Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Interviste Intervista Ai Livore HC Su SilentProject
Intervista Ai Livore HC Su SilentProject Stampa
Interviste
Scritto da Joel   
Sabato 04 Giugno 2011 05:00
Livore HC
http://diy.silentproject.net/2011/03/intervista-livore-hc-15-marzo-2011.html

SilentProject

SilentProject: Livore: un semplice ed efficace termine per esprimere la vostra furia musicale...mi piacerebbe saperne un po' sulla vostra storia, tanto per cominciare. So che alcuni di voi hanno militato nei Mascons, band ormai non piu' esistente...

Livore HC: Si, alcuni di noi, o meglio Sciaska, era il bassista dei Mascons gruppo abruzzese che sicuramente ha avuto un'influenza su noi tutti e a cui siamo molto legati. Dalla furia musicale dei Mascons sono nati poi diversi progetti a cui i loro componenti hanno dato vita attivandosi nella scena punk hc italiana: Golden Violence, Lyon Estates, BanxThis!, Rise From The Agony e Livore appunto.
Cio' che sentiamo legarci loro e' la stessa attitudine nel fare musica: diretto e furioso, qualcosa che dirompe all'esterno cosi' come viene senza pensare troppo al genere in cui incasellarci, questo in realta' non ci interessa per niente.

SilentProject: Spulciando il vostro sito non fate mistero della vostra attitudine animalista ed antifascista: l'Italia di oggi vive, ormai senza neanche nasconderlo, in una situazione fatta di corruzione, favoritismi, violenza sui piu' deboli e cricche che si auto-tutelano a svantaggio di quelli che li hanno eletti...esiste un margine di miglioramento possibile di tale societa' in qualche modo, secondo voi?

Livore HC: Dunque bisogna innanzitutto forse far chiarezza su cosa intendi qui con il termine societa'. Se ti riferisci alla cricca di politicanti che seguono ciecamente i dettami del capitalismo ed e' arroccata nei palazzi a difendere i propri privilegi a discapito di tutto e tutt*, noi in questa non vediamo margini di miglioramento e non crediamo neanche che possano essercene attraverso essa. Se invece ti riferisci alla societa' civile, quella che vive e subisce le scelte dei potenti, a volte consapevolmente a vole ostinandosi a non voler rendersene conto, pensiamo e sosteniamo che necessariamente attraverso questa debba esserci una rottura e un cambiamento. E' proprio a quest'ultima ci rivolgiamo, che sia attraverso la musica o sostenendo forme di lotta e riappropriazione di diritti e dignita', cerchiamo di portare avanti forme di autorganizzazione e motodologie alternative a quelle imperanti, con l'intento di dare una scossa alle coscienze assopite.
In particolare tra le tante problematiche quella dell'antispecismo e' di primaria importanza. Non solo perche' riguarda la sofferenza inutile provocata agli animali da parte dell'uomo ma per il modello di produzione capitalista e consumista che sfrutta l'uomo e devasta l'ambiente per produrre cibo e beni di bassissima qualita', comprendendo dunque al suo interno tematiche di ampia portata.
Riguardo l'antifascismo, ci siamo stancati dell'ambiguita' che troppo spesso si nasconde dietro una certa scena Hardcore, noi abbiamo subito voluto mettere le cose in chiaro: con i fascisti non si suona insieme, i fascisti si combattono, tutti i giorni e su tutti i fronti. A prescindere dalla musica, il nostro impegno militante contro i movimenti neofascisti e' costante.

SilentProject: Nuovo album: presentatelo ai nostri lettori! Tematiche, copertina, brani, distribuzione...

Livore HC: Il nostro cd Allevatori Di Morte parla un po' di tutto cio' di cui abbiamo parlato fin'ora, che e' un po' la nostra visione di come vanno le cose su questo pianeta. Se la prende col rapporto di potere tra l'uomo e l'ambiente, dell'uomo sull'uomo, questo sullo sfondo di cio' che sono le problematiche che incontriamo giorno per giorno, schiavitu' da lavoro, antifascismo e repressione.
Per cio' che concerne la copertina ci siamo affidati all'estro creativo del nostro amico Silent che ha vomitato per noi una fantastica copertina come solo lui sa fare.
La distrubuzione sara' rigorosamente DIY ma al momento siamo al passaggio precedente: stiamo cercando etichette indipendenti che ci producano, ma alle brutte non ci spaventa fare le cose da soli.

SilentProject: Il pezzo che ho apprezzato maggiormente e' stato senza dubbio "Inno Individualista", che - al di la' dell'idea originale di trarre il testo da un canto della tradizione anarchica - possiede un sentire legato molto profondamente alla scena HC italiana anni 80: mi riferisco a Indigesti, Negazione, Raw Power e compagnia...potete confermare questa attitudine? In altri termini quali sono le vostre influenze o semplicemente ascolti preferiti?

