Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Dotok - [2013] Fondali Del Mare
Dotok - [2013] Fondali Del Mare Stampa
Recensioni
Scritto da Joel   
Lunedì 02 Settembre 2013 09:00
Dotok - [2013] Fondali Del Mare
Dotok - [2013] Fondali Del Mare
01 - Intro
02 - Veto
03 - Perduto Per Sempre
04 - Fragile
05 - Il Giardino Dell'Audience
06 - Optato Per L'Origine
07 - Ipercrisia
08 - Sola Mente Tu
09 - Giusta Ricompensa
10 - Aggrodolce
11 - Falso In Sogno
12 - Tra Le Ceneri
13 - Il Valore Del Tuo Silenzio

Primo album autoprodotto per i Dotok, tosto gruppo romagnolo che esprime un hardcore moderno, con qualche escursione metallica, mantenendo lo sguardo fisso sulla vecchia scuola italiana.
Sonorita' non certo sconosciute nel panorama punk hc dello stivale ma, come purtroppo spesso non accade, il quartetto esprime una marcata personalita' tangibile gia' dopo l'ascolto di una manciata di pezzi.
Nati nel Febbraio 2009 a Rimini grazie a Ste alla voce, Davidelucchi alla chitarra, Vam al basso e Sha alla batteria, dopo circa un annetto sfornano la prima demo per arrivare, solo nel Marzo 2013, al primo full lenght Fondali Del Mare. Dodici tracce dall'ottima produzione che esprime al meglio l'impatto sonoro della band ed il tutto confezionato con grafiche d'effetto.
Proprio al disegno in copertina riconduce l'intro, non musicale, farcito di grugniti maialeschi e spazzatura tratta dal tubo catodico che apre l'ignorante scaletta; la successiva mezz'ora abbondante e' connotata da sonorita' rabbiosa e velocissima nonche' ottimi testi di denuncia sociale.
Schegge farcite di odio ben espresse gia' nel primo pezzo "Veto", con l'urlato potente e penetrante di Ste accompagnata da una batteria martellante mai doma. Le tracce si sviluppano tutte con lo stesso cliche' esprimendo una cattiveria indomabile.
Nessun passaggio a vuoto seppur qualche pezzo risulta maggiormente d'impatto come la piu' breve "Fragile", "Il Giardino Dell'Audience" e "Optato Per L'Origine" dove la chitarra le fa da padrone.
Poi troviamo "Ipercrisia" e "Sola Mente Tu" pezzi piu' vari e probabilmente i piu' riusciti arricchiti da liriche ben elaborate.
La scaletta prosegue a tirare bordate violentissime come "Aggrodolce" (nda. titolo azzeccatissimo) che aggiunge al repertorio dei Dotok un bel riffettino metal oppure "Falso In Sogno" che, per qualche strano ed immotivato motivo, mi riporta alla mente gli Skruigners.
Non da meno gli ultimi due episodi e, soprattutto, "Il Valore Del Tuo Silenzio" altro gran bel cavallo di battaglia per la band che ormai non sorprende piu'.
Che aggiungere, Fondali Del Mare e' un esordio col botto su queste pagine per i Dotok una nuova scoperta che di sicuro non perdera' tempo a confermarsi.
Promossi a pieni voti!
Joel

.SCARICA IL CD.

.PER L'ACQUISTO.
Potete acquistare l'album contattando i Dotok scrivendogli direttamente tramite mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .
Prezzo: 5 euro.

.CONTATTI.
Facebook: http://www.facebook.com/dotok
Bandcamp: http://dotok.bandcamp.com/
Last.fm: http://www.lastfm.it/music/DOTOK
YouTube: http://youtube.com/DotokHC
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.