Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Interviste La Ribellione dell'Angelo Caduto: Intervista a Marco Dimitri (di Bambini Di Satana)
La Ribellione dell'Angelo Caduto: Intervista a Marco Dimitri (di Bambini Di Satana) Stampa
Interviste
Scritto da sberla54   
Sabato 11 Maggio 2013 05:00
Marco Dimitri
La Ribellione dell'Angelo Caduto: Intervista a Marco Dimitri (di Bambini Di Satana)

http://www.bambinidisatana.com/index.php/interviste/interviste-news/italiane/912-rbdimitri

Bambini Di Satana

Marco Dimitri e' certamente un personaggio controverso le cui idee fanno sempre discutere. Tante cose sono state dette riguardo la sua fede nel satanismo e tante le stupidaggini e le inesattezze a tal proposito. Abbiamo cercato di capire e far capire cosa si nasconda in realta' dietro all'associazione culturale dei Bambini di Satana nella speranza che dopo questa intervista qualche dubbio sia stato sciolto.

Chi e' Marco Dimitri?

- Sono, con orgoglio, un cittadino di serie zeta, un diverso che crede la diversita' come l'accesso al genio. Sono presidente fondatore dei "Bambini di Satana" ma non tutti sono perfetti.

Com'e' nata l'associazione culturale de "I Bambini di Satana"? E come sei arrivato alla sua ideazione?

- Ho ideato l'associazione perche' volevo qualcosa di unico, genuino, che non fosse avariato da predatori. Desideravo una forma di pensiero libero che fosse proiettata alle virtu' umane, all'espressione, a quella forma artistica e creativa che tanto l'oscurantismo si sforza di mistificare.

Cos'e' il Satanismo?

- E' la forma di pensiero che proclama l'essere umano come epicentro universale, misura di tutte le cose, coinvolto nel sentimento, nell'arte, nella scienza e in tutte le passioni che concedono la virtu' di essere vivi e, magnificamente, se stessi. E' l'istinto, il pensiero, la ricerca, l'espressione, la conoscenza. Tutto cio' che evolve e che si contrappone alla follia di chi sottomette nel nome di un qualsiasi amabile dio-padrone.

Perche' secondeo te l'opinione pubblica ha paura di voi?

- Perche' non ci conosce, e' strumentalizzata dal terrorismo religioso che necessita dell'esistenza di un ente malefico per trarne profitti economici. Il monoteismo indottrina la popolazione con libri, film, pubbliche dichiarazioni. Non di rado si sente affermare da alti esponenti della Chiesa che esiste il diavolo ed e' persona, capace di appropriarsi della volonta' dei singoli, uomini, donne, bambini. L'unica cura? Tanta fede e l'esorcismo. Queste orribili dichiarazioni incrementano delitti, fobie, sottocultura. La gente ci vede per quello che la Chiesa dice. Non per quello che in realta' siamo. Pensano di noi che siamo seguaci del male, capaci di qualsiasi cosa. Posso solo dire che il male, ha nomi e cognomi, basta osservare non sara' difficile individuarli, specie in questi tempi.

Pensi che ci sia liberta' nel nostro paese oppure e' solo un'illusione di comodo?

- C'e' una liberta' fittizia che in realta' non concede nulla all'individuo, lo reclude in una gabbia da cui mai potra' uscire. Il Paese sta davvero crollando sotto il peso di un regime. Aumenta la poverta', vengono proclamate leggi sempre piu' assurde e proibizioniste. Il cittadino non e' piu' garantito, viene abbandonato dalle strutture al primo piccolo problema. Ad esempio gli invalidi devono "vivere" con 250 Euro al mese ma ci si preoccupa della sigaretta fumata nei luoghi pubblici. Lo spinello e' diventato una droga pesante mentre l'alcool lo vendono anche ai bambini. Ci si preoccupa dello smog ma non dell'alimentazione, la carne e' in realta' piu' cancerogena delle polveri respirate. Questa, signori, e' follia. Non siete indemoniati. Bisogna stare attenti perche' la repressione conduce alla violenza. In primis quella all'interno del nucleo famigliare, i delitti sono in crescita e cosi' pure la depressione. La gente dovrebbe vedere il male dove in realta' davvero c'e'. E il male e' nella negazione dei diritti, nella discriminazione ideologica, razziale, sessuale. E' negare l'accesso alla partecipazione, il male.

Cosa pensi di chi si professa Satanista e ammazza i suoi simili?

- Penso che sia ammaliato dalla figura del Satana cattolico, che peraltro non esiste. Teologicamente Satana e' il contestatore non il dio del male. Pero' non mi impressiona tanto il ragazzino che uccide l'amico quanto istituzioni che uccidono sistematicamente. Abbiamo visto candidati al nobel per la pace morire con un'iniezione letale, addirittura persone anziane, sulla carrozzella e non vedenti venire "giustiziate. Mi fa piu' ribrezzo il sacrificio umano sugli altari della giustizia, in nome di Dio e dello Stato, piu' dell'adolescente con problemi esistenziali che ammazza un coetaneo. Ogni sacrificio umano, affettuosamente chiamato "pena di morte" viene commesso da istutuzioni che si dichiarano civili e democratiche, al diapason di "Possa Dio avere pieta' della sua anima."...