Livore HC: Mha, onoestamente c'e' da dire che non e' cosi' originale trarre il testo da vecchi canti lotta, molti gruppi punk hc lo hanno gia' fatto (Rancore, Youngang, Angry Brigade - mia ignoranza, evidentemente, ndr). A noi questa canzone piaceva in particolare, abbiamo provato un po' per scherzo a rifarla a modo nostro e poi e' venuta fuori sta roba che secondo noi spacca, ci gasavamo troppo quando la suonavamo e quindi eccola qua.
Per cio' che dici sulle nostre influenze sicuramente affondano le radici nel punk hc anni 80 ma non solo. Tra le band da cui ci sentiamo influenzati, perche' ascoltati fino alla nausea, possiamo annoverare Sottopressione, Wretched, Negazione, Frammenti, Grandine, Ingegno, Affluente, Kafka, LeTormenta, Mascons e Tear Me Down.

SilentProject: Come sono state le vostre esperienze dal vivo? Suonate solo in spazi autogestiti o anche nel classico locale...? Non e' sempre facile trovare spazio per questa musica in Italia...

Livore HC: Le nostre esperienza dal vivo sono state molto positive e divertenti. Suonare davanti a persone che pogano e ti si lanciano contro e' un piacere indescrivibile. Noi amiamo suonare in contesti di benefit dove la serata non sia fine alla musica ma anzi dove quest'ultima sia solo uno dei tanti mezzi per portare avanti lotte e dunque l'autofinanziamento delle stesse.
Detto cio' e' chiaro che ci troviamo a nostro agio in squat e csoa ma c'e' da dire che non dappertutto purtroppo ci sono spazi liberati. Per esempio volendo suonare in situazioni di provicia, l'Abruzzo o altro, spesso non ci sono spazi occupati dunque suoniamo anche in locali perche' pensiamo sia importante non escludere le province e rintanarci solo nei posti a noi congeniali e portare anche li' un po' di hc. Dunque non abbiamo un'ortodossia sulla questione ma valutiamo ogni volta a seconda del contesto e della situazione.

SilentProject: Come vedete questa ben nota diffusione di internet per la musica? Io da diversi anni ho l'impressione che internet se ne sbatta un po' troppo della nostra privacy ed assecondi varie derive populistiche...rischiando di legittimare un controllo totale dei navigatori e delle loro preferenze. Il discorso e' chiaramente collegato al vostro dichiarato rifiuto del circuito MySpace...

Livore HC: Circuiti musicali indipendenti che tendono all'autoproduzione non vediamo come possano essere coinciliabili con MySpace e le trovate commerciali tese solo a fare profitto. Pertanto noi non le utilizziamo anzi pensiamo che vadano assolutamente boicottate.
Per il discorso sulla privacy invece e' differente: internet e' come una piazza se urli il tuo nome non ti curi della privacy ma il problema non e' la piazza in se', ma l'uso che ne fai. Il punto sta nel come si usano gli strumenti che abbiamo a disposizione. Internet puo' essere usato consapevolmente scegliendo progetti e piattaforme che tutelano la privacy che scelgono la condivisione delle risorse e la liberta' di informazione.
Vengono portati avanti per fortuna, che so per citare qualcosa Autistici.org, Indymedia, sta a noi scegliere se supportare quelli piu' vicini al nostro agire o se foraggiare quelli che mirano solo a costruire imperi anche a scapito della nostra privacy.

SilentProject: Avete suonato di recente all'ex Mattatoio di Perugia se non erro...com'e' stata l'esperienza? Qualche anno fa ho avuto modo di avvicinarmi a quella realta', sempre per un concerto hardcore...ottima serata, pubblico vivissimo...a voi com'e' andata?

Livore HC: Da paura anche per noi! Bella serata, pubblico super agitato, impianto potente come mai ci era capitato, calda ospitalita' dai perugini e poi il piacere di suonere con LeTormenta (che come ho detto e' uno dei gruppi con cui qualcun* di noi sta troppo in fissa)

SilentProject: Abbiamo finito, vorrei che concludeste come preferite... grazie mille!

Livore HC: Mentre dibattiamo cercando di articolare risposte sensate siamo in macchina, in viaggio con i Ludd Rising per Molfetta e Lecce dove suoneremo per 2 serate, quindi ci piace salutarvi cosi'. Grazie a te per il tuo interesse e allo spazio che ci hai dato per esprimerci.
Saluti HC
Daje tutti!

.NOTA.
Potete scaricare la demo dei Livore HC nella pagina di album in free download del sito SilentProject oppure direttamente da qui.

.LINKS.
Home Page Livore HC: http://www.livore-hc.net/
E-mail Livore HC: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Home Page SilentProject: http://diy.silentproject.net/
MySpace SilentProject: http://www.myspace.com/silent-project
Facebook SilentProject: http://www.facebook.com/pages/SilentProject/185204658174739

.CONDIVIDI.