Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Politica ­Repressione A Torino: Arrestati Diversi Antirazzisti E Sostenitori Di Radio BlackOut
­Repressione A Torino: Arrestati Diversi Antirazzisti E Sostenitori Di Radio BlackOut Stampa
Politica
Scritto da Sghigno   
Mercoledì 24 Febbraio 2010 07:00
Era da un po' che la parola blitz non andava di pari passo a anarco-insurrezionalisti, quella parola composta che, purtroppo fin troppo spesso, riempie le bocche dei giornalisti e dei soliti pennivendoli. Tutto cio', guardando poi ai fatti, si traduce con operazioni massicce di polizia e relativi arresti e perquisizioni, stavolta nel piemontese, ma anche in citta' vicine.
Ecco che, nel giro di qualche ora, vengono svelati nomi, cognomi, vite personali degli arrestati ed a questi vengono affibbiate decine e decine, perche' fortunatamente sono cosi' numerose, di azioni antirazziste negli ultimi mesi. Il codice penale e' ricco di capi d'accusa in questi casi, non mancano a pm e giudici gli strumenti per ingabbiare l'amore per la liberta', la gioia di chi lotta con chi vive ai margini dell'esistente, chi viene rinchiuso per mesi in un lager per il semplice motivo di essere nato altrove.
­
I compagni arrestati oggi ovviamente non solo i soli, basti pensare ai compagni leccesi ancora sotto processo ed a tanti altri (non ultimi gli arresti di questi giorni a Parigi di altri compagni).
Allo stesso tempo cercano di sferrare l'ennesimo attacco contro Radio BlackOut, gia' ai ferri corti con le istituzioni sia per propria indole sia per motivi burocratici di sfratto e censura.
Una voce che, specialmente a Torino ma che e' ascoltata ovunque, ha permesso di dar spazio a decine di migranti rinchiusi nei CIE, a decine di compagni che hanno potuto testimoniare le proprie lotte ed i propri percorsi di resistenza allo stato di cose che viviamo giornalmente.
Vi ricordo un paio di indirizzi per seguire queste e tutte le altre vicende: radioblackout.org, informa-azione.info e autistici.org/macerie.
Qui chiudo le mie brevissime considerazioni e vi faccio leggere un comunicato pubblicato dai compagni torinesi:

Comunicato Stampa
Torino 23 Febbraio 2010. Operazione Di Polizia Contro L'Antirazzismo E La Solidarieta'.

Questa mattina, 23 Febbraio 2010, la Digos di Torino, su ordine del PM Padalino, ha effettuato decine di perquisizioni in citta' e in altre localita' del Nord Italia. Sei compagni sono stati tratti agli arresti (tre in carcere e tre ai domiciliari) e altre decine hanno visto irrompere all'alba agenti in divisa che hanno portato via computer, telefoni, volantini, e scatoloni di materiale cartaceo. L'accusa alla base di questa mega-operazione di polizia e', come al solito, un reato associativo, che consente cosi' arresti e obblighi cautelari per compagni accusati di nient'altro che del loro...Impegno Antirazzista!
Gia', proprio cosi', perche' a leggere gli stessi atti dell'indagine i reati contestati non sono nient'altro che iniziative pubbliche, presidi, azioni di strada e di piazza, volantinaggi, che negli ultimi mesi hanno cercato di rompere il silenzio attorno al dilagante razzismo e delirio sicuritario che sta trasfigurando il volto alle nostre citta'.
Per chi ancora non se ne fosse accorto, infatti, nelle nostre citta' incombono campi di concentramento, in cui si rinchiudono uomini e donne il cui unico reato e' esser riusciti a fuggire dalle loro terre senza affogare nel Mediterraneo come centinaia di loro fratelli. Ogni giorno rastrellamenti e deportazioni costringono gli abitanti dei quartieri poveri alla clandestinita' e, soprattutto, alla rassegnazione, ad accettare condizioni di vita e di lavoro sempre piu' miserabili. Gli "italiani", dal canto loro, sembrano non far altro che aggrapparsi ai miseri privilegi che un capitalismo in agonia non ha ancora strappato loro, rincoglioniti dalla propaganda razzista che giorno dopo giorno soffia sul fuoco della guerra tra poveri e della paura.
Questa operazione di polizia non e' che l'ennesimo tentativo, questa volta in grande stile, di mettere a tacere chi non si e' rassegnato alla paura, chi ha ancora il coraggio di praticare la solidarieta' tra sfruttati e di urlarlo, a testa alta, nel silenzio...I capi d'accusa, infatti, non parlano d'altro che di solidarieta', quella che gli indagati sono incolpati di aver dato agli immigrati in lotta, una lotta accanita nei CIE di tutt'Italia e, nello specifico, nel lager di corso Brunelleschi.
Non e' un caso, quindi, che nell'ambito di questa indagine, stamattina, la polizia ha fatto irruzione anche nella sede di Radio Black Out (105.250 fm), l'unica radio libera dell'etere torinese, dai cui microfoni erano soliti parlare diversi degli antirazzisti arrestati e che, negli ultimi mesi in particolare, si e' fatta voce per le tante battaglie che nonostante tutto insidiano la passivita' torinese, dagli immigrati agli studenti, dai lavoratori ai NOTAV, ecc.
Non stupisce dunque il fastidio e la paura dei potenti torinesi e dei loro sgherri, che di fronte ai rumori di battaglia cercano di colpire chi non ha mai fatto segreto di voler soffiare sul fuoco, per alimentare i pochi, sparuti ma orgogliosi, segnali di vita in una citta' morente...
...Non Sara' Certo Un Miserabile Pubblico Ministero E La Sua Cricca A Fermare LA Solidarieta', L'Antirazzismo E La Voglia Di Dare Battaglia...
Antirazzisti Senza Patria

­Per mandare telegrammi i riferimenti sono (186 da telefono fisso)
Andrea Ventrella, Fabio Milan e Luca Ghezzi
Via Pianezza 300, 10151 Torino (To)

.LINKS.
Home Page: http://radioblackout.org/
Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Radio_2000_Blackout
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.RASSEGNA STAMPA.
Blitz Della Digos Contro Gli Antagonisti (La Stampa)
Anarchici Arrestati, Sono Oltre Cinquanta Gli Episodi Contestati (La Stampa)
Piemonte - Torino, Anarchici: 21 Indagati (Virgilio)
Blitz Contro Anarco-Insurrezionalisti, 3 Indagati A Rovereto (ANSA)
Torino, Sette Anarchici In Manette (Il Giornale)
Radio BlackOut Sotto Attacco (Informa-Azione)
Radio BlackOut: Una Voce "Scomoda" Verso Lo Sfratto (InfoAut)
Gli Incompatibili Di Radio BlackOut (InfoAut)
Radio BlackOut Lancia La Campagna: "Spegni La Censura, Accendi BlackOut" (InfoAut)
Solidarieta' A Radio BlackOut dall'Anpi (InfoAut)

.CONDIVIDI.