Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Social Trauma - [2010] HeretiCore
Social Trauma - [2010] HeretiCore Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Venerdì 24 Dicembre 2010 06:00
Social Trauma - [2010] HeretiCore
Social Trauma - [2010] HeretiCore
01 - L'Apocalisse
02 - Scarred
03 - No Remorse
04 - Your Doom

Eresia: deriva dal greco hairesis, derivato a sua volta dal verbo haireo ("afferrare", "prendere" ma anche "scegliere" o "eleggere"). In origine dunque eretico, era colui che sceglieva, colui che era in grado di valutare piu' opzioni prima di posarsi su una di esse. Anche oggi abbiam imparato una cosa nuova, passiamo dalla teoria all'esperimento pratico.
Prendete un manipolo di volenterosi giovanotti, aggiungete come ingredienti la noia della sperduta provincia ciociara e la voglia di far musica e perche' no creare qualcosa di nuovo, nel 99% dei casi il risultato sara' una pietanza insipida o, ancor peggio, un album inascoltabile registrato per la fama e gloria che mai arriveranno. Pero' c'e' sempre quel 1% di possibilita' che il risultato finale sia un po' diverso e la portata principale risulti appetibile o, quanto meno, digeribile.
Ebbene stavolta abbiam di fronte un gruppo, i Social Trauma, che con il loro rabbioso hardcore, o come lo definiscon loro hereticore, mettono in mostra buone capacita' e sicurezza nei propri mezzi.
I Social Trauma nascono agli inizi del 2009 dalle ceneri dei Morte Apparente (Albinus-voce, Barabba-chitarra e Malattia-batteria) e dei Lady Krueger (FabioMo'-chitarra/voce e Rancio-basso), nel giro di un anno producono questa breve demo-cd dal titolo HeretiCore, quattro pezzi dalla registrazione non eccelsa e dalle liriche equamente divise in italiano e lingua anglosassone, anche se i titoli di tre pezzi posson ingannare.
Si parte forte con "L'Apocalisse", traccia che trasuda rabbia e nichilismo il tutto esaltato dal lavoro delle taglienti chitarre e dal tupatupa costante della batteria, che riecheggia un hc vecchia scuola condito da una voce urlata e corposa. Un ottimo inizio per il pezzo piu' lungo dell'album, seppur non raggiunge nemmeno i tre minuti.
"Scarred" prosegue su ritmi ancora piu' incalzanti, le chitarre a tratti si fan piu' pesanti e piu' vicine al metalcore mentre la sezione ritmica, soprattutto nella prima parte, non lascia un attimo di respiro. Una canzone per certi versi musicalmente diversa dalle precedente, ma dal medesimo positivo risultato.
"No Remorse" e' un'esplosione di potenza racchiusa in appena 20", un pezzo brevissimo ma non per questo meno intenso che lascia spazio a "Your Doom" seconda traccia in lingua inglese. Qui la sperimentazione musicale dei Social Trauma raggiunge l'apice grazie ad un intreccio intenso di hardcore e metal, in cui non si fan mancare brevi assoli di chitarra, repentini stop'n'go, parti piu' ritmate e potenti momenti di puro moshcore; il tutto appare combinato in maniera naturale senza forzature musicali.
In definita un debutto che vede uscire il gruppo a testa alta, i difetti posson esser rintracciati nella brevita' della demo che lascia un po' l'amaro in bocca, una registrazione migliorabile ed una minore incisivita' del cantato inglese, per il resto solo note positive.
In attesa di un seguito numericamente piu' elevato di HeretiCore i Social Trauma son promossi con una larga sufficienza.
Joel

.SCARICA IL CD.

.VIDEOCLIP.
Social Trauma - L'Apocalisse (Live At NotetempoVillage, Roma, 13.08.2010)
Social Trauma - Gli Ultimi 3 Minuti (Live At NotetempoVillage, Roma, 13.08.2010)

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/socialtrauma
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.