Immagini

Prossimi Concerti

No current events.

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Ofu - [2009] Promo 2k9
Ofu - [2009] Promo 2k9 Stampa
Recensioni
Scritto da Pierkna   
Venerdì 04 Dicembre 2009 09:30
Ofu - [2009] Promo 2k9
Ofu - [2009] Promo 2k9
01 - Autunno
02 - La Memoria Del Pesce Rosso

La poesia, come la musica, fa uso di sonorita' e ritmiche istintive, riuscendo cosi', spesso, nella sua immediatezza, ad aprire, nel nostro animo marcio, brecce di pura luce. Momenti fugaci, istanti effimeri, ma che nella loro brevita'racchiudono una forza insita che fa tremare nel profondo.
Quando queste piccole scintille attecchiscono, i bagliori che emanano rischiarano tutt'intorno, cacciando il buio ed il vento di giornate stanche e malinconiche, lasciandoci sospesi nel vuoto. Se poi avviene che questa piccola magia si intreccia con la musica, l'esito spesso lascia senza parole, rapendo il fiato in gola.
Dopo soli due anni da Nero Su Bianco ritornano a regalarci una brezza di nuova frescezza i comaschi Ofu, bend dedita ad un hc strumentalmente furioso e feroce, che si e' fatta apprezzare dai piu' attenti e fortunati per una ricercatezza si nel suono, ma specialmente nell'esposizione dei messaggi, vere e proprie schegge poetiche.
Due soli pezzi in questo promo, fortemente dimostrativi pero', di cio' che i ragazzi possono riuscire ad ottenere nelle loro composizioni.
Episodi registrati in differenti sedi, in maniera diversa (multitraccia e presa diretta) ed a distanza di tempo, non risentono pero', nella loro espressivita' ed impatto, di queste differenze che passano in secondo piano, facendo emergere fin da subito, un filo conduttore visibile e facilmente tracciabile.
Una bufera fortissima ci investe appena proviamo a tendere l'orecchio, intese folate ci fanno perdere l'equilibrio, il respiro si fa piu' veloce ed affannato.
Massicci riffs di chitarra ruggiscono feroci, alternando melodie emotive a furibonde sfuriate, sostenuti dalla potente e furiosa sezione ritmica e dal basso che cucisce spesso splendide trame sonore.
Una voce rabbiosa, ma fortemente generosa di emozioni sentite, vissute sulla pelle, dipinge abilmente, anche grazie a buone doti interpretative, immagini tormentate, sentimenti puri, sincera rabbia, sferzando la dura roccia con delle liriche di una bellezza ed incisivita' non comuni.
Entrambe le tracce, nonostante la velocita' d'esecuzione, sono connotate da una durata considerevole, racchiudendo al loro interno un percorso autonomo che si evolve procedendo con l'ascolto.
Si parte con "Autunno": vento incessante, instabile equilibrio sopra il dirupo tra il dolce e l'amaro di questa vita difficile da vivere "E penso: qualcosa che non va, e' questo il mio vissuto, del resto chi ha deciso nella mente il suo destino? La mia condizione crea nel vento confusione! E' l'altalena eterna fra godere e morire"; segue "La memoria del pesce rosso" forse un riferimento, alla fragilita' dei ricordi ed alla loro importanza per l'uomo, in un corpo in continuo declino: "Perdo il mio corpo ma non la mia mente? No, perdo il mio essere sogni e merda".
L'aggiunta di Pietro alla seconda chitarra e l'evolversi, la maturazione del progetto non puo' essere che una buona novella, in attesa del nuovo album, "Rock Veloce Per Le Masse", io presterei un ascolto a questo gioiellino, fatevi sotto gente, ce n'e' per tutti.
Pierkna

.SCARICA IL CD.

.NOTA.
Il gruppo e' ancora in cerca di co-produttori, per informazione dettagliate contattate direttamente gli Ofu.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/ofuhc
E-mail:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.