Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Interviste Intervista a Simone Lucciola!
Intervista a Simone Lucciola! Stampa
Interviste
Scritto da ThePuNkshOw   
Martedì 05 Giugno 2007 20:46
eccoci qua.
dopo circa due mesi che l'intervista era gia fatta
mi son deciso a renderla pubblica,
questa sara la prima di una lunga serie...
son gia state "fatte" altre due interviste solo che mi rompo a pubblicarle..

Comunque, nel leggi tutto vi aspetta una goduriosa vista di donnine nude in posizioni arrapantissime e forse ci potrebbe anche essere un interessantissima intervista a un pierciballi dei poveri.. un poeta mancato.. un fumettista schivato e un musicista decisamente arrivato!

Mr e Mrs. ecco a voi Simone Lucciola
mostrato in tutto il suo splendore.

Si.. puo' anche essere che sto nome non vi dica un cazzo ma guardate nel Leggi Tutto e capirete chi è asd
nell'intervista saran usate le sigle Mr. T e Mr. S
spero non ci sia bisogno di spiegarvi a chi si riferiscono.. intervista a simone lucciola aka lamette.it aka blood 77 aka gioventu bruciata

cazzo.. hai visto che presentazione?
degna di un rè..
cosa chiedere a cotanta grazia..

Mr. T - iniziamo cosi va, abbattiamo la vacca:
quanti anni hai accumulato? che lavoro fai attualmente e quanto ti senti realizzato fin'ora!

Mr. S - bella domanda...
ho accumulato la bellezza di 28 anni, quindi sono in giro da dodici o tredici anni suppergiù.
attualmente svolgo un lavoro d'ufficio presso l'azienda familiare, il che si concilia il meno peggio possibile con la mia veneranda età e col fatto che ho bisogno di tempo libero da dedicare alle mie cazzate e non sono troppo compatibile con un supervisore estraneo.
realizzato? se per realizzato intendi "quante soddisfazioni ti sei tolto finora?", allora ammetto che sono state tante. sicuramente ho avuto più fortuna di molta altra gente, ma forse me la sono anche rischiata più di loro.
per intenderci: una persona un minimo sensata non prenderebbe una laurea per poi non andare manco a ritirarla. però una persona sensata si farebbe rovinare la vita dagli altri, io invece me la rovino da solo.

Mr. T - asd ok, è dura tenere aggiornata una webzine come lamette.it ? da soddisfazioni? grane? quanti cd-demo-libri ti arrivano al mese? riuscite a rientrare coi costi del provider? in quanti siete nello staff? ..e dicci la verità, quanto ci guadagni?

Mr. S - in realtà non è poi così dura, da quando il lavoro è diviso a mezzi con lo svedese.
sicuramente gestirla da solo era un problema, tant'è che la stavo mandando lentamente alla deriva.
quel sito - esattamente come ogni altra cosa che abbia a che fare anche lontanamente con il punk - è una fonte continua di soddisfazioni e dispiaceri in connubio.
ti faccio un esempio.
intervistare un gruppo che hai amato fin da ragazzino è un piacere impagabile, come è un piacere immenso essere citato nei ringraziamenti di un disco che ritieni di importanza fondamentale...
meno piacevole invece è avere a che fare con un universo variegato e il più delle volte fastidioso e incompatibile con la tua sensibilità.
a questo proposito, condivido pienamente un comunicato di Perno che ho letto poche ore fa. a volte lo sbattimento viene ricompensato con l'invadenza di un sacco di gente che si attacca a te come una tetta a cui succhiare tutto il possibile.

Mr. T - mannaggia a te non mi anticipare le domande ahuah

Mr. S - il problema è che oggi come oggi tutti fanno dischi, o scrivono, o comunque hanno pretese espreive di sorta, a prescindere dalla qualità di quello che fanno. e se da un lato è un bene, dall'altro c'è una saturazione delle risorse, anche dal punto di vista delle energie mentali.
in sintesi: se più gruppi si preoccupassero di fare musica decente, anziché di autopromuoversi senza criterio mandando tonnellate di newsletter inutili e intasando la mia casella di posta, o chiedendo di essere recensiti senza sprecarsi a spedirmi il disco con lettera di accompagnamento (come vorrebbe non solo il DIY, ma anche l'educazione), il mio lavoro su lamette sarebbe certo più gratificante.

Mr. T - riuscite a mettere online tutto quello che vi arriva?
cè stata qualche volta che un gruppo o un etichetta vi ha fatto pressioni x mettere online na recensione/articolo?
insomma.. esiste la mafia sulle webzine?

