Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Campus Sterminii - [2003] Live At CPA Firenze
Campus Sterminii - [2003] Live At CPA Firenze Stampa
Recensioni
Scritto da ThePuNkshOw   
Lunedì 02 Aprile 2007 14:21
Campus Sterminii - [2003] Live At CPA Firenze
Campus Sterminii - [2003] Live At CPA Firenze
01. D.i.y.
02. Futti no bombe
03. Stronzate prolife
04. Zombie

I Campus Sterminii sono uno di quei gruppi che li si apprezzano non tanto per quello che fanno ma per come lo fanno: onesta' ed attitudine di certo non gli mancano!
Senza dimenticare gli ottimi Nagasaki Nightmare i Campus Sterminii sono tra i gruppi di punta del crust italiano odierno, gruppi del quale se ne sentiva il bisogno, con la necessita' vitale di suonare dovunque, con l'esigenza di proporsi all'estero, gruppi che mi piace immaginare continuino a fare cio' che fanno per non essere costretti a vedere scomparire un idea.
Musicalmente i Campus Sterminii ricordano un bel miscuglio di grupponi sia crust che grindeggianti, per rendere l'idea, chiamerei in causa i primi driller killer, i disrupt meno grind, i kontrovers, un po' i wolfpack e sicuramente i primi extreme noise terror … I nomi da fare sarebbero molti, ma lascio a voi fare il gioco delle somiglianze!
L'album di cui stiamo parlando e' un demo live del 2003 registrato al cpa di Firenze.
I quattro pezzi pur essendo live non sono nemmeno registrati troppo male, i difetti sono qualche spadellata di troppo di batteria, chitarra un po' troppo bassa e basso inesistente; nonostante queste pecche il risultato finale e' piu' che decente.
Ecco che parte la prima traccia "d.i.y." una lampante manifestazione d'intenti, un pezzo con inizio arpeggio distorto e stacchi thrash niente male, segue "futti no bombe" che insieme a "d.i.y." e' presente anche su quel bel dischetto che e' lo split dei Campus Sterminii con i Disgusting Lies (edito qualche tempo fa dalla mitica Agipunk). "Futti no bombe" fa il suo sporco lavoro, un bel pezzo crust insomma, subito dopo c'e' "Stronzate Prolife"… Il testo (c'e' bisogno di dirlo?) parla di quell' argomento che ha infuocato la cosiddetta scena punk italiana (specialmente negli anni '90) e che ha fatto scaturire infinite battaglie ideologiche soprattutto tra hardliner invasati e anarcopunx inquisitori!
Chiude il demo "zombie", una canzone che parla di alienazione, apatia, rapporto con la societa', lavoro.
I pezzi in media mantengono buoni livelli, testi classici per il genere che hanno comunque il pregio della genuinita'. Un buon dischetto crust & furious da consigliare a tutti gli amanti del suono grezzo, sporco, rugginoso, cupo ed immediato!
Recensione a cura di El Mau

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/campussterminii
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.