Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni The Kendolls - [2009] The Kendolls
The Kendolls - [2009] The Kendolls Stampa
Recensioni
Scritto da InYourHead   
Venerdì 24 Aprile 2009 13:00
The Kendolls - [2009] The Kendolls
The Kendolls - [2009] The Kendolls
01 - Lone Wolf Larry
02 - Young Skin
03 - Crawl The Line
04 - Feed Me To The Dogs
05 - A Well-Trained Monkey

Prendete tre ragazzi svedesi, nutriteli a Turbonegro, Satanic Surfers e punk o hardcore americano e inglese, il risultato saranno i The Kendolls.
Che poi questi gruppi non siano citati da loro poco importa.
Guardando la copertina dell'Ep si puo' pensare che siano emo. Invece no. O almeno non sono il solito gruppo emo capace di comporre solo nenie da ospizio e liriche sanremesi.
Questi spaccano, sono punkers dentro e emo fuori, per goderseli bisogna scartarli come un cioccolatino.
Hanno attitudine, termine che ormai e' caduto in disuso ma che per me e' assolutamente azzeccato in questo caso.
E allora parliamo di questo regalino nordico confezionato da Oskar, Peter, Sigge e David con la Wiser Entertainment.
Quello che colpisce dell'Ep in generale e' l'abilita' del quartetto di sfornare ritornelli maledettamente buoni che entrano in testa facilmente.
Il disco parte con "Lone wolf larry" che attacca con un groove molto rock per evolvere poi in uno stile melodico, energico e a tratti un po' sguaiato, accompagnato da un testo discretamente nichilista. Punk rock'n'roll suonato come dio comanda che risulta molto convincente.
La seconda traccia e' "Young skin", forse il migliore dei 5 pezzi che compongono questo Ep (ma se la gioca con "Crawl the line") forte di una certa immediatezza, parte in modo piuttosto cadenzato e continua su quella falsariga per tutta la strofa per poi infilare nel ritornello un coro da anthem. Il testo, beh, prima di leggerlo mi aspettavo qualcosa di piu' epico.
Si prosegue con il gia' citato "Crawl the line", un pezzo particolare sia per la commistione nel testo di svedese e inglese sia per il netto stacco oltre che linguistico anche musicale fra strofa e ritornello, la prima marcatamente di stampo hardcore e il secondo sbilanciato sul melodico, il risultato e' decisamente azzeccato e la canzone risulta coinvolgente.
Quarto pezzo e siamo all'unica nota dolente, l'incipit di "Feed me to the dogs" ricorda in modo inquietante quello di "Lone wolf larry" anche se eseguito su un ritmo piu' lento e con una tonalita' piu' bassa.
Tuttavia in seguito il pezzo e' piacevole e prende presto un'identita' propria, con uno spirito piu' rock rispetto al brano d'apertura, condito da un testo, sempre in inglese, un po' depresso.
Gran finale dell'album con "A well-trained monkey", groove di chitarra iniziale (a quanto pare un marchio di fabbrica), musicalmente buono con un ritornello azzeccato, cantato aggressivo il giusto ed a tratti acido e testo un po' riottoso e nichilista. Insomma, anche se non e' la canzone piu' riuscita e' senza dubbio una somma di quello che sono e propongono i The Kendolls.
Quindi passando alle conclusioni questo Ep e' ottimo sotto molti punti di vista, se proprio si vuole trovare qualche neo si potrebbe dire che le liriche potrebbero essere curate maggiormente ma comunque mi sono imbattuto in testi decisamente peggiori di quelli proposti da questi svedesini.
Prendete questo Ep, supportateli, se avete amici, parenti o amici di amici che hanno un posto per farli suonare cercate di organizzare un bel concerto.
Perche'? Semplice, perche' gruppi cosi' vanno aiutati e valorizzati.
InYourHead

.SCARICA MP3.

.VIDEOCLIP.
The Kendolls - Young Skin (Official Videoclip)

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/thekendolls
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Etichetta: http://www.myspace.com/wiserentertainment Booking:
Scandinavia - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Europe - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.