Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Ipotesi Perversa - [2007] Everything Collapses
Ipotesi Perversa - [2007] Everything Collapses Stampa
Recensioni
Scritto da ThePuNkshOw   
Giovedì 20 Settembre 2007 01:11
Ipotesi Perversa - [2007] Everything Collapses
Ipotesi Perversa - [2007] Everything Collapses
01. The Broken Dream Of Icarus
02. Burnt By Your
03. Nail
04. Heroes (Are Dead)

Ok, io li ho ascoltati mo' di sfuggita e mi sembrano la versione underground dei linkin park ahuah
Pero' mi sa che il caro El Mau dei Deprogrammazione la pensi diversamente essendo piu' acculturato di me nel ambito metal..
Andate nel Leggi Tutto a vedere che ne pensa.
ascoltate e giudicate...
..un po' di sano METALCORE ogni tanto non fa proprio male.
Che metallari 'sti bergamaschi!
Con questo demo, gli Ipotesi Perversa dicono a gran voce una cosa: metalcore, con tutte le sue sfaccettature, le sue influenze, i suoi pregi e difetti. Ed io che pensavo che con un nome cosi' facessero punk marcio! Aprono le danze con "The broken dream of icarus" l'inizio e' puro suono edgemetal anni '90, un po' death melodico, un po' Arkangel, un po' H8000 e gruppi belgi vari, insomma se la Goodlife (etichetta sxe belga) avesse sentito della roba cosi' qualche anno fa non se la sarebbe fatta scappare!
Il pezzo si arrichisce poi di una parte arpeggiata niente male, che si rivela essere di apertura per il successivo riff zanzara che va a supportare un cantato "pulito" a mio parere non troppo azzeccato.
Il secondo pezzo e' "Burnt by you", inizio riff death melodico e a seguire pezzo nyhc con dei begli stacchi qua e la che danno spazio alla parte con cantato "pulito" che qui, rispetto al pezzo precedente, sicuramente e' piu' piacevole.
E' il turno di "Nail": un inizio con una bella batteria ed una chitarra pulita arpeggiata va poi a sfociare nel classico suono prediletto dai quattro, in questo pezzo si nota in certi punti un curioso suono di piatto di batteria che sembra un martello su un incudine.
Chiude il tutto "Heroes (are dead)", il pezzo piu' bello del demo, capace di distaccarsi un po' dai soliti canoni metalcore e simili. "Heroes (are dead)" in certi punti mi ricorda (ma andiamoci piano!) gli altissimi Neurosis; un pezzo con una giusta dose di sofferenza espressa ed un suono "acquoso" al punto giusto, un brano forte anche di una ripetitivita' ossessiva che non fa mai male... "When all your heroes will die who will take their place?" Il quesito e' interessante.
Per gettare benzina sul fuoco potrei dire che e' meglio non averli gli "eroi"; potrei anche dire che un "eroe" non morira' mai proprio perche' tale: la maggior parte degli "eroi" sono fisicamente morti eppure sono sempre di più celebrati... non e' forse una sorta di immortalita' questa? Mah... Lascio a voi pensarci un po' su e ritornerei al gruppo.
Per essere un demo (tra l'altro ben registrato) non c'e' male, il mio consiglio per il gruppo e' quello di ricercare un approccio più personale al tutto e di ritagliarsi uno spazio nell'ambito metal.
Come sempre per chi mette i suoi miraggi nella musica: buon'avventura.
Recensione a cura di El Mau.

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
MySpace: http://www.myspace.com/ipotesiperversa E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.