Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Garrotta - [2009] Demo
Garrotta - [2009] Demo Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Sabato 03 Ottobre 2009 07:00
Garrotta - [2009] Demo
Garrotta - [2009] Demo
01 - Vergogna
02 - Mercato Delle Idee
03 - Non C'e' Nulla Di Cui Sorridere
04 - Dietro Le Sbarre

La garrota o garrotta e' uno strumento utilizzato per l'esecuzione delle condanne a morte in uso in Spagna dal 1822 al 1975 (anno in cui, con la caduta del franchismo, la Costituzione aboli' la pena di morte). E' costituita da un cerchio di ferro fissato ad un palo, che viene stretto mediante una vite attorno al collo del condannato, fino a provocarne la morte per strangolamento.
E' questo il significato del termine garrotta dato da wikipedia; un termine che, da quando ho ricevuto il disco, mi frullava nella testa anche se a primo impatto, visto la provenienza del gruppo, pensavo ad un vocabolo dialettale che non sarei mai riuscito a decifrare. Ma la parola non mi suonava nuova e, una volta letta la definizione, mi e' subita tornata alla mente la forma di questo strumento di tortura usato soprattutto, ma non solo, per giustiziare gli anarchici durante il regime dittatoriale del generale Franco.
Un indizio sulla posizione anarchica dei Garrotta che trova conferma nella musica e nei testi del gruppo stesso e che, dal mio punto di vista, gli fa guadagnare parecchi punti nella valutazione finale.
Altro particolare positivo e' il fatto che sono consapevoli di cosa sia myspace e del modo in cui lo utilizzano, infatti tengono a precisare che "...siamo contro il Sg. Murdoch e vediamo Internet come mezzo per diffondere le autoproduzioni come la nostra."
Ma quello che piu' mi e' piaciuto di questa demo e' la buona proposta musicale del quintetto, il genere proposto e' infatti un D-beat/Crust che trae spirito dalle radici tradizionali di questa scuola (cantato a due voci, ritmi duri ed aggressivi, liriche esplicitamente anarco punk) ma, nel contempo, si evolve verso sonorita' piu' tipicamente thrashcore, il tutto e' possibile grazie alla buona tecnica e competenza individuale accumulata nelle esperienze pregresse dei soggetti coinvolti nel progetto.
I Garrotta nascono a Cagliari nel 2009 con la line-up a cinque elementi, Luca e Menfis (ex Spiturro, Ejaculazione HC) alla voce, Nano (ex Spiturro, Ejaculazione HC, Violenza Carnale) e Piske son le due chitarre, Manu (ex Sezione Ribalta) basso e voce ed infine, per brevissimo tempo Federico (Disfunzione), Gabry (Media Black Out) alla batteria.
Attivi fin da subito registrano, in poco tempo, questa demo e suonano con svariati gruppi della scena sarda (4° Potere, Dissidenza, Speranza Morta, Trimuligia, Ejaculazione HC e Violenza Carnale).
L'album si affida ad un'ottima registrazione per quattro pezzi racchiusi in appena 10', liriche in italiano affidate ad una voce raschiata (piu' tipica del grindcore) ed una seconda urlata e rabbiosa, sezione ritmica corposa e la presenza di due chitarre che permettono una buona varieta' di assoli e riff, in modo da rendere il suono meno scontato.
Il disco si apre con "Vergona", pezzo contro lo sfruttamento animale, e da subito si evidenziano tutte le caratteristiche descritte del gruppo ai quali si aggiungono un alto dosaggio di velocita' ed i cori.
Lesti si prosegue con "Mercato delle idee", pezzo ancor piu' rabbioso e dalle liriche pressocche' perfette come l'alternanza delle due voci; segue "Non c'e' nulla di cui sorridere" a mio parere anche la canzone piu' convincente tra le quattro poposte, il tema trattato e' la guerra e gli ingredienti son i soliti: rabbia, velocita' e sprazzi di tecnica sopraffina.
Si chiude con la traccia apparentemente piu' lunga "Dietro le sbarre" e, come si iuntuisce dal titolo, viene trattato l'argomento delle carceri.
Questa demo dei Garrotta e' un disco consigliato a chi ama il crust, i testi impegnati, la musica che schiuma rabbia dalla bocca, a chi cerca qualcosa di nuovo e per nulla scontato.
Davvero un debutto positivo per questi cinque ragazzi cagliaritani che spero, nel breve brevissimo tempo, faccian uscire qualcosa di piu' consistente senza pero' allontanarsi dai suoni proposti in questi quattro concisi quanto intensi pezzi.
Joel

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/garrottacrust
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.