Immagini

Prossimi Concerti

No current events.

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Male Misandria - [2008] Volizione
Male Misandria - [2008] Volizione Stampa
Recensioni
Scritto da Pierkna   
Lunedì 13 Aprile 2009 13:00
Male Misandria - [2008] Volizione
Male Misandria - [2008] Volizione
01 - Enkel
02 - Dio
03 - Comunicazione
04 - Sucks
05 - Multiverse
06 - Life
07 - Sole
08 - Siamesic Stirner
09 - Noosphere
10 - Ancora
11 - Natural Death

Gia' alcuni non indifferenti indizi, quali la copertina dell'Ep del gruppo in questione e il suo appellativo Male Misandria, mi avevano fatto presagire paesaggi oscuri e tonalita' estremamente anti-soft.
L'effettiva e decisiva riprova l'ho avuto poi al momento dell'ascolto che fin dai primi istanti mi ha dato l'impressione di ritrovarmi a pochi metri di distanza da un cantiere stradale, con tanto di operaio con martello pneumatico in azione.
Il gruppo in questione si e' formato a Pordenone nel 2006 dall'iniziativa di Dario (chitarra e voce), nel 2007 esce il primo demo Ubermensch, suonato interamente da lui; successivamente si uniscono al gruppo Magris alla batteria e, nell'estate del 2008, per ultimo il bassista Puja giusto in tempo per la registrazione dell'Ep Volizione, qui oggi propostovi.
Personalmente l'intero, interrotto ascolto del lavoro, nonostante sia evidente fin da subito il buon livello tecnico proposto e la discreta qualita' della registrazione, mi e' risultato faticoso per il suono flagellante, battente, nevrotico, quasi asfissiante che caratterizza la band fiulana.
Il genere o meglio l'approccio espressivo risultante e' sicuramente di grande impatto sonoro, un susseguirsi di eplosioni feroci e martellanti sottolineati da un cantato urlato, primitivo, essenziale, colmo di rabbia in due distinte tonalita' principali che esprimono attraverso le liriche (per una meta' circa in italiano, il restante in inglese) messaggi crudi, carichi e armati, ma al tempo stesso in singoli episodi a tratti poetici e introspettivi (naturalmente tutte queste cose almeno io le ho scoperte leggendo i testi che sono altrimenti di difficile e non immediata comprensione).
Nonostante la ritmica serrata e l'intensita' palpabile appena descritta, devo riscontrare pero' l'assenza di emozioni trasmesse alla mia persona e una certa piattezza generale che ha percosso le mie orecchie rincoglionendomi di parecchio, sicuramente dettata dalla mia estraneita' a questo tipo di manifestazione musicale e la mia avversita' naturale ad influenze cosi' marcatamente metal.
Le undici tracce proposte sono proiettili sparati a bruciapelo della durante di un'istante in alcuni casi o di poco piu' altrimenti, dove la potente batteria e la chitarra tracciano le linee guida dello scheletro compositivo alternando parti piu' veloci ad altre piu' frammentate ricche di buoni tecnicismi adatte ad eventuali e furiosi Headbanging sotto il palco per chi di dovere.
Evitando inutili parole sulle tracce che ho apprezzato particolarmente, consiglio comunque l'ascolto che data la buona qualita' musicale e l'immediatezza espressiva, legata anche alla durata, sono sicuro trovera' i suoi estimatori specializzati, i quali traeranno giovamento maggiore dall'ultima fatica del gruppo piu' di quanto ne abbia ricevuto io.
Pierkna

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
MySpace: http://myspace.com/malemisandria
E-mail:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.