Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Robert Delirio - [2007] California Republic
Robert Delirio - [2007] California Republic Stampa
Recensioni
Scritto da josecuervo   
Martedì 09 Ottobre 2007 14:23
Robert Delirio - [2007] California Republic
Robert Delirio - [2007] California Republic
01 - Popolo
02 - Made In China
03 - E' Dura
04 - Techno Turbine
05 - Vita Smarrita
06 - Acqua Business
07 - One Minute Simphony

Robert Delirio. Mai nome artistico fu piu' azzeccato. Atrox. Un altro bel nome, soprattutto per un gruppo hardcore. E qui devo ammettere, a testa bassa, di non averli mai ascoltati. Spero di poter essere perdonato e prometto di colmare questa lacuna il piu' presto possibile.
Ma torniamo a noi: cosa hanno in comune questi due nomi?
Esatto, proprio lui, Robert! Infatti fu uno dei fondatori degli Atrox e li accompagno' per quattro dischi. Poi decise di fare il vagabondo e dopo essere stato in innumerevoli posti si e' stabilito a San Jose, California, dove ha messo insieme il disco di cui dovrei star parlando e lo ha mandato a sberla, che lo ha mandato a me dicendomi: -Recensa!-
Quindi 'sto disco, quando leggerete queste righe, avra' fatto piu' giri di una trottola!
E adesso, carico di autocompiacimento per questa battutaccia, posso iniziare a dirvi che cosa troverete in queste 7 tracce: digi-core, o come dice nella web ufficiale, una fusione di hardcore italiano, hip hop latino e techno trance americana. Io personalmente con quest'ultima definizione non sono del tutto daccordo, soprattutto per la parte hip-hop, visto che non si sente uno scratch ne' un rap in tutto il disco. Infatti gia' dalla prima traccia si capisce in che direzione si va: ritmi techno fatti al computer con schitarrate "autentiche" e un cantato in italiano che mi ricorda un po' Battiato. Detto cosi' potrebbe sembrare una gran figata visto che, meno per la parte di Battiato, potrebbe far pensare ai Prodigy o agli Atari Teenage Riot, pero' il risultato finale non m'ha convinto. Sara' per i ritmi troppo serrati o per i suoni e gli effetti troppo "digitali"' o forse perche' Robert e' troppo avanti per me (o io troppo indietro) e non lo capisco. Forse se ci fossero state sonorita' piu' hip-hop o drum'n'bass o in ogni caso piu' variate avrei aprezzato di piu'. I testi meritano un discorso a parte, per la loro ironia nell'affrontare argomenti seri dando cosi' piede a risa e riflessioni a parti uguali.
In ogni caso come meglio si giudicano le cose e' per se stessi, quindi consiglio a tutti di ascoltarlo, anche perche' considero che chiunque cerchi di innovare conservando un' attitudine punk merita attenzione e rispetto.
JoseCuervo

.SCARICA MP3.

.CONTATTI.
Home Page: www.robertdelirio.com
Home Page Atrox: www.atrox.it
Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.