Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Hungry Like Rakovitz - [2013] The Cross Is Not Enough
Hungry Like Rakovitz - [2013] The Cross Is Not Enough Stampa
Recensioni
Scritto da Garrett   
Mercoledì 24 Luglio 2013 09:00
Hungry Like Rakovitz - [2013] The Cross Is Not Enough
Hungry Like Rakovitz - [2013] The Cross Is Not Enough
01 - Reborn To Die Twice
02 - Tears Of Strangers Are Only Water
03 - Pornographers Of Violence
04 - Celestial Incest
05 - Demons Over Demons
06 - Revelations Six
07 - Please Tom Selleck Drive Me To Hell
08 - Baptized In Reverse
09 - Anders Suhm
10 - Putrefiction
11 - The One Who Knocks At Your Door
12 - The Size Of The Horn
13 - We Who Fuck The Darkness
14 - The Glorious Way To Become Ashes
15 - I'll Be Back In Five Minutes With John Titor
16 - Abyss Obsessed
17 - In The Beard Of Satan
18 - Redemption In Slowmotion
19 - The Sound Of You Dying

Gli Hungry Like Rakovitz sono un cazzutissimo quartetto bergamasco che gia' in passato approdarono su queste pagine, trasmettendo a tutti noi ottime impressioni. Quest'ultimo lavoro non e' affatto da meno.
The Cross Is Not Enough e' uno di quei dischi il cui ascolto equivale a prendere badilate in faccia dalla prima all'ultima traccia, ma che allo stesso tempo non puoi fare a meno di ascoltare compulsivamente.
Esso ci propone 25 minuti di un superbo grindcore arricchito con black metal, riferimenti alla bestia e 666, molto simile allo stile dei triestini The Secret, con i quali, tra l'altro, hanno anche condiviso il palco in qualche occasione.
I pezzi sono tanti e parlare singolarmente di ognuno di essi sarebbe oltremodo oneroso. Cio' che posso dirvi e' che essi sono caratterizzati da riff serrati e compatti, e dal frequente uso di breakdown, dissonanze e cambi di tempo. Non mancano inoltre parti lente, dall'andamento quasi elefantiaco, che tanto ci ricordano le vecchie glorie sludge.
Direi che pezzi brutti non ce ne sono, pertanto esprimere una preferenza risulta difficile, tuttavia "Demons Over Demons", "Putrefiction", "The Size Of The Horn" e "We Who Fuck The Darkness" sono le tracce che hanno catturato maggiormente la mia attenzione.
Sia la registrazione che l'artwork (che roba e'? Un feto deforme?) sono entrambe di ottima fattura.
Non credo ci sia da aggiungere altro. Se, come me, amate i generi nati per osmosi come ad esempio da hardcore e black metal non vi resta che ascoltare questo disco.
Garrett

.ASCOLTA IL CD.

.CONTATTI.
Home Page: http://hungrylikerakovitz.blogspot.it/
MySpace: http://www.myspace.com/hungrylikerakovitz
Facebook: http://www.facebook.com/hungrylikerakovitz
Bandcamp: http://hungrylikerakovitz.bandcamp.com/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.