogni sgombero...mille altre occupazioni. Detto, fatto.
A Trento, anche se non si sanno bene i dettagli, rinasce l'Assillo i cui occupanti, stando alle ultime notizie, hanno resistito sul tetto.
A Torino, dove fortunatamente la riappropriazione degli spazi e' pratica ben diffusa, nasce l'Ostile, nuova occupazione.
L'Experia continua chiaramente a vivere per le strade di Catania, forse anche piu' attivo di prima, vi terro' ovviamente aggiornati sulle novita' piu' significative.
Chiaramente la maggior parte degli spazi, specialmente a Torino, sono oggetto di crociate indette da sindaci e politici, tutto rientra nel mosaico repressivo che e' ben rappresentato dal pacchetto sicurezza.
Inutile raccomandarvi, se ancora non l'avete fatto, di dare massimo supporto alle iniziative promosse dagli spazi occupati, che siano a rischio o no.
Di seguito il comunicato dell'Arci Catania, dopo lo sgombero dell'Experia:
---
La mattina del 30 Ottobre scorso, alle 6 e 30 circa, nella splendente, nera e democratica Catania, si e' consumato un crimine contro la nostra democrazia.
Circa 100 agenti della forza pubblica hanno barbaramente picchiato altrettanti giovani che, DISARMATI e CON LE MANI ALZATE, difendevano dallo sgombero il CPO Experia.
L'acronimo CPO sta per Centro Popolare Occupato. Probabilmente parlare di centro popolare occupato potrebbe spaventare o allontanare. Tuttavia in questo caso la situazione e' ben diversa.
Negli ultimi 17 anni il centro ha costituito un punto di riferimento per tutti gli abitanti del quartiere ANTICO CORSO (uno dei quartieri piu' degradati della citta' e ad alta densita' mafiosa).
Tra mille difficolta' e minacce, il centro popolare era riuscito ad organizzare corsi di doposcuola per i ragazzi di quartiere, una palestra popolare (gratuita e qualificata) dove si tenevano corsi di lotta libera e greco-romana (una scuola di rilievo internazionale dal momento che 2 allievi - peraltro ragazzi di quartiere - hanno conseguito importantissimi risultati in campionati ufficiali italiani ed europei), corsi di judo, corsi di capoeira, corsi di ginnastica, un laboratorio di giocoleria, una ciclofficina dove era possibile imparare a costruire dai rottami una bicicletta nuova. Ma la cosa di maggior valore che l'Experia era riuscito ad ottenere in questi anni e' stata una bonifica del quartiere.
Come ci era riuscito? Semplicemente fornendo gli elementari servizi sociali che Comune, Regione e Stato, non sono stati in grado di fornire. Mettendo a disposizione uno spazio mentale dove era possibile condividere idee e progetti oltre la logica del profitto e la logica mafiosa. Impedendo per esempio ai frequentatori del centro di fumare anche solo sigarette; ripulendo gli spazi circostanti da siringhe, borsette rubate e spacciatori (infatti, vietando l'uso di qualunque droga.... spacciatori e piccoli criminali che in zona imperversavano sono spariti).
Fin qui cos'era, brevemente il CPO Experia.
La mattina del 30 ottobre la polizia lo ha sgomberato. Quello che pero' piu' inquieta sono giustificazioni e modalita' di sgombero.
La sera del 29 ottobre, una delegazione istituzionale (costituita dal Consigliere Provinciale di Rifondazione Comunista, dal Segretario Provinciale e dal Segretario Regionale di Rifondazione sempre)...si e' recata in questura ricevendo rassicurazione dal vicequestore Anzalone che, come da prassi, l'indomani si sarebbe semplicemente notificata l'ordinanza e ci sarebbe stato tutto il tempo di trattare.
La mattina, invece, la polizia in assetto antisommossa picchia selvaggiamente non solo gli attivisti del CPO, ma studenti universitari, abitanti di quartiere, avvocati, militanti dell'Arci e di altre associazioni cittadine, rappresentanti di partito e di sindacato che, con le mani alzate, chiedevano solo di trattare e di lasciare uno dei pochi spazi di democrazia, forse l'unico, al quartiere. La polizia, inoltre, ha impedito che gli avvocati entrassero nel CPO per vigilare affinche' il sequestro dell'immobile si svolgesse legalmente.
A testimonianza di tutto questo, e molto altro ancora, ci sono fotografie e video.
Si e' immediatamente costituito un comitato di difesa (che raccoglie tutte le realta' dell'opposizione cittadina e non solo) e si sono raccolte diverse adesioni di solidarieta'...trasversali, come per esempio quella del Prof. D. Giarrusso, docente della Facolta' di Lingue e Letterature Straniere, che, qualche giorno fa, ha deciso di far sostenere gli esami ai propri studenti davanti l'ingresso del Centro Popolare.
Appare paradossale che tutto questo sia accaduto a Catania, una delle citta' piu' dilaniata dai conflitti sociali, ad alta densita' mafiosa e mafiogena, malgovernata e sull'orlo del fallimento....e ancor di piu' che sia accaduto in un quartiere come l'Antico Corso, in cui durante il periodo elettorale, come anche testimoniato dall'inchiesta di Exit, patronati distribuiscono sacchi della spesa o buoni benzina in cambio di voti al centrodestra, in cui ogni sera le macellerie della Via Plebiscito "occupano" pezzi di strada per arrostire carne di cavallo...forse quegli stessi cavalli che vengono utilizzati per le corse clandestine e che vengono allevati nelle numerose stalle abusive presenti nel quartiere (solo per citare alcune attivita' illecite). Appare paradossale che gli stessi politici che amministrano la citta' dell'illegalita' parlino di "ripristino della legalita'" e che l'emergenza sembra essere diventata l'attivita' di aggregazione gratuita e costruttiva nei quartieri popolari. Un non senso, insomma. Aggravato dalla circostanza che non e' noto il futuro utilizzo sullo stabile in questione.
Per questo il comitato ha convocato una conferenza stampa per giorno 10 in Piazza Dante alle ore 18:00 alla quale vi chiediamo di partecipare.
Vi invitiamo anche a firmare una petizione on-line al seguente indirizzo web: http://www.petizionionline.it/petizione/in-difesa-del-cpo-experia/171
In ogni caso e' possibile contattare l'Arci con i soliti canali ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , www.arcicatania.org) e su internet si trovano una miriade di informazioni sulla vicenda.

.RASSEGNA STAMPA.
Torino - Vogliono sgomberare l'Asilo Squat (Informa-Azione)
Torino - Il Nulla Avanza. Ora Inizia Ad Essere Troppo, E' Ora Di Riciclarlo! | Sullo Sgombero Del Velena (Informa-Azione)
Sgombero CPO Experia - Catania, 30 Ottobre 2009 (Video)
Trento - Sgomberato L'Assillo Occupato (Informa-Azione)
Catania - Sgomberato L'Experia (Informa-Azione)
Torino - Occupata Una Nuova Casa "L'Ostile" (Informa-Azione)
Trento - Rioccupato L'Assillo, Ora Di Nuovo Sotto Sgombero (Informa-Azione)

.CONDIVIDI.