Mr. S - riusciamo a mettere online tutto quello che ci sembra anche minimamente attinente con la webzine, anche se io preferisco glissare piuttosto che parlare eventualmente male, mentre Sveden preferisce recensire tutti e rimarcare apertamente i difetti più evidenti. due linee che mi sembrano comunque giuste.
la mafia? esiste eccome. ed è fortunato chi ce l'ha, dal momento che non tutte le etichette si preoccupano di spingere i gruppi della loro scuderia presso una qualsiasi testata, per cartacea o telematica che essa sia.
c'è e c'è sempre stato anche chi si limita a stampare il disco, intascarsi una parte dei soldi del gruppo che ha prodotto (tanto ormai crescono come i funghi) e sbattersene totalmente.
fermo restando che una mafia di qualità si occupa di pizzi di qualità. un clan minore si limita a produrre qualsiasi cosa ritenga che possa portargli soldi e/o notorietà, e rimane sempre un clan minore.

Mr. T - come e quando ti è balenata l'idea di dar vita a tale creatura? hai subito ricevuto consensi o l'inizio è stato duro scalare la vetta?

Mr. S - in realtà non c'è stata alcuna vetta da scalare. ho letto fanzine per anni, divorandone alcune, pulendomi idealmente il culo con altre. infine ho deciso di farne una mia perché mi servivano contatti per la Gioventù Bruciata. tutto qua.
se non avessi ricevuto alcun riscontro probabilmente sarebbe finita lì. quindi se esiste ancora lamette, probabilmente è merito di chi non ha mai smesso di leggere i miei articoli e di scrivermi o telefonarmi o venirmelo a dire.

Mr. T - immagino che improvvisamente ti si siano raddoppiati se non triplicati gli "amici", in quanti ti si son attaccati come zecche solo per finire su lamette? (recensione-articolo-etc)

Mr. S - non esageriamo... lamette non è mica rolling stone! il mio approccio con il prossimo non è cambiato mai, del resto. pacche sulle spalle sempre a tutti, amici solo se qualcosa ci ha unito o ci unisce al di là di una conoscenza fortuita.
poi magari sì, mi è capitato qualcuno esageratamente assillante, ma niente di più...

Mr. T - non era meglio creare un sito tipo suicide girls o punkadeka? (stile vetrine di amsterdam)
almeno ci tiravi su qualche soldone

Mr. S - sicuramente se ci tiravo su qualche soldone era meglio. ora come ora mi prendo soltanto i soldi dei banner, il che mi sembra sinceramente il minimo, visto che un eccesso di banner deturpa la continuità grafica di un sito, e quindi uno deve avere un buon motivo per metterli.
metterei volentieri su un sito tipo suicide girls rivolto a un'utenza di tipo femminile, se non altro per offrire una contropartita, ma non credo che il mio culo o i miei genitali siano molto interessanti.

Mr. T - è nata prima la "fanza" o il sito?
come procede la stesura del nuovo numero.. lamette comics n°5.. quando uscirà? qualche anticipazione sui contenuti che ci saranno?

Mr. S - è nato prima il sito.
la fanzine è un esperimento mio e di rocco lombardi (sbrock) che si sta evolvendo nel corso del tempo. dopo un inizio come giornalino punk in senso classico, abbiamo deciso di dedicarci quasi interamente al fumetto underground, questo sconosciuto. e pòrcudìo non retrocederemo, anche se non tutti sono interessati all'argomento.
lamette numero 5 è in lavorazione, nel senso che stiamo raccogliendo e gestendo i contatti e io ho finito la settimana scorsa di disegnare la mia storia destinata al nuovo albo.
posso anticiparti da ora che sarà uno spaghetti special, uno speciale sul fumetto italiano. quindi tutti gli autori saranno rigorosamente ubicati nella nostra e florida terra.
ti anticipo anche che non ripeterò mai più un'esperienza simile, dal momento che come sempre tutto ciò che è italiano è complicato e volubile. facevamo prima a fare uno special sul fumetto aborigeno.

Mr. T - in un periodo che ci ha lasciato diversi lutti vedi il prof. bad trip, cosa pensi ci riservi il futuro parlando del tema artistico underground? gia addocchiati nuove leve promettenti? le lancerete nel nuovo numero? qualche nome?

Mr. S - i miei preferiti di sempre - anche sul piano strettamente umano, nel senso che li ho conosciuti oltre i loro disegni e mi sono piaciuti - sono maicol & mirco, ss-sunda, silvano, ratigher, il dr. pira, paper resistance, tuono pettinato, tanto per farti qualche nome. non a caso nel prossimo lamette ci saranno tutti, o almeno credo/spero. potrei citarti molti altri autori che adoro, a partire dal grande johnny grieco, ma non stiamo parlando di veterani, giusto?

Mr. T - asd no, pero va bene lo stesso la risposta...
immagino che in molti ti cagheranno il cazzo quando vengono a sapere che facevi parti dei gloriosi Gioventu Bruciata.. quindi mi viene spontaneo farti sta domanda che mai nessuno ti avrà posto: una possibile reunion dei gioventu bruciata.. a quando?

