Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

VegFacile - Go Vegan!

Vegan Riot: la Rivoluzione ai Fornelli dal 2005!
Home Articoli Politica Sgomberato Il Fassbinder Di Sassuolo
Sgomberato Il Fassbinder Di Sassuolo Stampa
Politica
Scritto da ThePuNkshOw   
Giovedì 14 Gennaio 2010 17:30
Fassbinder
"Abbiamo ripristinato il rispetto della legalita' perche' gli occupanti non hanno accettato le nostre proposte. Ci siamo sforzati di dialogare con loro ma abbiamo dovuto constatare che il dialogo e' impossibile."
Essi' sara quello.
Ha commentato cosi' il Sindaco di Sassuolo Luca Caselli, lo sgombero di stamattina ore 7 del Centro Sociale Fassbinder di Sassuolo (Modena), finalmente una Sassuolo pulita, meno rumorosa, meno fracassona, meno illegale ma sicuramente piu' culturale e piena di vita mondana, piu' prati verdi puliti per questo Sindaco soddisfatto dell'operato dei suoi schiavetti stipendiati ad hoc.
Vabbe' ma a me che sto in provincia di Milano..cazzo mene frega? Ed a voi? Un cazzo. Non fate quelli dispiaciuti..."oh caspiterina ci volevo andare la...a quel concerto la. Sisi, peccato", vabbe' c'e' sempre la Scintilla, per ora.
Spero che proprio in questo momento ci sia Sghigno in preda ad isterismi militanti per aver scritto la nius sul Fassbinder che pero' non sara' pubblicata causa mia tempestiva velocita' (si, in tutto) a scrivere cazzate quasi credibili su un tema serio come gli sgomberi.
Be' nel Leggi Tutto magari qualcosa di piu' serio con tanti link pronti ad esser assorbiti dalla vostra mente.
Magari un comunicato del Fassbinder quando sara' disponibile.
Mi han fatto notare che potrei sembrare un pirletto, se non si e' capito, prima che arrivino i soliti benpensati e coglioncelli vari...amo l'ironia nello scrivere.
Tutta la mia e la nostra solidarieta' a Kava e compari del Fassbinder.

Comunicato Sgombero del CSA R.W. Fassbinder:

Oggi Sassuolo muore, oggi sgomberano il Fassbinder. L'amministrazione sassolese sgombera l'edificio di Via Giordano proseguendo nel suo progetto repressivo per imporre il loro ordine e la loro sicurezza eliminando con la forza qualunque realta' diversa e fuori dal loro controllo, di fatto inasprendo sempre piu' il clima di tensione, paura e divisione.
Questa mattina presto sono stati mobilitati piu' di 50 uomini appartenenti alle forze poliziesche del controllo per sigillare la libera aggregazione e la libera espressione con lastroni di acciaio, poi, nella mattinata, durante un pacifico volantinaggio per il centro ad opera di solidali con il Fassbinder un esercito di sbirraglia in tenuta da guerriglia ha cercato lo scontro coi ragazzi rischiando di investirne uno e minacciando la carica se non avessero smesso di denunciare l'ennesimo attacco alla liberta'.
Questa e' Sassuolo, una citta' dove la democrazia e' sinonimo di esercito e dove la legalita' e' sinonimo di controllo.
Nonostante noi avessimo cercato di intavolare una trattativa con l'amministrazione portando proposte concrete, loro hanno fatto solo promesse su una sede alternativa smentite poi sulla stampa dal vicesindaco, e dopo che il Sindaco ha affermato che per lui trattare significa accettare o rifiutare le sue proposte, hanno messo in atto il loro progetto di eliminazione di una realta' non asservita. Cio' che dimostrano e' solo la volonta' di mantenere il loro modesto potere con la violenza portando a Sassuolo un piccolo esercito pronto a bastonare qualche giovane solo perche' pensa con la propria testa e sente col proprio cuore.
Se questo sgombero e' il loro biglietto da visita elettorale, chissa' cosa succedera' nei prossimi mesi.

Piccolo Approfondimento Cronologico

Il Fassbinder e' un centro sociale vivo a Sassuolo da meta' degli anni 80, quindi con una lunga storia libertaria fatta di punk, anarchismo, cultura e autogestione. Negli ultimi 3 anni il Fass aveva ripreso piena attivita', dopo un periodo poco felice, cercando subito di ricreare libera aggregazione in una citta' dormitorio dominata da droga e sfruttamento lavorativo. Ultimamente, ricominciando a fare attività politica, il progetto era cresciuto. Il potere cittadino (rappresentato da neoeletti ex missini e leghisti) prese cosi' la decisione di recidere il fiore proprio mentre stava sbocciando perche' era chiaro che stavamo diventando una forza anti-autoritaria che avrebbe dato fastidio. Cosi', prendendo come pretesto il nostro rifiuto di farci schedare attraverso l'iscrizione al registro provinciale delle associazioni, iniziarono in novembre l'iter di sgombero. Dopo un paio di mesi di lotte decidemmo di fare al sindaco proposte alternative all'iscrizione al registro prendendo spunto dalle situazioni di tanti altri centri sociali storici in italia, la sua posizione e' rimasta quella di sempre: eliminare la nostra realta'. Con le lotte e questa mossa politica siamo riusciti a portarli a sgomberare in piena campagna elettorale per le regionali. Lo sgombero c'e' comunque stato ma ora abbiamo davanti alcuni mesi in cui loro sono piu' vulnerabili, e comunque la partita e' ancora tutta aperta perche' il Fassbinder e' vivo e le idee non si sgomberano.
Lasciamo qui anche un link del nostro myspace per informazioni e altro www.myspace.com/rwfassbinder

Collettivo R.W. Fassbinder

.RASSEGNA STAMPA.
Circolo Fassbinder: Storia E Motivazioni Dello Sgombero (Modena 2000)
Sassuolo: Sgomberato Il Circolo Fassbinder (Sassuolo 2000)
Aimi (Pdl) Su Sgombero Fassbinder: "Ecco La Politica Del Fare. Un Sentito Plauso A Caselli" (Bologna 2000)

.CONDIVIDI.