Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni LxExAxRxNx - [2006] First Lesson
LxExAxRxNx - [2006] First Lesson Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Martedì 14 Novembre 2006 19:45
LxExAxRxNx - [2006] First Lesson
LxExAxRxNx - [2006] First Lesson
01 - Fake!
02 - You Skate/We Feel Hate
03 - Spring
04 - 8-Bit Fight!
05 - Back To Mythology
06 - Just A Phone Call
07 - Tough Guy (Beastie Boys Cover)
08 - Last Minute Pinups
09 - Closet Friends
10 - Smartness Is The Only Thing You Can't Buy
11 - Seein Red (Minor Threat Cover)
12 - Good Intentions (Gorilla Biscuits Cover)

Finalmente in sta merda di sito un gruppo di Palermo, siori e siore ho l'onere nonche' l'onore di recensire il primo album dei LxExAxRxNx, First Lesson.
Coloro che stanno riportando in auge la compianta scena hardcore palermitana, come la fenice che risorge dalle ceneri questo ottimo gruppo (insieme ai Burst Up ed ai ormai ex Sonny Corleone) ha riportato la musica che conta nella capitale del regno delle due Sicilie.
Il grupo e' formato da A. Corleone (voce), XMarcoX (chitatta e voce), Cimino (chitarra), XIvanX (basso) e Piparino (batteria) e ci propongono 12 tracce (tre cover) di un velocissimo hardcore con liriche in inglese.
Sin dal primo pezzo "Fake" si denota uno stile personale davvero succulento, fatto di Hc velocissimo nonche' di una voce tirata che non si dedica nemeno un attimo a rifiatare, per non parlare dei cori anchessi ben inseriti nel suono complessivo del gruppo.
"You skate, we feel hate" ha il suo punto di forza nei ritmi esasperati dettati dalla batteria.
La terza traccia "Spring" ha del sorprendente, racchiusa in soli 17 secondi riesce a far scatenare un intera platea di giovani panc (provate ad assistere ad una loro esibizione live e capirete di che parlo).
"8 bit fight" ci riserva un jingle iniziale davvero caruccio, per poi iniziare a macinare un duro hardcore connotato da un ottimo lavoro delle chitarre.
"Back to mithology" puo' sembrare un continuum delle precedente song, anche qui infatti le chitarre risultano piu' pesanti (azzeccato l'assolino), anche se rispetto al precedente brano la velocita' appare se possibile piu' schizofrenica.
Buona, anche se non al livello delle precedenti, "Just a phone call" racchiusa in soli 14 secondi.
Al giro di boa dell'album incontriamo la prima cover dei Beastie Boys, "Tough guy", onestamente non sono un gran ammiratore della band, ma almeno devo ammettere che offron gran bei spunti per delle cover, almeno in chiave learn.
"Last minute pinups", "Closet friends" e "Smartness is the only thing you can't buy" per non sembrare troppo ripetitivo non ve le commento, lascio a voi tale lavoro, posso solo accennarvi che come le precedenti vi lasceranno piu' che soddisfatti.
Gli ultimi due pezzi dell'album sono due cover: "Seein rad" dei Minor Threat e "Good intentions" dei Gorilla Biscuits (l'ultima non c'e' nel 7'' originale..e' un regalo che ci fanno per punk4free), stavolta il compito dei nostri eroi era davvero arduo, ma e' stato superato egregiamente, da lodare soprattutto il fatto di non aver cercato di scimmiottare le due band storiche dell'hc, ma di aver ripreso i pezzi in puro stile LxExAxRxNx,.
L'album risulta un buon prodotto hardcore dove sicuramente si possono segnalare come punti di forza, oltre l'ottima registrazione, la velocita' e la brevita' delle canzoni, che fan scorrere l'intero album senza mai stancare.
Nel complesso, nonostante le varie influenze che son ben presenti nel disco, il suono dei LxExAxRxNx, risulta innovativo e davvero affascinante.
Giovani amanti del thrashcore qua ce' pane per i vostri insaziabili denti..scaricate e godete!
Joel

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/youhavetolearn
Email/MSN: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.