Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Shock Troopers - [2007] Shock Troopers
Shock Troopers - [2007] Shock Troopers Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Domenica 16 Marzo 2008 21:09
Shock Troopers - [2007] Shock Troopers
Shock Troopers - [2007] Shock Troopers
01. A Reason For Your War
02. Shock Troopers
03. Goodbye Liver
04. Allowed Submission
05. Slave Of State
06. O.P.A.
07. Brainsucker
08. Nothing Remains
09. Stranglehold

Son passati un paio d'anni quando mi sono imbattuto per la prima volta negli Shock Troopers, mi trovavo in non so quale locale palermitano per seguire non ricordo quale gia' celebre gruppo, ed improvvisamente mi ritrovai a vedere un'esibizione dei nostri che da subito han fatto centro nel mio duro ed insensibile cuoricino.
Amore a prima vista per questo quintetto che propone un T(h)rash Metal che catapulta l'ascoltatore agli anni '80 pur non apparendo mai scontato.
Il gruppo nasce a Palermo nel 2001 dopo svariati cambi di formazione ed il passaggio da un suono punk rock a questo Thrash Metal harcoreggiante (nda. per maggiori info leggete la bio nel loro sito) nel 2004 sfornano la gia' gradevole demo Bad Reality ma e' solo nel 2007 con l'attuale formazione ovvero Vincenzo (voce), Mario e Fabrizio (chitarre), Andrea (basso) e Giorgio "Piparino" (batteria) e con il loro omonimo full lenght che entrano nell'olimpo musicale locale e non solo.
Ottima registrazione per questi tiratissimi nove pezzi con liriche esclusivamente in inglese.
Il suono degli Shock Troopers si caratterizza per le veloci sfuriate delle chitarre in cui abbondano i riff di chiara matrice metal, una sezione ritmica potente e decisa dove viene esaltata la martellante e mai doma batteria il tutto imprezziosito da una corposa voce.
Si dall'apertura di questo disco affidata a "A reason for you war" il gruppo tocca vette difficilmente avvicinabili: rabbia, velocita' ed una gran cazzuta dose di tecnica ne fanno da padrone esaltando non poco anche il piu' scettico ascoltatore.
Splendida la furiosa "Goodbye liver" dall'urlato schizofrenico accompagnato da un ottimo coro e da ritmi frenetici (nda. scommetto che il batterista si dopa per tenere certi tempi).
Altri gran pezzi risultano le seguenti "Allowed submission" e "Slave of state" dal riff che fa accapponare la pelle.
Due capolavori sono invece "Brainsucker" e "Nothing remains" da ascoltare fino allo sfinimento.
Nel complesso un lavoro davvero splendido, ed ancora una volta dimostra che qualcosa si muove nella scena Palermitana e senza dubbio un plauso va a tutti i coproduttori che han creduto in questo progetto sicuramente riuscito.
Un album da avere a tutti i costi anche grazie all'ottimo ed accattivante artwork, quindi se vi imbattete in qualche distro che lo espone non perdete tempo ad acquistarlo anche perche' son rimaste poche copie in giro.
Ultima chicca, proprio mentre scrivo e' partito il tour del gruppo in compagnia degli Haemophagus, per conoscere le date cliccate qui
Joel

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Home Page: www.shocktroopers.it/
MySpace: http://www.myspace.com/shocktroopers
Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.