Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni 23 The End - [2009] 23 The End
23 The End - [2009] 23 The End Stampa
Recensioni
Scritto da Pierkna   
Lunedì 18 Ottobre 2010 05:00
23 The End - [2009] 23 The End
23 The End - [2009] 23 The End
01 - Alien History
02 - I Don't Care
03 - The Distance
04 - Non Voglio Restare
05 - I Don't Want
06 - I Think
07 - Feelings
08 - Solo Un Sogno
09 - The Song Of A Lost Boy
10 - Okkio Al Suono
11 - Old Farm

O miei gaudiosi amici di punk4free, l'inverno e' ormai alle porte (almeno per chi di voi alberghi nell'emisfero aldisopradelPo) e l'infelice Persefone e' costretta dal giogo eterno che la lega all'indesiderato consorte a far ritorno alla sua dimora nei tenebrosi inferi.
Le temperature in questo periodo son calate di colpo, ebbene si, non esistono piu' le mezze stagioni, lo sa bene chi e' a stretto contatto con la terra e da essa trae sostentamento e vita.
Ma cosa possiamo insieme dedurre da questo incipit che con un'ortodossa recensione non ha un cazzo a che fare? Come mai questo arguto divagare?
Un fugace sguardo alla copertina dell'album in questione e molti dei vostri legittimi dubbi dovrebbero trovare risposta.
Non avete ancora intuito niente? Seguitate leggendo.
Attenzione: i 23 The End sono un presidio medico-chirurgico, prima dell'uso leggere attentamente le avvertenze, ­non somministrare ai bambini al di sotto dei 12 anni, se il sintomo persiste son cazzi vostri.
Avete presente i Blink 182/Box Car Racer/Sum 41? (Ma anche no?) I 23 The End incominciano il loro percorso eseguendo cover di tali bend e penso proprio abbian continuato in questa direzione non accorgendosene, rasentando il plagio, oppure questi 4 ragazzi romani non son altro che i componenti dei gruppi precedentemente nominati camuffati, in cerca di una seconda giovinezza.
Io personalmente non riesco a trovare altre spiegazioni.
Volete giustizia? Il dubbio vi logora? Fatemi sapere, attendero' la soluzione del dilemma trepidante.
E qui potrebbero arrivare i detrattori di punk4free gridando allo scandalo: la recensione non e' costruttiva, la critica non e' motivata, il recensore e' incompetente e blablablabla non potete stroncare un gruppo in questa maniera...ah no? Appena fatto, e ci godo.
La capacita' tecnica potrebbe sorprendervi, niente da dire infatti al riguardo, ma bestemmierete sicuramente il padre eterno una volta udito con quanta facilita' i ragazzi sprecano le loro qualita'.
Io son certo del fatto che si divertiranno suonando assieme, ma questo sarebbe niente se si fossero limitati a strimpellare nelle loro camerette, quando infatti il cd arriva qui o si dice nient'altro che la verita' o i sacrifici umani saranno inutili a placare la terribile divinita' fondatrice di punk4free.
Le critiche costruttive a mio parere sono comunque inutili, se loro ritengono di esprimire a pieno ed efficacemente cio' che piu' gli sta a cuore, non c'e' niente da aggiungere, ogni possibile consiglio sarebbe vacuo se pur motivato, restando il fatto che cambiamenti, miglioramenti vanno cercati in loro stessi e non nelle parole di un possibile ascoltatore.
Quindi che altro dire, come avrete capito questo e' sicuramente il miglior disco panc dell'anno 2025, ma sfortuna vuole che la loro proclamazione sia ancora molto distante, nel frattempo io cerco possibili conferme alla profezia maya.
Pierkna

.SCARICA MP3.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/23theend
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.