Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Warpeace & Disabled - [2011] Two Way Split
Warpeace & Disabled - [2011] Two Way Split Stampa
Recensioni
Scritto da fabio HC   
Mercoledì 29 Febbraio 2012 05:00
Warpeace & Disabled - [2011] Two Way Split
Warpeace & Disabled - [2011] Two Way Split
01 - Warpeace - Nucleare
02 - Warpeace - Vivisezione
03 - Warpeace - Terra
04 - Warpeace - Progresso
05 - Warpeace - Lobby
06 - Disabled - Equality
07 - Disabled - No More Life To Be Sacrificed
08 - Disabled - R.I.P.
09 - Disabled - No Future
10 - Disabled - Pray In Hell (Live)

Ultimamente mi ritrovo ad aver a che fare con lavori completamente diversi tra loro, e questo variare il sound sul mio lettore mi fa davvero piacere.
Oggi, cari pancacci, abbiamo a che fare con lo split di due ottimi gruppi crusters, uno italiano (Warpeace) ed uno indonesiano (Disabled).
I primi, romani, sono gia' passati col loro Ep sulle graziose paginette di p4f, ed ora tornano alla ribalta con quattro inediti brani senza contare l'aggiunta di "Terra" e "Progresso", pezzi gia' contenuti nel passato Ep.
I crusters in questione ci sanno davvero fare con gli strumenti, e si avvicinano molto al metal grazie alla massicia chitarra ma soprattutto grazie ai tappetini di doppio pedale che si sentono qua e la per i vari pezzi. Un particolare prettamente metal direi.
Ma sicuramente non sono da elogiare solo strumentalmente, perche' anche testualmente i ragazzi non scherzano affatto; le tematiche sono classiche del genere, ovvero la vivisezione, il nucleare, la lotta alle lobby ed al progrsso, tutti temi che mi (e spero ci) stanno a cuore esposti bene grazie alla semplicita' del songwriting scarno e deciso. La doppia voce poi attacca abbastanza, in particolare lo screaming, ben fatto ma non intellegibile. Be', cosa si poteva volere di piu'?
Passiamo ora a parlare dei Disaled, band indonesiana crust/d-beat mostruosa dedita ad una estremizzazione alla seconda voce, la quale sembra non essere di origine umana. Spaccano pero', fidatevi, nonostante la brutta registrazione dello split. Sara' l'uso continuo ed assiduo del d-beat che aiuta l'assimilizzazione del prodotto. I testi qui sono piu' incentrati sulla morte, molto piu' scialbi rispetto a quelli dei loro compagni italiani, e questo particolare fa perdere sicuramente punti alla formazione.
Pero' dai, i cinque brani (tra i quali e' presente una song live) scorrono veloci, e chiudono uno split che rispecchia le caratteristiche del classico crust.
Chi e' abituato alle sonorita'à forti influenzate dal metal apprezzera' questa fatica nel bene o nel male, ma chi non regge il genere farebbe meglio a lasciar stare. Oi!
fabio HC

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Warpeace:
MySpace: http://www.myspace.com/warpeacepunk
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Disabled:
MySpace: http://www.myspace.com/disableddbeat

.CONDIVIDI.