Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Bloodraised - [2010] Full Of Shit
Bloodraised - [2010] Full Of Shit Stampa
Recensioni
Scritto da REN   
Mercoledì 23 Giugno 2010 05:00
Bloodraised - [2010] Full Of Shit
Bloodraised - [2010] Full Of Shit
01 - Nella Cella Frigorifera
02 - Full Of Shit
03 - Have A Splatter Suicide
04 - Verme Solitario
05 - Putrefazione Vaginale
06 - Coma Etilico
07 - Clistere
08 - Coliche Renali
09 - Cervello Ritardato
10 - Manicomio Criminale
11 - In The Morgue
12 - Io Vi Piscio Addosso
13 - I Hate Your Mom
14 - Stammi Lontano

Questo sembra essere stato l'anno delle sorprese, o meglio un anno ricco di bei lavori in campo musicale: eh no, direi proprio che non ci possiamo lamentare.
Proprio nel 2010, appunto, un nuovo disco ha fatto capolino nel panorama hardcore italiano: un disco chiamato Full Of Shit, registrato da una band proveniente da Teramo chiamata Bloodraised e composta da Sara (voce), Daniele (chitarra e voce, presente anche nei Mud, anch'esso ottimo gruppo recensito da me), Mauro (basso) e Cris (batteria, presente anche negli SpermBloodShit).
Full Of Shit comprende 14 tracce di punk hardcore condito da scivolate grind. Anzi direi che nel caso di questi ragazzi, si tratti quasi completamente di un gruppo grindcore.
Un bel cd ancora una volta, e anche piu' lungo di quelli precedentemente recensiti.
Nonostante il grind mi piaccia ma non rientri certo nei miei generi preferiti, qua siamo di fronte ad un lavoro ben suonato e ben registrato. L'unica nota forse un po' stonata e' che non si riesce bene a distinguere la voce di Sara, in alcuni momenti e' come se venisse totalmente coperta da quella di Daniele e dal suono degli strumenti, il basso in particolare.
Per il resto, gruppo e disco mi hanno fatto un'ottima impressione in quanto gia' dal primo pezzo ci si accorge della buona competenza dei ragazzi nell'uso degli strumenti, della passione con cui sputano veleno al microfono e con la quale dal vivo molto probabilmente agitano e scuotono la folla.
Vi diro': questo, ad esempio, e' un altro gruppo che ascolterei volentieri dal vivo. Certo, anche dalla registrazione emerge l'energia del quartetto abruzzese, ma dal vivo devon essere una bella mazzata nei denti, ovviamente in senso buono.
Rispetto ai pezzi precedenti, tra cui alcuni che ho ascoltato sul loro myspace, il sound attuale della band dimostra una maggiore velocita' ed anche una maggiore tendenza al grind: non a caso mi hanno colpito di piu' rispetto a quelli di Full Of Shit, ma questo ovviamente e' un mio giudizio personale e sono certa che la maggioranza di voi non lo condividera'. Tuttavia, anche questo disco ha ottenuto un effetto positivo su di me, ossia si e' lasciato quasi totalmente apprezzare e, come quasi tutti gli altri che mi sono piaciuti, ha ottenuto un posticino nel mio adoratissimo lettore mp3 senza il quale non potrei stare.
Bene. Dopo sta sega mentale, vi lascio qualche ultima informazione a proposito del gruppo. I Bloodraised sono attivi da ben cinque anni, hanno inciso due demo (di cui una limitata a 133 copie andate a ruba), nel Febbraio del 2007 hanno registrato altri 4 pezzi per uno split-tape con i canadesi Gore Crusade, sotto la collaborazione di una distro canadese chiamata Zombie Fetus.
Sempre in quell'anno hanno registrato il loro promo dal titolo Scottex,contenente altre 5 tracce, che hanno distribuito unicamente in download sul web. Sempre nel 2007, anno in cui il gruppo si e' molto impegnato, i ragazzi hanno registrato 7 pezzi per uno split con altre due band, Haemophagus e Sick Bong Headquarter, uscito poi nell'Aprile del 2008 con la collaborazione della Ignorant Worm Records.
Insomma, direi che sono stati cinque anni piuttosto pieni, in cui i Bloodraised hanno provveduto a regalare e diffondere la propria musica in pieno spirito DIY.
Ed anche quest'anno ci hanno dato una bella scossa con questo nuovo disco.
Consigliato a tutti, ma prima di tutto agli amanti del genere. I piu' deboli d'orecchio ne stiano alla larga, non vorrei che venissero lesi i loro fragili timpani, poveretti.
Scaricate gentaglia!!!
REN

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Home Page: http://www.bloodraised.altervista.org/
MySpace: http://www.myspace.com/bloodraised
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.