CGB - [2014] Tra Le Tue Rughe Stampa
Recensioni
Scritto da krizia   
Giovedì 08 Ottobre 2015 09:00
CGB - [2014] Tra Le Tue Rughe
CGB - [2014] Tra Le Tue Rughe
01 - Non Ancora
02 - Tre Volte
03 - Tra Le Tue Rughe
04 - Spore

Se non sbaglio era Anna Magnani che disse al truccatore che voleva coprirle le rughe: "Non le toccare, ci ho messo una vita a farmele venire". Aveva capito tutto. E forse anche i CGB, visto che sono proprio le rughe le protagoniste di questo loro ultimo album: quegli affascinanti solchi che attraversano inesorabilmente il viso, spesso sintomi di un rancore e di una malinconia legati ad un passato che non permette mai di tornare indietro.
Sentimenti e riflessioni che trasudano da tutte le tracce dell'album, anche se ognuna di esse ha un vestito diverso: la sincopata "Non Ancora", la quasi ingannevole "Tra Le Tue Rughe" con un intro (ma solo quello) che ricorda il classico riff ska e la nostalgica "Spore", una riconferma alla grande l'ecletticita' di una band che, nonostante ricalchi il classico stile hc, sa partorire anche ballate romantiche mai ordinarie e banali, come d'altronde gia' fatto in passato con capolavori come "Tanita".
Su "Tre Volte" vorrei, invece, soffermarmi un po' di piu' in quanto, a mio parere, racchiude l'essenza dei CGB, la loro individualita' e il personalissimo tocco che ha sempre reso piacevole ascoltarli: questi ragazzi hanno, infatti, la straordinaria capacita' di oltrepassare la rabbia che trasuda dall'hc (senza pero' abbandonarne mai lo stile) per addentrarsi piu' sulle cause di questa rabbia, sui reconditi meandri da cui essa proviene, che e', forse, il solo e unico modo di liberarsene.
krizia

.SCARICA MP3.

.CONTATTI.
Home Page: http://www.cgbhc.net/
Facebook: https://www.facebook.com/CGB-421855817915787/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.