Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Always Later Vs Twenty Miles To Mother - [2011] Split
Always Later Vs Twenty Miles To Mother - [2011] Split Stampa
Recensioni
Scritto da Nana   
Martedì 19 Giugno 2012 05:00
Always Later Vs Twenty Miles To Mother - [2011] Split
Always Later Vs Twenty Miles To Mother - [2011] Split
01 - Always Later - In This Cage
02 - Always Later - Turn On Your Mind
03 - Always Later - Everything Ends
04 - Twenty Miles To Mother - Tom
05 - Twenty Miles To Mother - Got Lost
06 - Twenty Miles To Mother - The Bus

Ho ascoltato lo split almeno una decina di volte e una domanda mi ha tormentato per tutto il tempo: perche' questi due gruppi hanno deciso di realizzare uno split insieme?
Ingenuamente ho sempre creduto che le bands che condividono un disco debbano essere similari sotto vari aspetti, ma gli Always Later non hanno niente a che fare con i Twenty Miles To Mother.
Sovvertiamo l'ordine cronologico e partiamo con l'analizzare la seconda parte del lavoro.
Mi piacerebbe saper definire i Twenty Miles To Mother, ma la verita' e' che non ci riesco proprio. Intendiamoci, non voglio dire che siano da buttare via, anzi a dirla tutta a parer mio sono bravi, ma sicuramente adatti ad un altro circuito musicale.
Parte il primo pezzo e l'unica cosa che prende forma nella mia testa e' un insieme di fiori fastidiosamente profumati; non so come definire la sensazione di disagio che provo. Sto parlando di una delicatezza forzata, propria del genere che vogliono inesguire e che non a caso, non mi appartiene affatto.
Cio' che mi piace del gruppo e' la voce del cantate, davvero interessante e colma di spunti originali.
Ora e' meglio passare oltre, non vorrei seminare altri morti lungo il percorso.
Ecco giunto il momento dei pugliesi Always Later.
La prima impressione non e' ottima, in fondo io e il metalcore non andiamo granche' d'accordo; ascoltando piu' attentamente, pero', mi rendo conto dell'enorme potenziale che la band possiede: sfumature post-hc, venature noise, sonorita' ricercate.
Fantastica la voce, e colgo l'occasione per fare i complimenti al cantante: le vibrazioni calde e piene del cantato, sembra quasi che avvolgano l'ntera struttura dei brani.
Degno di essere nominato e' l'ultimo pezzo "Everything Ends", nel quale spiccano intermezzi parlati che donano dinamicita' al tutto; qui l'atmosfera' e' quella tipica del post-hc, con chitarre rumorose e arpeggiate, pronte ad esplodere in arcobaleni energetici negli istanti piu' improbabili.
Per oggi e' tutto. Alla prossima luridi...sempre se i Twenty Miles To Mother non mi uccidono prima.
Nana

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Always Later
MySpace: http://www.myspace.com/alwayslatersound
Facebook: http://www.facebook.com/AlwaysLater
ReverbNation: http://www.reverbnation.com/alwayslater
Twenty Miles To Mother
MySpace: http://www.myspace.com/twentymilestomother
Facebook: http://www.facebook.com/pages/Twenty-Miles-To-Mother/175077759179284

.CONDIVIDI.