Immagini

Prossimi Concerti

No current events.

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Bleeding - [2005] Senza Riflesso
Bleeding - [2005] Senza Riflesso Stampa
Recensioni
Scritto da Ebbreo88   
Giovedì 28 Settembre 2006 17:38
Bleeding - [2005] Senza Riflesso
Bleeding - [2005] Senza Riflesso
01 - Nel Caos
02 - Fantasma
03 - Guernica
04 - Angoscia
05 - Come Ammassi Di Carne
06 - Spacciatori Di Menzogne
07 - Videocrazia
08 - Rassegnati E Morti
09 - Morte Lenta
10 - Fuori

Ecco un gruppo che piacera' molto ai tanti punx medi che brancolano su questo sito e che gusta parecchio anche a me...
Questi Bleeding nel loro album '"Senza Riflesso" ricreano un suono e un atmosfera che si rifa' direttamente alla scena ardecore degli '80, creando un lavoro moderno ma velato di malinconia per quei tempi ormai passati.
Non particolarmente veloci, riescono a trasmettere pienamente i loro messaggi a meta' tra il politico e il poetico...infatti grande particolarita' di questo gruppo e' riuscire a esprimere il loro messaggio di protesta senza rientrare assolutamente nello slogandistico, anzi riuscendo spesso a piazzare bei versi e bei paragoni.
Impossibile in questo senso non citare 'Guernica', che secondo me e' il momento piu' significativo dell album
"Brucia un fuoco amaro e senza fine (stessa rabbia)
non sara mai piu com'era prima (Mai!Mai!)
tutte le speranze martoriate
scorre il sangue sulle strade i corpi sulle barricate!"

Con il suo bell intreccio di prima e seconde voci, e la conclusiva 'fuori', inno all'individualismo con una bellissima metafora che occupa tutta la prima strofa.
Altro tema molto caro a questo gruppo e' la lotta alla massificazione ad opera dei massmedias, a cui sono dedicate ben 3 canzoni come 'spacciatori di menzogne',contro l'unico fine dell informazione, cioe' far notizia, 'videocrazia' contro l'oppressione invisibile che ci viene sottoposta dal piccolo schermo, e 'morte lenta'.
Dal punto di vista sonoro le canzoni tendono spesso a essere simili tra loro con il loro tupatupa continuo e l'alternanza di prima voce e seconde voci nei ritornelli...un po' piu' di originalita' negli arrangiamenti non avrebbe fatto male,anche se rimane un buon cd, con testi a volte forzatamente poetici, ma spesso molto belli. Consigliato a tutti i nostalgici del suono anni 80.
Ebbreo88

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Home Page: http://www.bleedingpunx.tk/

.CONDIVIDI.