Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Rifiuto - [2009] Demo
Rifiuto - [2009] Demo Stampa
Recensioni
Scritto da riotous   
Mercoledì 28 Aprile 2010 05:00
Rifiuto - [2009] Demo
Rifiuto - [2009] Demo
01 - Soldato
02 - Rotten
03 - Diritto Di Tacere
04 - A.C.A.B.
05 - Tonio Cartonio

Nuova demo. Nuovo gruppo. Nuove aspettative. Aut aut, o piace o fa schifo direbbe un manicheo. Et et, puo' avere sia aspetti positivi e sia aspetti negativi in una moltitudine di possibili sfumature di grigio, direbbe piu' obiettivamente qualcuno.
Oggi andiamo a conoscere i Rifiuto. I componenti del gruppo provengono tutti dalla classicheggiante capitale, e attualmente sono: Lorenzo (chitarra e voce), Riccardo (basso e voce), Alex (batteria).
I Rifiuto sono nati nel Maggio/Giugno del 2008 con soli due componenti (Lorenzo/Riccardo) e poi dopo alcuni cambi di formazione sono giunti alla stabilita' attuale. E grazie ad essa fra il passato 2009 ed il corrente 2010 hanno registrato questa demo.
La registrazione di questa demo di cinque canzoni, per dirlo con le parole stesse del gruppo, "e' stata fatta in sala prove in presa diretta in multitraccia, non e' strabiliante ma e' piu' che accettabile."
Ci hanno preso, per essere una demo di un gruppo agli albori e' decisamente sopra la media di quello che mi e' stato dato ascoltare.
Definire univocamente il genere suonano nei vari pezzi mi pare un po' troppo arduo per me. Passa da sonorita' e giri piu' punkeggianti a ritmi decisamente piu' hardcore, vi passa attraverso e li mischia cercando di trasmutarli, di unirli. Alchimisti alle prime armi li si potrebbe definire.
La band dice che in mezzo potrebbe esserci anche un filone di metal, io sinceramente non l'ho sentito, per fortuna (finalmente qua posso recensire un genere a me affino, prima mi hanno fatto scrivere su tutto cio' che non abita con me).
Ma cominciamo ad ascoltare la demo. In "Soldato", la prima canzone, il gruppo non si esprime al proprio meglio. Probabilmente il gruppo non ha dato ascolto ai propri Lari oppure essi, in un primo momento, erano occupati o distratti. Dopo, pero', questi abitanti del focolare hanno compiuto abbastanza bene il loro monotono lavoro. Nelle strofe del primo pezzo il cantanto risulta essere un po' troppo veloce e la conseguenza e' un'omogeneita' del testo, nel senso che il ritmo viene a mancare, ucciso dalla voce che appare piatta.
Il ritornello ed il finale di "Rotten", nonostante la lingua germanica, sono buoni, il primo cantabile e che si imprime nella RAM, il secondo conclusivo.
La terza canzone, "Diritto di tacere", potrebbe essere la migliore della demo per il bel contrasto fra i ritmi veloci ed il cantato/parlato negli intermezzi piu' tranquilli, pero' le urla finali (con commento) rovinano.
"A.C.A.B." passa piacevolmente, forse ricalcando qualche cliche'. L'ultima canzone "Tonio Cartonio" e' la migliore a mio parere. Sara' che mi ricorda una canzone della mia prima adolescenza o che mi chiama per nome. Pero' sotto il testo, apparentemente con argomentazioni demenziali, si puo' scorgere un messaggio trasmesso uscendo dai normali schemi del genere. La canzone e' piu' lenta e cantabile, e secondo me dimostra come il gruppo si trovi piu' a suo agio con ritmi non eccessivamente veloci.
In definitiva non vorrei dare nessun giudizio o voto, ma mi vedo obbligato dai superiori. Quindi direi che un sette abbondante lo scrivo con facilita'. Anche un bel sette e mezzo. E per una demo non e' niente male. Anzi.
Un grande saluto al gruppo dalla passata e futura capitale italiana.
riotous

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/rifiuto
E-mail:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.