Immagini

Prossimi Concerti

No current events.

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Intothebaobab - [2009] Intothebaobab
Intothebaobab - [2009] Intothebaobab Stampa
Recensioni
Scritto da Pierkna   
Venerdì 07 Agosto 2009 09:00
Intothebaobab - [2009] Intothebaobab
Intothebaobab - [2009] Intothebaobab

"Io non guardo a Londra, purtroppo vivo qui, quindi I wanna be anarchy al Medicy...E cazzo c'entra?...Niente, appunto, fanculo!" Senza vomitarvi addosso le mie solite stronzate di circostanza, incominciamo il cammin di nostra vita in quella selva oscura che sono i bolognesi Intothebaobab, introducendoli a voi altri, teppistelli del sabato sera, direttamente con un loro personale motto, manifesto, a mio parere, fortemente esplicativo dello spirito vitale che anima la giovane band.
Devo dire sinceramente che sono rimasto, fin dall'iniziale scarica di rumore, ma di quello fatto con i contro coglioni schermati, fortemente impressionato da questo loro primo lavoro omonimo completo, 16 tracce di gran qualita', stagionate a dovere, dal sapore deciso e corposo che lasciano il segno sia durante la degustazione, sia nell'immediato effetto seguente, subito diretto alle vostre tempie e insistemente martellante per lungo tempo; il tutto spinato in un bel cartone, tipo tavernello, rozzo al midollo, ma fortemente invitante.
Passiamo ora ad alcune notizie biografiche e curiosita' scandalistiche sui nostri donchisciotteschi paladini; nati nel 2004 a Medicina, piccola cittadina vicino Bologna, i baldi giovini (Modi - basso e voce, Simmy - batteria, Enciu - chitarra e cori e Nesto - chitarra e cori) trovano ben presto nel punk un modo genuino e naturalmente insito per spezzare la noia quotidiana e manifestare apertamente il loro dissenso verso la realta' circostante, l'incisione di due demo li porta a farsi conoscere anche nelle zone limitrofe, riuscendo a raccattare qualche concerto qua e la, anche in posti inusuali, ma cercando sempre di suonare con una grande carica emotiva, fortemente d'impatto ed una valida proposta di contenuti.
Caratteristica fondamentale che ho notato con mio grande piacere personale e' la ricerca di un'espressivita' slegata il piu' possibile da format prestabiliti sia di pensiero, sia musicali, ricercando una strada il piu' possibile propria che si discosti fortemente da tutta l'omologazione e la creazione di determinati "canoni fissi", visibili purtroppo sempre piu' spesso nel circuito panc italico, cercando di riscoprire l'iniziale scintilla di creativita' incondizionata e caotica.
Parere mio gente, ma i ragazzi sono andati parecchio vicini al centro, riuscendo in circa 35 minuti totali a dimostrare grande personalita', evitando soprattutto di scimmiottare i soliti quattro gruppi americani e inglesi, in gran parte emeriti coglioni, proponendo una grande varieta' espressiva nella musica, cosi' come nelle tematiche affrontate in cui serpeggia un'ironia indagatrice micidiale che non lascia scampo alle vittime a cui e' destinata.
Il tutto e' supportato da una parte strumentale veramente impeccabile che non cerca di strafare, ma nella sua semplicita' va dritta al bersaglio, proponendo spesso e volentieri buone trovate compositive, interessanti i riff delle chitarre, arricchiti dalla personalita' del basso e dalla semplice, ma efficace sezione ritmica, il tutto completato a perfezione dalla voce del Modi che dimostra veramente grandi capacita' interpretative, aggiungendo quel qualcosa in piu' ai pezzi.
Le tematiche affrontate sono le piu' disparate, passando per l'odio che ci accomuna per i "vecchi", padroni incontrastati della vita sociale ("Eutanasia a Medicina"), alla lotta per i diritti degli animali riproposta piu' volte, all'esplicitazione della loro rabbia verso tutto cio' che piu' li fa incazzare e con cui devono comunque convivere ogni giorno; stesso discorso di grande varieta' vale per il mix di stili proposti, uniti in un'unica diabolica creatura.
Il cantante inoltre per alimentare e soddisfare il suo desiderio d'espressione e' anche il fautore della Kaos fanzine: "dalla nostra voglia di non essere solo un gruppo musicale, ma di dare anche spazio ai nostri pensieri in un modo da poter coinvolgere di piu' chiunque e a creare partecipazione", yo!
Bene, ora io vi consiglierei subito l'acquisto perche' porco di un dio 5 euri se non li scucite per una tale creazione divina siete veramente dei pezzenti da guinness, ma d'altro canto e' previsto a poco l'uscita del cd di Benedetto XVI, una bomba secondo le mie fonti segrete, il che personalmente mi rende parecchio indeciso sul da farsi...ognuno scelga secondo propria coscienza, io di sicuro perdero' intere notti insonni pensando a cosa fare.
Pierkna

.SCARICA IL CD.

.TRACKLIST.
01 - Intro Ale'
02 - Eutanasia A Medicina
03 - Luce Nera
04 - Mangiatortellini
05 - Movimenti
06 - Nichilpunk
07 - Luridi Maiali
08 - Serrature Sui Muri
09 - Niente Pesante
10 - Disadattato
11 - Pogo Sociale
12 - Trans-Nuclear - 2084
13 - E 'mo?
14 - Animali A Forma Di Caramella
15 - Superpunk
16 - Animal Liberation Front

.VIDEO.
Intothebaobab - Serrature Sui Muri
Intothebaobab - Mangiatortellini (By Lara)
Intothebaobab - Movimenti (Live at XM24 Bologna 2007)
Intothebaobab - Nichilpunk
Intothebaobab - Pogo Sociale (Live Alle Macerie)

.PER L'ACQUISTO.
Il disco e' acquistabile dal catalogo della Ansaldi Records, da cui e' possibile pagare con PayPal.
Per comprarlo coi metodi tradizionali e' invece possibile mandare una mail a Mody all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o contattando il gruppo tramite il loro MySpace.
Prezzo: 5 euro (+ 2 di spedizione).

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/intothebaobab3
YouTube: http://www.youtube.com/modipunk
Etichetta: http://www.ansaldirecords.net/

.CONDIVIDI.