Mr. S - no, hai ragione, mi suona nuovissima...
non ne ho la più pallida idea, al momento non c'è nessuno dei presupposti base per dare luogo a un ritorno sulle scene.
nessuno degli ex-componenti è interessato a ritornare sui propri passi. tutti sono convinti che il passato è passato e che non avrebbe senso camminare all'indietro come i gamberi, dal momento che tutti sono impegnati con nuovi progetti che li coinvolgono in maggiore o minor misura.
l'unico motivo plausibile per far rivivere temporaneamente gioventù bruciata sarebbe fare contenti un po' di vecchi amici e tutti i ragazzi che nel corso di questi ultimi anni ci hanno chiesto di risuonare. ma ti assicuro per esperienza che rivangare il passato, per quanto importante sia stato, non è mai una grande idea. soprattutto se la cosa ti incasina il presente.
e poi ci sono gli Harry Fotter, dalla sicilia, che hanno appena inciso una cover veramente ben fatta di "odio tutto". penso che dovrebbe bastarmi, no?

Mr. T - si l'ho sentita.. uscita veramente figa.
sempre parlando dei gioventù.. comè stato suonarci?
cosa vi ha fatto arrivare a dire "basta, finiamola qua."
lo schifo che vi circondava o problemi nel gruppo?

Mr. S - suonare in un gruppo del genere non è mai stato facile. è stata un'avventura, nel senso più letterale del termine.
se non mi credete provate a formare un gruppo punk '77 in un paese dove il punk '77 non è praticamente mai esistito, e a provare a portarlo in giro per l'italia in un momento storico in cui l'anarcopunk di matrice Crass/Conflict regna sovrano.
a volte penso che la Gioventù Bruciata è arrivata a essere ricordata fino al 2007 D.C. assolutamente per caso.
se non avessimo inciso "Reazione Violenta", che a suo modo era già una sintesi di 30 pezzi di cui almeno 15 buttati via, probabilmente non saremmo mai usciti da Formia, dove non raccoglievamo comunque più di 30 persone a concerto.

Mr. T - vabbè sti cazzi son gia tante 30persone a concerto di sti tempi
poi a formia..

Mr. S - ahahaha va da sè che riuscire a girare l'italia e a entrare nel circuito nazionale è stata una grande gioia: forse una vittoria che è arrivata troppo tardi, ma sicuramente una vittoria.
dopo questo nuovo ciclo, il gruppo è imploso esattamente come era esploso: tra centomila rimpiazzi e cambi di line-up, problemi economici e personali e molte delusioni relative al giro musicale e non.
diciamo che dopo un periodo indimenticabile vissuto on the road non era più tutto esattamente rose e fiori.
sicuramente ha contribuito anche la crisi di identità in cui è piombata negli ultimi anni la scena punk-streetpunk-hc italiana. si iniziavano a fare largo episodi di coglionaggine e ideali parrocchiani che mal convivevano con la nostra musica.
così è stato più che naturale tirarci e dedicarci fuori dal marasma e dedicarci ad altro.

Mr. T - ma passiamo a qualcosa di + recente e soprattuto attivo, i Blood '77, come sta andando la vendita del cd? è stato apprezzato?
cè gente che vi segue quando suonate in giro?

Mr. S - il cd dei Blood '77, a quanto mi dice Robertò, è in via di esaurimento, quindi sta andando bene. le recensioni sono state tutte assolutamente lusinghiere, e così ti direi anche che è stato apprezzato, nonostante sia totalmente demodè e forse non così easy-listening come potrebbe sembrare al primo colpo.
devo anche dire che quando suoniamo c'è quasi sempre un buon seguito, soprattutto nel lazio e nell'agro pontino. la cosa mi riempie di gioia principalmente perché gran parte del seguito è lì per i Blood, non per Gioventù Bruciata o Lamette. il che è la riprova del fatto che non si campa di rendita.
e poi, ovviamente, un po' di campanilismo c'è...

Mr. T - quindi il punk77 misto a blues rock è ancora seguito? asd una definizione azzeccattissima vero?

Mr. S - sì, la palude di difende bene. segue eccome.
sì, esatto.
chi ascolta i Blood dovrebbe tenere presente non solo gli Heartbreakers, i Ramones o i Dead Boys, ma anche gruppi meno noti al pubblico punk, Dogs D'Amour su tutti. E cazzo se non c'è il blues in quelle cose.

Mr. T - voci di corridoio mi han informato che alla vostra veneranda età seguite l'esempio dei bruno marcio e preferite le pischelle.. è vero che dire in giro che si è suonato coi gioventu bruciata aiuta a rimorchiare?