Le messe nere, le orge di sangue, i riti, i malocchi... non credi che i veri responsabili di queste pratiche siano gli stessi benpensanti che le aborriscono?

- Purtroppo esiste un mercato che sfrutta l'ignoranza sull'argomento "occultismo". E' chiaro che i benpensanti hanno una buona fetta di colpa coi loro prototipi, i loro labili limiti, la loro poverta' mentale.

Come si e' evoluta la vostra associazione nel corso del tempo?

- Ci siamo aperti il piu' possibile all'informazione pubblica, ovviamente non sono mancati i contrasti. Mica contrasti filosofici! 400 giorni di galera per poi essere assolti "perche' il fatto non sussiste" cioe' non e' mai accaduto. Come si puo' tenere in carcere dei cittadini senza prove? Perche' se il fatto non e' mai accaduto che prove dovrebbero avere? Andrebbe rivalutato anche il sistema penale. Se la liberta' e il diritto non sono garantiti ci conviene chiudere la societa', piegare in quattro l'universo, mettercelo sotto il braccio ed andare tutti a...

La vostra filosofia viene spesso scambiata come una religione da combattere mentre in realta' voi stessi la definite un'antireligione...

- Sono quei pochi "esperti" della Curia che inventano libri, studi, senza per altro averci mai incontrato o chiesto un'opinione. "Esperti" che poi magari finiscono suicidi gettandosi nel vuoto dalla finestra della propria abitazione, per esempio. Sono membri di gruppi al soldo della chiesa per prestare opera di "antisatanismo". In genere sono esaltati, pedine quasi inconsapevoli.

La vostra concezione dell'uomo in quanto Dio di se stesso puo' essere accostata al superuomo di Nietzsche?

- Si, ci somiglia molto.

Qual e' il tuo rapporto col cinema?

- Amo il cinema, come tutta l'arte perche' espressione di un orgasmo interiore umano che non si deve spegnere. Purtroppo anche il cinema sta morendo, una volta copiava la vita, ora e' il contrario.

E con la musica? Quanto e' importante nella tua vita?

- Amo ascoltare un po' di tutto, non ghettizzo generi classificandoli o adattandoli astili di vita. Le dimensioni artistiche hanno una vita propria, piu' si cerca di contenerle e piu' sfuggono dalle mani.

Cosa pensi a proposito dell'appiattimento cerebrale creato dalla tv spazzatura che da anni sta inseguendo una sorta di progetto di omologazione mediatica?

- Penso che stia uccidendo quel poco di liberta' che ci rimane, quel sentimento che non riusciamo ad esternare. Ecco, lo soffoca.

Il fatto di promuovere l'individuo come sorta di divinita' non comporta di conseguenza ad un alto grado di egocentrismo? Pensi sia questa l'unica via in un mondo dove vince solo l'egoismo?

- L'egoismo puo' essere anche bello, non significa pensare solo a se stessi ma a identificarsi come essere pensante al centro. Per divinita' si intende il valore assoluto personale all'interno della propria vita, di certo non la divinita' che genuflette gli altri facendosi servire.

Hai ancora fiducia nel genere umano?

- No, ma mi illudo, ci spero insomma... perche' qualcosa di vero, all'interno vi e' rimasto e non puo' morire appunto perche' vero.

Qual e' la tua idea dell'aldila'? Credi che esista una vita dopo la morte?

- No, credo nell'evoluzione della materia in questo mondo, forse una sorta di dna, un codice che ci distingue e sopravvive, ci rigenera.

Alcune religioni spiegano che una volta perso l'involucro in cui noi viviamo la nostra parte essenziale, chiamata spesso anima, ci trasformeremo in pura energia perche' nulla sia crea e nulla si distrugge, e' solo un processo di trasformazione... non e' agghiacciante il non avere piu' una coscienza, la consapevolezza di essersi tramutati in qualcos'altro?

- Fa paura perche' vorrei rimanere sempre me stesso, pero' ripeto, puo' essere che esista un codice personale che non si distrugge e di conseguenza la nostra materia nell'evoluzione naturale torna ad essere.

Negare l'esistenza di un Dio benevolo significa necessariamente negare quella di uno negativo?

- No, significa essere coerenti.

Cosa pensi di associazioni come Scientology?

- Non le condivido appieno ma hanno tutto il diritto d'esistere.

Chi e' il vero satanista? Come si comporta nei confronti della societa'?

- E' colui che assomiglia sempre, il piu' possibile, a se stesso. Nella societa' prende spazio, lotta perche' ci sia.

Satanismo significa anarchia?

- Per me si, e' il vero regime dell'universo, per quanto ci si illuda in altre forme o fedi, alla fine l'anarchia vince perche' e' l'unica realta', l'universo e' un insieme di particelle che si muovono in modo caotico con eventi dettati dalle circostanze, dalle azioni che si susseguono.

