Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Politica Il #FamilyDay Raccontato Da Un'Eretica (di Al Di La' Del Buco)
Il #FamilyDay Raccontato Da Un'Eretica (di Al Di La' Del Buco) Stampa
Politica
Scritto da sberla54   
Venerdì 26 Giugno 2015 09:00
Il #FamilyDay Raccontato Da Un'Eretica
Il #FamilyDay Raccontato Da Un'Eretica (di Al Di La' Del Buco)

https://abbattoimuri.wordpress.com/2015/06/20/il-familyday-raccontato-da-uneretica/

Al Di La' Del Buco

Ho ascoltato quasi tutti gli interventi fatti dagli ospiti sul palco del family day. Ho guardato le facce, le espressioni, mi e' sembrato di intuire le intenzioni di chi era in piazza. Tante famiglie numerose, quelli che hanno dieci figli a testa o poco meno. Tante persone che credono in qualcosa che non mi riguarda e poi la scommessa per una manifestazione partita dal basso, da quel che mi dicono, organizzata e popolata dai neocatecumenali e che non ha avuto l'appoggio delle grosse organizzazioni cattoliche (tipo Cl) ma ha ottenuto un cenno di assenso del Papa.
Non so distinguere tra le varie categorie comprese nel mondo cattolico, percio' perdonatemi l'approssimazione o qualche inesattezza.

Mi permetto pero' di fare una sintesi degli interventi che io ho ascoltato, includendo alcuni commenti a margine rubati su twitter.

La Miriano ha detto: "Ci dispiace per quelli che si sentono discriminati, ma e' la natura che discrimina."

Dunque il problema sta tutto li', nella solita battaglia tra cultura e natura. Cosi', gentilmente, vorrei capire se la natura ci ha fatte tutte per far figli, sposarci, servire i mariti e stare sottomesse, come lei suggerisce nei suoi libri. Non e' certo la natura che decide quali ruoli di genere ci riguarderanno in futuro o che tipo di desideri, inclusi quelli sessuali, dovremo seguire e soddisfare.

C'e' un video che e' stato condiviso da uno dei gruppi organizzatori e parla del gender, questo mostro contro il quale tanta gente si e' mobilitata. Ad un certo punto dice che: il gender si manifesta quando una ragazza puo' guidare un camion. Ditemi voi cosa significa o cosa ci sia di male sul fatto di guidare un camion.

Qualcuno fa un parallelismo tra la teoria del gender e la pedofilia. Su twitter si scrive che si vuole far passare la "teoria del gender" per poi legalizzare la pedofilia.

Ad un certo punto dal palco del #familyday si parla di "maschietti costretti a mettersi il rossetto dalle maestre".

Poi c'e' chi chiarisce che "Non vogliono le unioni gay e le adozioni gay, perche' un bambino ha diritto a un padre e una madre perche' solo cosi' un bambino cresce meglio." Sostanzialmente dicono che le unioni gay sarebbero un modo per accedere alle adozioni gay, percio' no pasaran, secondo il loro punto di vista.

Si lancia un appello: "Rifiutati di mandare tuo figlio in un campo di indottrinamento gender". Perche' c'e' la convinzione che se a scuola si vuole insegnare il rispetto della diversita', per prevenire il bullismo e l'omofobia, sarebbe come aprire le porte dell'inferno.

Mancava l'analisi sul basso tasso di natalita': "ci sono sempre meno figli e dunque bisogna farne di piu'". Ovviamente e' tutta colpa delle donne che abortiscono e delle coppie gay. Tutta gente che non fa il proprio dovere.

Parte l'intervento di Adinolfi, che si conclude con un'ovazione. Cosi' dice:

"Scalfarotto ha proposto un ddl che voleva mandarci in galera"- e credo si riferisca al ddl contro l'omofobia. Non capisco come si possa arrivare a queste conclusioni dato che, da quel che ricordo, il ddl distingueva le valutazioni sessiste contro i gay espresse in ambito "religioso" e quelle in zone laiche. Vale a dire che si lasciava liberta' di espressione religiosa, in misura di un rispetto verso credenze e dogmi e poi si parlava di altro genere di comportamenti e offese di stampo omofobico. La domanda era: se esiste il reato di istigazione al razzismo perche' non quello di istigazione all'omofobia? Del ddl non se ne sa piu' nulla e per quanto io non ami la galera, i reati e in generale l'uso di maniere forti a risoluzione di problemi che dovrebbero essere discussi in termini culturali, penso che Adinolfi, diciamo cosi', abbia un tantino esagerato.

Poi ha fatto tutto un discorso contro l'utero in affitto, occupandosi degli uteri e delle libere scelte altrui. Non si ritiene la donna, evidentemente, in grado di intendere e volere e di decidere se affittare o meno un utero o se fare una donazione di ovuli, per esempio. Infine conclude dicendo che i gay "vogliono essere Dio ma devono accettare i propri limiti e la propria natura".

Parte un altro intervento di una persona, forse spagnolo, di cui non ho capito il nome (Kiko Arguello?), credo sia il padre del movimento neocatecumenale. Si addentra nei meandri della narrazione sulle famiglie ed esplicita la sua preferenza per famiglie in cui la mamma fa la mamma e i papa' fanno i papa'. Dice che non esistono ruoli interscambiabili. Dunque le mamme accudiscono i figlioli e i padri portano il pane in casa? E che dire delle istanze dei padri separati che invece affermano esattamente il contrario? Cosa dire dei papa' che dicono che i ruoli sono interscambiabili e che un padre, un richiedente affido di un bambino, e' esattamente in grado di fare tutto quello che puo' fare una madre?

