Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Hell Dorado - [2006] Demo
Hell Dorado - [2006] Demo Stampa
Recensioni
Scritto da neverstop85   
Giovedì 14 Dicembre 2006 21:54
Hell Dorado - [2006] Demo
Hell Dorado - [2006] Demo
01 - Intro
02 - Hell Dorado
03 - Lassu'
04 - Su Una Nuvola
05 - Da Doo Ron Ron

Gli Hell Dorado sono quattro ragazzi di Moncalieri, che nel maggio del 2006 dopo aver registrato la parti di batteria in uno studio di registrazione di Torino e le altre in casa propria compreso il mixaggio, metteno insieme le 5 tracce che compongono il loro primo demo.
Un repertorio decisamente variegato si puo' scorgere all'interno di questa produzione che spazia da un rock'n'roll anni 50-60 fino ad arrivare a derive musicali che portano a nomi della scena hc melodica americana.
Apparte l'intro in cui troviamo solamente gli strumenti a fare da padrone, le altre 4 tracce sono cantante due in italiano e due in inglese di cui una delle quali precisamente "Da Doo Ron Ron", e' una cover delle Ronettes.
Cominciamo a scandagliare piu' affondo il demo.
Come detto in precedenza, l'intro di questo demo e' completamente strumentale, e ci porta subito a capire le varie influenze che compongono il background di questo gruppo.
E' come, passatemi il termine, un "riscaldamento" per questi quattro ragazzi; infatti si possono ascoltare gli assoli di ogni singolo strumento, come quando si entra in sala prove e prima di cominciare a suonare i propri pezzi si cerchi in pochi minuti un amalagama per poi partire con le canzoni vere e proprie, il tutto confezionato in salsa rock'n'roll quasi alla Thee S.t.p.
Passiamo alla seconda track del demo.
Hell Dorado e' la tipica canzone che si mette all'inizio di ogni album, la canzone "che presenta il gruppo", quella che le persone appena la sentono dicono: "ecco questi sono gli loro gli Hell Dorado".
H.d., si presenta in chiave rock'n'roll come l'intro, infatti sembra essere una continuazione dello stesso.
Buona nell'insieme sotto tutti i punti di vista, anche se avrei decisamente preferito un cantato leggermente piu' aggressivo che riuscisse a dare ancora piu' incisivita' all'isieme.
Arriviamo cosi' alla terza track, la prima in italiano, "Lassu'".
Lassu' e' il primo cambio di rotta all'interno di questa produzione.
Infatti come si puo' notare ascoltando questa canzone, si passa decisamente a tendenze piu' marcate verso un hc melodico di derivazione americana.
Punto di forza di questa canzone, oltre a comunque ad una voce che si adatta gia' meglio a questo tipo di musica, sono le parti di batteria decisamente di buona fattura.
Doppio pedale e fill di batteria devvaro ottimi, che danno alla canzone un qualcosa in piu' ai soliti dogmi del genrere.
E' il momento della quarta canzone. "Su una nuvola".
Qui si rimane sui canoni prima mesionati con qualche tendenza emo, derivante da un testo che sinceramente trovo alquanto banale.
Non me ne vogliano gli "Hell Dorado" ma questo testo non mi piace proprio.
Per il resto musicalemente non trovo nulla da eccepire, come il resto della produzione fin qui scandagliata ma di questo tipo di canzoni ne siamo pieni.
Questa prima fatica degli Hell Dorado si chiude con una cover delle Ronettes.
Si ritorna a classico rock'n'roll rivisto rivisto in chiave moderna.
Andando verso la conclusione di questa recensione del demo degli Hell Dorado, il mio pensiero generale e' che questa produzione sei decisamente all'altezza dal punto di vista musicale.
Nulla da eccepire questi quattro ragazzi con gli strumenti ci sanno fare e a anche alla grande.
La batteria e' decisamente una delle migliori che ho sentito finora tra i demi da me recensiti. Ottima in tutto e con un grande uso del doppio pedale.
Non tralasciamo anche gli altri strumenti suonati alla perfezione dagli altri componenti del gruppo.
Il problema secondo me e' che questo demo manca di incisivita'.
Non c'e' la canzone trascinante quella che ascolti piu' spesso perche' ti rimane in testa fino alla fine.
Purtroppo nel nostro bel paese ci sono tante altre realta' come questi Hell Dorado e se non si emerge con qualcosa di diverso o con qualche novita' si viene risucchiati nel calderone dell'anonimato.
Punterei anche a qualche cambiamento all'interno delle liriche, come gia' detto in precedenza per "Su un nuvola". Questo e' tutto spero di non essere stato troppo cattivo.
Good Luck Kids
Neverstop85

.SCARICA IL CD.

.BIOGRAFIA.
Gli HELL DORADO nascono in quel di Moncalieri alla fine del 2005.
I quattro componenti vantano diverse esperienze nel mondo della musica alternativa che hanno permesso loro di solcare numerosi palchi torinesi.
Il sound della band unisce numerose influenze in un esplosivo ed energico diable punk: dal rock all'hard-core californiano al punknroll, prediligendo linee vocali molto melodiche e ritmiche potenti.
Nel maggio 2006 arriva il primo demo-promozionale: gli Hell Dorado registrano le tracce di batteria allo SPAZIO 211 di Torino e il resto del lavoro viene fatto in casa, mixaggio compreso.
I 5 brani contenuti rappresentano l'inizio del progetto della band e sono solo una parte del repertorio originale su cui il gruppo ha lavorato in questi mesi.
La scaletta e' arricchita da cover rock anni 50 e 60 aggressivamente rilette, tra cui Da doo ron ron delle Ronettes, quinta traccia della demo.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/thehelldorado
Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.