Cosa pensi a proposito di Crowley? E di La Vey? (Crowley e' stato un occultista mentre Anton La Vey e' stato il capo della Chiesa di Satana n.d.r.)

- Crowley e' stato un grande, molto frainteso, non capito. Ha avuto le sue pecche, fra queste il misticismo, ma quello che ha tramandato e' un'ideale degno, La Vey era un commerciante che ha tentato, goffamente, di copiare Crowley fallendo.

In che modo si diventa membri dei Bambini di Satana? E quali sono i diritti e i doveri di un componente del gruppo?

- Con una domanda di iscrizione anche via Internet. Non vi sono obblighi di frequenza, se ovviamente non si ricoprano particolari cariche direttive. Siamo liberi pensatori, persone che collaborano, si autofinanziano, vogliono diffondere, tentare di dare una luce per rischiarare l'oscurantismo.

Qual e' il vostro rapporto con la chiesa?

- Non ci vogliono, cosa devo dirti! L'atteggiamento e' sempre prevenuto, forse siamo troppo veri?

I tuoi genitori hanno appoggiato la tua causa o come normalmente succede si sono opposti?

- Sono rimasto orfano a 14 anni, per cui ho avuto piu' spazio per la mia follia.

Pur di raggiungere i propri obiettivi si deve prevaricare sugli altri? Vince solo e sempre la regola del piu' forte?

- Vince chi e' piu' evoluto, non il piu' forte fisicamente. Gli obiettivi sono belli da raggiungere ma le regole del buon vivere vanno rispettate. E' piu' bello e gratificante vincere giocando con lealta'.

Le religioni sono davvero l'oppio dei popoli?

- Si, a questo punto spero nella nuova legge sulle droghe!

Cosa pensi di chi utilizza il Satanismo per nascondersi dietro ad esso e mettere in atto le sue perversioni?

- Che doveva farsi parroco.

Qual e' il vostro scopo, gli obiettivi che vi prefiggete?

- Dare una pubblica informazione, una dimensione al satanismo, abbattere quel muro che hanno creato ad hoc per derubare l'essere umano a se stesso.

Cosa ricordi della tua detenzione nel 96? Cosa significa per un essere umano finire in galera?

- La rabbia e il dolore, pero' anche la consapevolezza d'avere vinto. La consapevolezza che non sono stati in grado di contrapporsi con lealta', quindi l'inesistenza di cio' in cui fingono di credere.

Te la senti di raccontarci il perche' sei stato incarcerato?

- Perche' davo fastidio, dicevo cose vere e incontrastabili da loro. Perche' ho osato puntare il dito e non sono stati capaci di nascondersi dietro i loro falsi teoremi. Hanno giocato su un personaggio che e' ambiguo, da fastidio, promuove lo sbattezzo, denuncia i preti. Hanno usato una persona con problemi psicologici trasformandola in "superteste" facendole dire quello che volevano sentirsi dire. L'inchiesta, non dimentichiamo, venne elaborata e messa in atto proprio durante il processo alla banda della "Uno Bianca" i famosi "poliziotti assassini", c'era anche bisogno di dirottare l'opinione pubblica distraendola, si chiama "possessione mediatica" , in pratica i giornali lanciano l'esca e la gente inizia a parlare solo di quello, nei bar, nei posti di lavoro, cosi' cio' che e' un crimine istituzionale passa inosservato.

Se di strumentalizzazione delle accuse nei tuoi confronti si tratta chi e perche' ti ha voluto screditare di fronte all'opinione pubblica?

- Le stesse persone che fungevano da "esperti" nei giornali pubblici, quindi il GRIS (gruppo italiano ricerca e informazioni sulle sette gestito dalla Curia) tramite il suo presidente Giuseppe Ferrari, due esorcisti, un altro "esperto" come il prof. Michele Del Re che scrive e guadagna coi libri su fantomatici crimini commessi da inesistenti satanisti.

Hai dei progetti per l'immediato futuro?

- Certo, in vari campi, ma se ne parlo poi non si avverano. Non sono superstizioso perche' porta male. Mi piacerebbe dedicarmi un po' di piu' allo skateboard ed alla subacquea i due sport ch e pratico e che amo, poi ovviamente mi piacerebbe esercitare per la garanzia dei diritti umani, davvero mi sta stretto un mondo cosi' pietoso dove nulla e' concesso e tutto e' privatizzato.

Intervista a cura di Cristian Arioli

.LINKS.
Fonte: La Ribellione dell'Angelo Caduto: Intervista a Marco Dimitri (di Bambini Di Satana)
Home Page Bambini Di Satana: http://www.bambinidisatana.com/
Facebook Bambini Di Satana: https://www.facebook.com/pages/Bambini-di-Satana/150753958333378
Facebook Group Bambini Di Satana: https://www.facebook.com/groups/184464595124/

.CONDIVIDI.