Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Politica Perugia Fascistopoli (di Info404)
Perugia Fascistopoli (di Info404) Stampa
Politica
Scritto da Joel   
Giovedì 12 Giugno 2014 09:00
CagaPound Itaglia
Perugia Fascistopoli (di Info404)

http://info404.net/article/perugia-fascistopoli

Info404

Ne' rossi ne' neri semplicemente fascisti

Cos'e' "Casa Pound"? Come scrisse G. Bocca, "un misto di azioni punitive e futurismo, di finta lotta per le case per gli sfrattati e di crani rasati, di camice nere e di fotografie di Mussolini; un trionfo dell'ignoranza: la negazione dei campi di sterminio, unita a gare di canto e a banchetti...".
E dietro a tutta questa confusione e questa miseria culturale "il convincimento antico, cresciuto nei secoli della storia occidentale: il dominio dei bianchi, la voglia d'impero, che arrivano dal colonialismo del novecento, avere il monopolio atomico, la supremazia militare, il consumo e l'uso della ricchezza del mondo, come qualcosa di naturale, di dovuto".

Come ha spiegato in un'intervista il leader di Casa Pound Gianluca Iannone: "Una delle nostre prime qualita' (ritengo) sia stata la capacita' di rivoluzionare modelli e simboli della comunicazione (...) fermo restando che il patrimonio storico/politico del Ventennio (fascista) rappresenta per noi un enorme ed attualissimo pozzo da cui attingere". I cosiddetti "fascisti del terzo millennio" si rifanno apertamente alla legislazione sociale del fascismo e soprattutto al Manifesto di Verona, atto fondante della Repubblica di Salo' (serva di Hitler e del nazismo, contro cui si batterono i partigiani).

Casa Pound italia da un punto di vista politico propone un esperimento di "fascismo sociale" che si muove sui terreni specifici della sinistra antagonista: la riappropriazione di spazi abbandonati e azioni di solidarieta' nelle periferie nei confronti dei senzacasa, nuovi poveri, il mutuo sociale etc. Casa Pound tenta lo sfondamento tra le nuove generazioni, all'insegna di un giovanilismo apparentemente trasgressivo ed antisistema, arrivando a contendere alla sinistra figure simboliche come Jack Kerouac, Rino Gaetano, Peppino Impastato e Che Guevara.

Dietro un generico "antimperialismo" e l'attacco retorico al sistema partitocratico Casa Pound assegna una forte centralita' ai temi del contrasto all'immigrazione, dell'antieuropeismo, della valorizzazione dell'identita' nazionale, dell'antisemitismo, del controllo politico della magistratura, del razzismo. A questi si aggiungono anche altri temi come il ripristino della leva obbligatoria, il ritorno all'energia nucleare, l'istituzione di Tribunali Speciali.
Casa Pound si dichiara poi contro le Banche e contro l'usura ma riecheggiando in questo le peggiori teorie antisemite.

Per quanto si dichiari una forza antisistema e anticapitalistica dietro Casa Pound aleggia l'ombra dell'Arlecchino fascista servo di piu' padroni. Per i cosiddetti "fascisti del terzo millenno" il fascismo e' "una visione del mondo" e lo e' con tutti i suoi accomodamenti e demagogie interclassiste dove sfruttati e sfruttatori si abbracciano in nome di un fantomatico interesse supremo, l'interesse nazionale.
Dietro un movimentismo di facciata rimane la teoria della collaborazione organica tra datori di lavoro e lavoratori mediata dallo Stato.
Uno Stato forte, etico.
Alla fine i militanti di Casa Pound conoscono una sola liberta', quella dello Stato e adottano per davvero una sola parola d'ordine: "un popolo, un Reich, un fuhrer". La pretesa di Casa Pound e' la stessa di ogni fascismo: mascherare i conflitti di classe "nel superiore interesse della nazione"...

Lo sradicamento, l'insicurezza sociale, l'abisso fra miserevoli e precarie condizioni di vita quotidiana e l'illimitatezza dei desideri, l'instabilita' dei ruoli sociali, il bisogno di sicurezza... prodotta da enormi sconvolgimenti produttivi e demografici oggi tende a spostare la ricerca dell'identita' individuale e collettiva nelle proiezioni fantastiche e mistiche della "comunita' delle origini", del "principio del sangue, della famiglia, della patria...".
Casa Pound si nutre di tutto cio' con tutto il suo amalgama di emozioni ribelli e idee sociali reazionarie. La mentalita' dei militanti di Casa Pound, per quanto coniugata al presente in forme nuove di comunicazione, rimane la stessa imperante nel fascismo storico degli anni '20 e '30 del secolo scorso: "La mentalita' fascista e la mentalita' dell'uomo della strada , smanioso di sottomettersi a un'autorita' e allo stesso tempo ribelle..."

Casa Pound e' un bluff. Comunque mai dimenticare che persino la marcia su Roma fu un bluff, un atto di guerra psicologica che porto' a ventanni di dittatura fascista.

Ora e sempre Resistenza contro la fascistizzazione della societa'.

.LINKS.
Fonte: Perugia Fascistopoli (di Info404)
Home Page Info404: http://info404.net/
Facebook Info404: https://www.facebook.com/pages/Info404net/126374254108234

.CONDIVIDI.