Mr. S - se è così io sono la riprova vivente del fatto che è falso. data la mia veneranda età ti darò una dritta che ti faciliterà di molto l'avvenire sentimentale: le pischelle odiano gli artistoidi; lascia perdere poesie, musica, letteratura e stronzate del genere. trovati un buon lavoro e dedica loro molto tempo, preferiranno.

Mr. T - asd, tornando ai brunoni.. oltre a loro comè la scenetta li da voi? sta famigerata "palude agro punx"

Mr. S - secondo me è la più originale d'italia, e anche la più sgangherata e ruspante, tiè. quando manca la pappa pronta, del resto, non c'è altro da fare che rimboccarsi le maniche, e noi poveri disperati lo facciamo da ere ataviche con la forza dei biscotti Plasmon, senza che spesso mai nessuno lo sappia. Hai idea di quanti gruppi sono usciti nella palude dal 1985-86 a oggi? i Bruno Marcio saranno presto mandati a top of the pops, secondo me...

Mr. T - vabbè per un momento parliamo di cose serie, secondo te quanto ancora ci vorrà prima che punk4free domini incontrastata? velo dobbiam proprio buttar giu sto sito?

Mr. S - sì, con petrolio e dinamite! disponete i petardi e impugnate le star!

Mr. T - ora dicci... qualè la tua webzine preferita?

Mr. S - punk4free, no? ahahahah

Mr. T - asd ottima risposta!
siete pro o contro il download selvaggio dei cd/lp/fanze e quant'altro da internet?
noi ad esempio pensiamo che anche se ci mandano un cd nuovo, se lo mettiamo online un 7 giorni completo a scaricare, uno selo scarica, sente comè e se davvero piace o segue la band selo compra quando lo trova in distro o lo piglia direttamente alla bènd al concerto.. e poi secondo me aiuta anche molto le band emergenti..
tu come la pensi?

Mr. S - penso che secondo me la gente non va aiutata ad avvicinarsi alle autoproduzioni.
le autoproduzioni sono per chi ha il pallino delle autoproduzioni, non per chi si conta le cento lire in tasca quando deve comprare un disco e mette mano a tutto il porcellino quando si tratta di comprare speed, coca, fumo e quant'altro. dunque sono favorevole al download selvaggio di tutto quello che non è più in distribuzione o di quello che vuole essere diffuso e basta (demo, ad esempio). se non c'è altra via di procurarsi una cosa, o si vuole risparmiare sui cd masterizzati, è anche giusto che la tecnologia vada a ovviare...

Mr. T - andiamo oltre a ste cazzatelle da nerd..
che musica e che gruppi ti piace seguire?

Mr. S - sono un fan assoluto di velvet underground, bowie, stooges e tutto quello che ne è germinato fuori (lou reed, nico, iggy, television, richard hell & the voidoids, new york dolls, thunders, germs, ecc ecc), ma ascolto spesso e volentieri anche cantautori italiani meno noti ai più (faust'o, paulin, garbo, ecc ecc), nonché classici del rock (elvis e johnny cash su tutti). mi sparo spesso anche "il fantastico viaggio del bagarozzo mark" dei goblin. tutto quello che non è punk inglese anni '80 mi può interessare, insomma.

Mr. T - gruppi attuali? magari italiani

Mr. S - odio i gruppi attuali.
mi astengo per tema di fare un elenco di tutti i miei amici disponibili sulla piazza.

Mr. T - dicci un gruppo che hai scoperto grazie a lamette e che ti ha impressionato o che ti è piaciuto veramente (non le solite recensioni ipocrite, giusto x far contento il gruppo, come si usa su punk4free asd)

Mr. S - bene. kalashnikov.

Mr. T - anche a te sta domanda:
a parte tutte ste cazzate, ritornando a parlare seriamente...
cosa pensi significhi sto cazzo di "asd" ? e cosa ne pensi dei malati di mente che lo usano praticamente in ogni frase?

Mr. S - penso che sia meno fastidioso della kappa al posto della ci e di "nn" al posto di "non", ma che faccia parte comunque del linguaggio da sms proprio di questi sporchi giovani dell'ultima generazione, dunque lo ripudio. il significato non mi è chiaro, penso sia qualcosa di affine a "ahuahuhaus".

Mr. T - asd
direi che abbiam finito.. a te l'ultima parola!

Mr. S - in petto, pòrcudìo!

Mr. T - auhaahu cazzo grazie
è stata lunga ma credo ne valga la pena leggerla
Mr. S - sicuro!

Intervista a cura di ThePuNkshOw


*CONTATTI*
http://www.lamette.it/ - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
http://simonelucciola.altervista.org/ - http://simonelucciola.splinder.com/
http://blood77.splinder.com/ - www.mycaccaspace.com/blood77

.CONDIVIDI.