Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni RFT - [2013] Resistere
RFT - [2013] Resistere Stampa
Recensioni
Scritto da Zacca   
Venerdì 31 Gennaio 2014 09:00
RFT - [2013] Resistere
RFT - [2013] Resistere
01 - Notte
02 - Freddo
03 - Vento
04 - Neve
05 - Fuoco
06 - Tormenta
07 - Stormo

"Ti chiedi ancora se vale la pena ma".
Nessun ma, se questa e' una domanda che ci rivolgono la risposta e' si.
Dopo Quasi 15 anni, 3 dischi e centinaia di concerti in tutta Italia vale la pena continuare.
Vale la pena che un gruppo della vecchia scuola si rinnovi e ci regali un disco cosi' intenso, cosi' pregno di rabbia, la stessa rabbia che provavano a 20 anni durante i cortei e le occupazioni.
Se anche voi vi siete innamorati della loro Cognizione Del Dolore (2008) e vi ha incuriosito RabbiaFuroreTormento (2010) non potrete non apprezzare Resistere.
Questa e' musica per ciccioni, gente che si sveglia e fa colazione con rape e salsicce urlando con la bocca piena i cori degli Hatebreed. E' perfetto.
La produzione affidata ad Ale di Mobsound, l'esecuzione, la composizione, i testi, la grafica e anche il formato edizione limitata con il kit di sopravvivenza in caso vi doveste perdere in montagna.
Quest'album prima di presentarvelo l'ho sentito una decina di volte di cui la meta' live quindi cercate di capire il mio entusiasmo.
Il compito di aprire le danze/ginocchiateneidenti e' affidato a "Notte" che e' un breve intro di un minuto scarso che funge da preludio per "Freddo" che rompe il silenzio della notte (ah-ah-ah) con una cavalcata di batteria che ha l'effetto di un treno nel petto.
La soluzione scelta per le successive "Vento" e "Neve" e' molto simile con un'alternanza sfuriate-beatdown e diciamo che e' questa la caratteristica principale di tutto l'album. La prima volta che sentii "Fuoco", traccia numero 5, si chiamava "Barona Hardcore" (qui volano lauree, specialistiche, dottorati, baci accademici) e devo dire che sentirla in questa versione infighettita non mi dispiace per nulla. Fino a meta' e' il pezzo piu' spensierato dell'album ma quasi subito tornano le palate in faccia di dura e cruda rabbia, coro a 20 voci - altri 30 secondi - stacco ed e' il momento di "Tormenta". "Tiri pugni contro i muri?" Ok mi fido, lo sto facendo e motivi ne abbiamo tutti per farlo. Qua c'e' l'unica piccola inezia che non mi convince: un coro di un minuto che riassumo con un incontro fra i Madball e Tim Burton che iniziano ad ubriacarsi assieme e si schiacciano le lattine vuote in testa. Ho contribuito a questo scempio quindi non mi ci soffermo e passo avanti arrivando alla fine: "Stormo". Furia, violenza e tutto il resto, la formula vincente non cambia e la tensione non cala ma qui si aggiunge una collaborazione d'eccezione con Jacopo (Fine Before You Came ed ex Verme) che scende gli scalini di Mobsound, entra in sala di registrazione e da il tocco finale a quello che e' uno dei dischi di hardcore italiano piu' convincenti e meglio riusciti del 2013.
Se non lo avete ancora scaricato in questi mesi correte sul loro sito e fatelo gratuitamente.
Zacca

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Home Page: http://www.rft-hardcore.com/
MySpace: https://myspace.com/rfthc
Facebook: https://www.facebook.com/RFT.hardcore
ReverbNation: http://www.reverbnation.com/rfthc
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.