Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Politica Leoncavallo, Storico Accordo Dopo Vent'Anni: Cabassi Cede L'Immobile Al Comune Di Milano (di La Repubblica)
Leoncavallo, Storico Accordo Dopo Vent'Anni: Cabassi Cede L'Immobile Al Comune Di Milano (di La Repubblica) Stampa
Politica
Scritto da sberla54   
Martedì 05 Agosto 2014 09:00
Leoncavallo
Leoncavallo, Storico Accordo Dopo Vent'Anni: Cabassi Cede L'Immobile Al Comune Di Milano (di La Repubblica)

Il colosso immobiliare ricevera' in permuta l'ex plesso scolastico in via Zama 23 e l'immobile in via Trivulzio 18 da Palazzo Marino. Che a questo punto potra' regolarizzare la situazione del centro sociale

http://m.repubblica.it/mobile/r/locali/milano/cronaca/2014/07/31/news/leoncavallo_storico_accordo_dopo_vent_anni_cabassi_cede_l_immobile_al_comune-92832112/

La Repubblica

Un centro sociale da sfrattare o un patrimonio da salvaguardare. Milano torna a dividersi sul Leoncavallo. La giunta guidata da Giuliano Pisapia ha approvato l'atto di permuta immobiliare con la societa' L'Orologio, proprietaria dello stabile in via Watteau 7.
La proposta di delibera da sottoporre al consiglio comunale si inserisce in un percorso che "consente di superare le criticita' e di valorizzare anche parti del patrimonio pubblico oggi in disuso e abbandono, fonti anche di problemi di sicurezza", spiegano da Palazzo Marino. Parole criticate da alcuni esponenti dell'opposizione come l'ex vicesindaco Riccardo De Corato ("il Comune sta favorendo i violenti") o dall'ex ministro Mariastella Gelmini. che non esita a definire la mossa del Comune "un passo falso", mentre la Lega Nord e' pronta a apporsi in aula "con ogni mezzo".

La permuta prevede che l'edificio diventi di proprieta' dell'amministrazione comunale. "Esiste la possibilita' di trasformare una situazione di irregolarita' in un'opportunita' per la citta' - si legge nel provvedimento - superando situazioni di criticita' con ripercussioni sulla qualita' del territorio e sull'ordine pubblico, come evidenziato anche dalla prefettura". Tutto cio' "nel perseguimento dell'interesse pubblico ad acquisire un immobile nel quale sia possibile localizzare progetti in grado di dare risposte efficaci ai bisogni di spazi fruibili per attivita' creative e culturali che emergono, in particolare, nella fascia più giovane e debole della popolazione".

Oltre a cedere al Comune di Milano la proprieta' dello stabile di via Watteau, il privato realizzera' in via Zama uno spazio polifunzionale. Palazzo Marino, invece, ha ritenuto idonei per la permuta due edifici comunali attualmente in disuso: lo stabile di via Trivulzio 18 e l'ex plesso scolastico di via Zama, per il quale il provato si impegna a non insediare funzioni residenziali libere per un periodo di dieci anni e a consegnare lo spazio polifunzionale per il quartiere entro tre anni.

La storia del Leoncavallo inizia con l'occupazione, il 18 Ottobre 1975, di uno stabile di via Mancinelli. Solo una volta entrati nello stabile gli occupanti si resero conto dell'enorme magazzino abbandonato adiacente che si affacciava su via Leoncavallo e che divenne la loro sede fino al 1994. In quell'anno uno sgombero costringe gli occupanti ad abbandonare lo stabile e a iniziare un cammino che portera' a piu' di qualche tensione con le forze dell'ordine e all'occupazione, l'8 Settembre 1994, di una ex cartiera in via Watteau, in zona Greco, di proprieta' della famiglia Cabassi. Negli anni successivi viene piu' volte annunciato lo sfratto e lo sgombero, viene ipotizzata la costituzione di una cordata di 'garanti' e il centro sociale si dice disponibile a pagare un affitto. Nel 2006 l'allora assessore Vittorio Sgarbi definisce i murales dell'ex cartiera una sorta di "Cappella sistina della contemporaneita'", mentre fino a oggi continuano le trattative con la mediazione dell'amministrazione comunale.

Oggi c'e' "un'opportunita' preziosa che vogliamo cogliere", dice l'assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino. Una scelta "che guarda al futuro e non al passato", per l'assessore Majorino, e un percorso che coinvolgera' presto il consiglio comunale, dove gli esponenti leghisti Massimiliano Bastoni e Luca Lepore saranno pronti a dare battaglia. "Con quale pudore il sindaco, la giunta e la maggioranza rossoarancio porteranno a termine questa porcata? - si chiedono - Cos'hanno da dire agli onesti cittadini che attendono in graduatoria, invano e per anni, la casa popolare?".

Contro la scelta della giunta comunale di Milano non ci sono solo critiche. "E' un passaggio straordinario, quello che si compie oggi attraverso la delibera che consegna al Comune di Milano lo stabile in via Watteau", commenta Anita Pirovano, coordinatrice Metropolitana di Sel Milano. "Il Leoncavallo e' un pezzo importante della storia e del presente della nostra citta', da un quarto di secolo laboratorio di progetti culturali, aggregativi e di inclusione sociale". E con questa delibera, sostiene Pirovano, si decide che "quel luogo e quell'esperienza sono una risorsa che non va sgomberata, ma anzi riconosciuta e valorizzata".
Italia Carra

.LINKS.
Fonte: Leoncavallo, Storico Accordo Dopo Vent'Anni: Cabassi Cede L'Immobile Al Comune Di Milano (di La Repubblica)
Home Page La Repubblica: http://www.repubblica.it/
Facebook La Repubblica: https://www.facebook.com/Repubblica
Twitter La Repubblica: https://twitter.com/repubblicait
Home Page Leoncavallo: http://www.leoncavallo.org/
Facebook Leoncavallo: https://www.facebook.com/leoncavallospa
Wikipedia Leoncavallo: http://it.wikipedia.org/wiki/Leoncavallo_%28centro_sociale%29

.CONDIVIDI.