Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Alfatec - [2014] Otium
Alfatec - [2014] Otium Stampa
Recensioni
Scritto da Punx666   
Lunedì 26 Maggio 2014 10:00
Alfatec - [2014] Otium
Alfatec - [2014] Otium
01 - Last Dose
02 - Shut Your Mouth
03 - What Happens Next?
04 - Fight For Peace
05 - Bells Ring
06 - My Brother Is A Nazi
07 - Pigeons
08 - Perfect Pervert
09 - Domestic Violence
10 - High Heels
11 - Goodbye

Il gradito ritorno degli Alfatec e' scandito dalle note di "Last Dose".
Penso che i toscani non abbiano ormai piu' bisogno di presentazioni. Migliorano di disco in disco, sia a livello compositivo che per quanto riguarda la cura dei particolari.
Il cd infatti si presenta in elegante confezione jewel con sovraccoperta cartonata. La grafica un po' hippy fa sorridere, ma e' ben elaborata, come anche la registrazione (era ora!). Il tutto prodotto e confezionato da Moolight Rececords (spero di aver ben interpretato il logo quasi black metal).
Passando al discorso musicale, per chi non li conoscesse, gli Alfatec mixano classico old school e sonorita' Dead Kennedys ottimamente. Ho semplificato per dare un'idea, ma in realta' il loro sound e' piuttosto complesso, potremmo trovarci Murphy's Law e Circle Jerks per esempio e tanta altra roba buona, che per un vecchio testone come me e' sempre piacevole.
La voce di Tommi e' diventata meno sguaiata, quasi un incrocio fra Minor Threat e Negative Approach. A volte osa pure qualche melodia.
Adoro le chitarre di Marco che viaggiano su binari ben poco hardcore, ma allo stesso tempo sono fottutamente old school. Le ritmiche sono sempre abbastanza varie, se consideriamo i canoni del genere, e i testi stanno in bilico fra il delirante a cui ci hanno abituato in precedenza (vedi "Domestic Violence") e una parvenza di qualcosa di piu' serio ("Goodbye"). Comunque sia non siamo qua per fare i poeti.
Il discorso e' in realta' molto piu' semplice: gli Alfatec spaccano e hanno dalla loro un'esperienza notevole, maturata suonando su palchi marci di mezzo mondo, in compagnia dei cugini Carlos Dunga. Godetevi dunque "Fight For Peace" (intro Motorhead, singalong da pub, assolazzi, che altro volere?) o le mazzate sonore tipo "Bells Ring" e "Perfect Pervert", passando per "Pigeons" (un pezzo quasi alla Embrace).
Arrivate all'ironico cantato di Tommi in "Goodbye" e dopo ricominciate da capo, che i ragazzi se lo meritano.
Punx666

.ASCOLTA IL CD.

.CONTATTI.
Home Page: http://alfatec.altervista.org/
Facebook: https://www.facebook.com/alfatecassholes
Bandcamp: http://alfatec.bandcamp.com/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna