Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Devasted - [2011] Never Give Up
Devasted - [2011] Never Give Up Stampa
Recensioni
Scritto da fabio HC   
Mercoledì 16 Novembre 2011 05:00
Devasted - [2011] Never Give Up
Devasted - [2011] Never Give Up
01 - Kill The DJ Chapter 2
02 - Nefer Give Up
03 - Dirty Ways
04 - Be Myself
05 - Underground
06 - One More Step To Uncounsciousness
07 - Youthfull Essence (Feat Rupe Rabble)
08 - No Direction Home
09 - False Friend
10 - Why Are You Smiling
11 - Johnny And Ivan
12 - Alone
13 - We Are The Future
14 - Up North

Se c'e' un genere che poco mi scende e' proprio il punk rock.
Non solo per i troppi gruppi presenti sulla scena ma, anche, per la melodia esagerata e la poca attitudine che ha nell'esprimere i concetti. Lasciando perdere pure i pezzi ska-punk che con lo ska c'entrano ben poco. Vabbe', ma bisogna un po' essere obbiettivi no? Eh cazzo.
Questi quattro parmensi non sono poi nuovi alle nostre divertenti paginette, dove compaiono col loro precedente disco targato 2008. Il sound e' lo stesso, punk rock allegro e stramelodico, in grado di farti spegnere il computer dopo l'ascolto di poche tracce.
Ma i Devasted, a differenza di molti altri loro emuli, sanno come maneggiare gli strumenti non eccellendo in tecnicismi, e riescono in qualche brano a farti canticchiare. Su questo non ci sono dubbi.
Un esempio e' l'opener "Kill The DJ Chapter 2", che ho sinceramente apprezzato. Stessa cosa vale per "False Friend", dove la velocita' d'esecuzione si fa sentire e spacca di brutto. Non sembra infatti appartenere troppo al lavoro per via della sua diversita'.
Pezzi deludenti ci sono, come "Be Myself", troppo skaettata diciamo, ma come anche altri. C'e' da ammettere pero' che la varieta' il gruppo ce l'ha, grazie ad "Alone" che con la sua partenza leggermente reggae riesce a distogliere un po' la mente dal solito genere. Ed e' uno dei testi piu' comprensibili del disco.
Insomma, non li voglio mettere in croce, questo e' chiaro, pero' questi quattordici pezzi per quanto possono divertire non trasmettono tanto e, a mio parere, stancano abbastanza. Poi come dicevo in apertura non sono uno che apprezza molto sto genere, anche se brani valevoli ci sono. Questo e' chiaro.
A voi l'ascolto e l'apprezzamento, di sicuro a moltissimi piaceranno senza ombra di dubbio. Mai fidarsi di chi scrive recensioni ehehehe. Oi!
fabio HC

.ASCOLTA MP3.

.CONTATTI.
Home Page: http://www.devasted.com/
MySpace: http://www.myspace.com/devastedpunk
Facebook: http://www.facebook.com/pages/DEVASTED/44786470740
YouTube: http://www.youtube.com/user/lucadevasted
ReverbNation: http://www.reverbnation.com/devastedofficial
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Etichetta RocketMan Records:
Home Page: http://www.rocketmanrecords.com/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.