Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni To Brothers - [2013] Some Clouds Above Us
To Brothers - [2013] Some Clouds Above Us Stampa
Recensioni
Scritto da Punx666   
Martedì 16 Luglio 2013 09:00
To Brothers - [2013] Some Clouds Above Us
To Brothers - [2013] Some Clouds Above Us
01 - Tourette Syndrome
02 - Wide Awake
03 - Less Than Apple Pie
04 - Some Clouds Above Us
05 - A Simple One
06 - Make A Sound

Alessandria e' sempre stata molto attiva a livello musicale.
Parecchie bands della mia citta' si sono fatte conoscere in tutto il mondo.
Parliamo di qualsiasi genere: dal punk al black metal, passando per il rock'n'roll e il post-core. Sta a voi scovare quali sono, se vi va, non siamo qua per questo, ma per dire che uscito il primo Ep dei To Brothers.
Ecchiccazzo sono direte voi.
Sono tre personaggi alessandrini che si sono dati parecchio da fare in passato e che continuano, nonostante le mille difficolta' della vita di provincia, nel darsi da fare.
Alla chitarra/voce abbiamo Paz, gia' nei P.D.M., Bigotz, Klingons e ora solista. Alla batteria c'e' Pier, leader di Last Day Before Holiday e ora anche nei Jungle Fever. Al basso c'e' un russo-alessandrino che risponde al nome di Danil, gia' nei Moyavina' e ora in Last Day Before Holiday e Jungle Fever pure lui. Tutta questa menata per dire che le facce sono sempre le stesse e le risposte prevedibili: i veterani ci sanno sempre fare.
Da una parte e' triste vedere la mancanza di nuove leve convincenti, perlomeno in ambito punk (non mi interessa molto il giro rock-crossover ne' quello metal estremo), dall'altra e' una piacere vedere che le vecchie facce non mollano mai. Sara' per questo che ai concerti ci si incontra sempre con loro, mentre membri di gruppi giovani non si vedono mai in giro. Comunque non siamo qua per fare polemica.
Some Clouds Above Us e' un buon Ep d'esordio, da ascoltare e scaricare gratuitamente su bandcamp in attesa di una qualche tiratura fisica.
I tre ci riportano alla mente i bei momenti passati negli anni '90. Nel loro sound sono forti le influenze del punk rock americano di All o Face To Face, alcuni spunti quasi hardcore-melodico alla Lifetime e un'attitudine pop punk, figlia di Queers e Screeching Weasel. Ascoltando il brano che da' il titolo all'Ep mi si sono materializzati davanti anche fantasmi di concerti dei Bigotz in un Subbuglio stipato di gente, ma questa e' l'eta', si sa.
La registrazione fatta in casa e' ottima, sicuramente sopra la media delle uscite autoprodotte, nonostante i (penso) pochi mezzi.
Anche questo e' frutto di esperienza.
Che altro dire...spaccatevi il coro di "Make A Sound" per finire in bellezza l'Ep, la vostra giornata stressante, non pensare alla crisi e quant'altro. L'estate sta iniziando soltanto ora e questo disco potrebbe esserne un'ottima colonna sonora.
Punx666

.ASCOLTA IL CD.

.CONTATTI.
Facebook: http://www.facebook.com/tobrothersband
Bandcamp: http://tobrothers.bandcamp.com/

.CONDIVIDI.