Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Inner Reason - [2010] Something To Prove
Inner Reason - [2010] Something To Prove Stampa
Recensioni
Scritto da Another Thrasher Night   
Venerdì 12 Agosto 2011 05:00
Inner Reason - [2010] Something To Prove
Inner Reason - [2010] Something To Prove
01 - Something To Prove
02 - A Call
03 - Strike Back
04 - Caged
05 - Through The Veins
06 - In The Inside
07 - Farewell
08 - Close Minded
09 - Right To Choose

Brutale.
Questo sicuramente il primo aggettivo che viene in mente sentendo questi Inner Reason.
Hardcore durissimo e purissimo (anche quelli che lo suonano sono purissimi, essendo straight edge), che ricorda sicuramente gli SSD per la furia e l'atteggiamento militante e prende spunto anche dagli ultimi Madball, nelle parti piu' cadenzate e nell'uso rauco della voce.
Nove tracce (piu' una nascosta, decisamente trascurabile) di hardcore punk violentissimo, infarcito di cambi di tempo che spezzano il ritmo con stacchi in mid tempo. E proprio qui sta la forza del disco, quella di proporre un hardcore che non e' solo velocita', ma che riesce a trovare nel metal un'altra (parziale) via d'uscita.
Questa influenza si nota anche nella produzione, che da un tono molto pieno alle chitarre e mette in evidenza i bassi. Il risultato e' quindi un disco perfetto, con un sound scintillante, canzoni sempre molto varie e trascinanti e compatto come un plotone in stato di assalto.
Le influenze principali, a livello di sound, provengono sicuramente dalla scena New York hardcore di fine anni '80; spesso infatti sono presenti parti che ricordano molto i Cro-Mags, gli Agnostic Front, i 25 Ta Life e, come gia' detto, i Madball.
Questa influenza si riflette anche nel modo di suonare dei chitarristi, che spesso e volentieri usano riff in palm muting che si avvicinano molto al mondo thrash metal.
A livello di tematiche, sicuramente gli Inner Reason adorano i gruppi piu oltranzisti dello straight edge, come gli SSD, i DYS e in generale la scena di Boston, la patria dello straight edge, da cui riprendono anche il totale disprezzo per tutto cio' che ci danneggia fisicamente e l'attitudine militante e oltranzista.
L'unico difetto del disco, personalmente, e' la durata perche', pur non essendo un disco brevissimo, e' cosi' figo che sembra finire subito (infatti l'ho ascoltato tipo 6 volte, stupendomi ogni volta di quanto potesse essere cosi' fluido e allo stesso tempo potente!).
Sicuramente devastante in sede live, questo Something To Prove e' sicuramente un disco che fara' piangere (dalla gioia!) chiunque cerchi in continuazione dischi hardcore ferocissimi e incazzati (come me!).
Il pezzo migliore e' senz'altro la title-track, nonche' prima traccia, che comincia il disco in una maniera veramente esplosiva e potentissima e in cui il lavoro delle gang vocals aiuta moltissimo.
Another Thrasher Night

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/innerxreason
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Etichetta Youth Crew Records:
MySpace: http://www.myspace.com/youthcrewrecords
Facebook: http://www.facebook.com/pages/Youth-Crew-Records/149001785115123

.CONDIVIDI.