L'uomo continua e tira fuori una teoria complottista sull'Onu fatta di laici che vorrebbe una societa' in cui prevale l'ateismo. Non sono state citate fonti, dati, nulla. Dobbiamo prenderla per buona cosi' com'e'.

Poi comincia a mischiare discorsi e dalla famiglia finisce col parlare di violenza di genere, poi di femminicidio e poi di un padre che ha ucciso due figli. Dice che lo avrebbe fatto perche' gli mancava l'amore della moglie. E ora provate a seguire perche' questo insieme di parole potrebbe non avere senso per voi ma e' piu' o meno quello che lui ha detto (Qui il video con questa parte di discorso registrata integralmente): se la moglie lo lascia e va con un'altra donna lascia l'uomo senza amore e quindi tocca l'inferno, sente una morte tanto profonda che non sa come eliminare questo sentimento. Lui pensa: come posso fare capire alla moglie il danno che mi ha fatto, la sofferenza che ho. Ecco, uccidere i bambini, e uccide i bambini. Perche' l'inferno esiste. Non possiamo vivere se non siamo amati.

E allora possiamo concludere che le donne sono colpevoli di:

- mettere a rischio la natalita' e dunque l'economia di una nazione.

- affittare uteri a gay che si sentono come Dio.

- causare la morte violenta dei propri figli per aver lasciato un uomo a combattere contro l'inferno.

Sulle colpe dei gay, varie ed eventuali, potete fare un po' voi il conto.

Mi e' stato detto che bisogna osservare in modo costruttivo alle cose e io che costruttiva lo sono sempre, tentando di abbattere muri anche dove sono altri a ergerli, in questo caso non so davvero da dove si possa cominciare per ragionare serenamente di opinioni tanto diverse. E il punto non e' che sono opinioni diverse e basta. Il punto e' che queste opinioni toccano intimamente me e tante persone che mi somigliano. Sono opinioni che parlano di un progetto di societa' in cui a me donna, a te gay, viene assegnato un ruolo ben preciso. Per me quello di donna-riproduttrice-valium, per far figli e per non far sprofondare il marito all'inferno, anche se c'e' violenza nella coppia, e per un gay quello di umile servo di Dio che deve accettare il limite che riguarda il fatto che con un altro uomo non puo' riprodursi.

Osservo poi, ancora, tutto il ragionamento che tende a stabilire che la natura avrebbe assegnato a noi ruoli ben precisi. Il punto e' che io per natura saro' anche nata con una vagina e un utero ma tutto il resto, tutti gli altri compiti e ruoli che mi sono stati assegnati, non c'entrano nulla con la natura, cosi' come non c'entra il matrimonio, che non ha nulla di naturale. La natura non dice che io devo lavare i piatti, fare necessariamente figli, fare sesso con un uomo, sposarmi. La natura non dice che io devo comportarmi cosi' come piace ad alcuni e la stessa cosa vale per gli uomini, perche' queste valutazioni stereotipate e sessiste riguardano tutti. Se tu sei nato uomo, con un pene e spermatozoi pronti per la riproduzione, non e' detto che tu debba fare "l'uomo" cosi' come lo faceva mio nonno. La natura non dice cosa dovrai essere o chi dovrai amare. E questo non e' "gender" ma semplice buon senso.

In generale poi avviso di un rischio: il fatto che si demonizzi cosi' tanto una materia che neppure si conosce, cosi' come persone che vengono descritte come mostri, invece che come creature fatte di emozioni, sentimenti e tutto quel che compone un essere umano, non portera', secondo voi, a scontri tra integralismi, con irrigidimenti e incapacita' di ragionare in modo sensato? Dov'e' la strada per discutere di tutto cio' con le persone cattoliche di buon senso? Perche' so che ci siete e io vorrei ascoltare la vostra opinione. Che ne pensate?

Un ultimo appunto: quante delle persone di quella piazza, che lottano per la vita, sono a favore dell'accoglienza di immigrati e rifugiati che vengono da altri mondi? A me interesserebbe molto saperlo.

Ps: dimenticavo, uno dei gruppi organizzatori ha diffuso un volantino in cui e' scritto chiaramente che nel caso in cui i manifestanti volessero querelare chi li offende e commenta i loro contenuti, possono contare sul loro supporto. Io non ho mai avuto particolare attitudine ad attaccare le persone perche' per me la discussione e' sempre politica e non personale ma una domanda viene spontanea. Se Adinolfi temeva la galera per un ddl che parlava di istigazione all'omofobia e dichiarava contrarieta' rispetto a quel genere di soluzione, come si puo', allora, inibire la critica e il dissenso parlando di querele, nel caso in cui qualcuno volesse dare un giudizio politico sulle loro opinioni? Garantisti di comodo o cosa? Nel loro palco si puo' parlare di gender, pedofilia, e cose del genere e noi non dovremmo sentirci offesi? Invece a noi non e' permesso esprimere un giudizio politico? Fate voi.

.LINKS.
Fonte: Il #FamilyDay Raccontato Da Un'Eretica (di Al Di La' Del Buco)
Home Page Al Di La' Del Buco: http://abbattoimuri.wordpress.com/
Facebook Al Di La' Del Buco: https://www.facebook.com/AbbattoMuri
Twitter Al Di La' Del Buco: https://twitter.com/FikaSicula
Tumblr Al Di La' Del Buco: http://abbattoimuri.tumblr.com/
E-mail Al Di La' Del Buco: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.