Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni When Seasons Change - [2008] A Permanent Mark
When Seasons Change - [2008] A Permanent Mark Stampa
Recensioni
Scritto da lele   
Lunedì 11 Maggio 2009 07:10
When Seasons Change - [2008] A Permanent Mark
When Seasons Change - [2008] A Permanent Mark
01 - Scared To Define
02 - A Permanent Mark
03 - Breakout
04 - Today We're Dead Inside
05 - Along The Way
06 - Footsteps
07 - Nttx (Bold Cover)

I When Seasons Change, band attiva dal 2004 al 2008, da Imola (BO), ci propongono un hardcore old school di puro stampo straight edge.
Nonostante proposte del genere siano sempre piu' inquadrate e prive di particolari novita', la band riesce a dare un tocco di originalita' a questo disco, che in sole 7 canzoni riesce ad emozionarmi non poco.
Non si parla di un gruppo costruito a tavolino ma tuttavia siamo di fronte ad un chiaro intento di seguire un determinato stile di vita (appunto lo sxe) ed un particolare tipo di "suono", che la maggior parte delle volte porta a limitare il campo d'azione della band ed a renderla accessibile solamente ad un pubblico super specializzato.
Fortunatamente qui tutto cio' non succede, perche' nonostante la band abbia chiari riferimenti a quell'hc di fine anni 80 (quindi Gorilla Biscuits, Youth Of Today, Instead e compagnia bella) riesce a discostarsi da tutto cio', anche pesantemente (a tratti), toccando addirittura punte di hardcore new school (musicalmente parlando), grazie alla voce massiccia e non pulita tipica delle band sopracitate e delle chitarre maggiormente pesanti/distorte.
Nonostante un approccio a dir poco violento, la band punta costantemente sulla melodia tramite i frequenti intrecci delle chitarre, cosa che aumenta notevolmente la particolarita' dei When Seasons Change, che a mio parere assomigliano molto di piu' a gruppi moderni come Bane, Comeback Kid e Champion piuttosto che a quelli di fine anni 80.
In un disco del genere possiamo trovare tutti gli elementi tipici dell'hc sxe old school (quindi parti veloci alternate a stacchi in mid tempo, cori frequenti, testi e attitudine positiva) ma anche caratteristiche derivanti da altre scuole, che faranno gola anche a quelle persone che non necessariamente seguono questo filone.
Non mi va di citare ne' sottolineare nessuna delle 7 canzoni presenti perche' e' proprio nell'insieme che il disco mi ha colpito positivamente, nonostante io non sia propriamente straight edge.
Una registrazione qualitativamente al di sopra della media (per la bravura "tecnica" dei ragazzi oltre che del fonico) e un suono molto ma molto fresco all'interno di una proposta ben inquadrata non puo' che lasciare un'impressione piu' che positiva.
Peccato si siano sciolti...il disco pero' e' da ascoltare.
lele

.SCARICA IL CD.

.NOTA.
I When Seasons Change hanno esordito col nome di Nothing To Hide, rilasciando l'omonima demo, che e' scaricabile da puNk4free.
Sono scaricabili anche alcuni mp3 del 7'' "Time Will Tell Us" e di altri lavori precedenti a questo "A Permanent Mark"
Inoltre, i componenti della band, dopo lo scioglimento, sono confluiti in vari nuovi progetti:
Bolo, chitarra dei When Seasons Change ed occasionalmente bassista dei Ban This!, e' entrato negli In Tha Face.
Inoltre, Marchi, il batterista, (ex membro anche dei Ban This! e dei Self Justice), Mammus (il bassista) ed il gia' citato Bolo, suonano anche nei November 3rd
Per finire, Johnny, l'altro chitarrista dei When Seasons Change, porta avanti un progetto stoner con i Ty Cobb, dove suona la batteria.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/whenseasonschange
Last.FM: http://www.lastfm.it/music/When+seasons+change

.CONDIVIDI.