Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Plakkaggio - [2015] Ziggurath
Plakkaggio - [2015] Ziggurath Stampa
Recensioni
Scritto da krizia   
Venerdì 06 Novembre 2015 10:00
Plakkaggio - [2015] Ziggurath
Plakkaggio - [2015] Ziggurath
01 - Piombinara
02 - Sacriporto
03 - Esumanazione
04 - Missione Disagio
05 - Diaspora
06 - Il Vascello
07 - Ziggurath
08 - Proto Indo Europa
09 - New Wave Of Black Heavy Metal Oi!
10 - L'Anticristo (Feat. Dannyboy)
11 - I Nostri Anni

Avete presente quel momento che c'e' prima di fare un qualcosa di molto importante?
Che sia una camminata sulla slackline sospesi nel nulla, una cavalcata d'amore o una partenza definitiva conta poco. Il momento ha sempre la stessa consistenza: dura piu' di quanto si pensa e ha un sottofondo melodico profondo che somiglia tanto all'intro ovattato di Ziggurath, ultimogenito musicale di tre genitori che non hanno ormai bisogno di presentazioni: i Plakkaggio.
E' un perfetto preludio per quello che si prospetta gia' dalla seconda traccia un album ben riuscito, seppur comprensibile a pieno forse dopo qualche ascolto in piu' (sacrificio che non dispiace per niente fare!). Si riescono persino a notare lievi echi di vecchi capolavori come "Granito" nei cori di "Esumazione" che, seppur misantropa e introspettiva, precede pezzi vestiti del piu' classico stile punk hc, metal e oi! come "Missione Disagio", "Diaspora", "New Wave Of Black Metal Oi!" e la stessa "Ziggurath".
Non poteva, inoltre, mancare un dissacrante inno al nichilismo hc con "L'Anticristo", riuscitissimo connubio di riff melodici e ritmi che definire sincopati sarebbe riduttivo. Tale ecletticita' e', forse, la prova piu' lampante della maturita' di quest'album, che riesce a sintetizzare ogni personale sfaccettatura stilistica di una band ormai adulta, nell'accezione piu' positiva del termine, senza stravolgerne l'identita'. E' una saggezza che trasuda anche da testi che non scadono mai nella banalita' (che rapisce, purtroppo spesso, gli aspetti compositivi di uno stile come questo) e da una voce che riesce ad essere insofferente e rancorosa pur conservando la sua acre perfezione.
La cosa che, tuttavia, amo di piu' dei Plakkaggio e' che, nonostante questa maturita', c'e' un'intima nostalgia dei vecchi tempi, un angolo del cuore legato per sempre alle loro origini. E quale altro pezzo se non il piu' malinconico in assoluto della storia musicale italiana si poteva usare per un riadattamento in chiave hc? "Gli Anni" degli 883 made in Colleferro chiude infatti Ziggurath nel modo piu' bello. Perche' alla fine, per ognuno di noi, e' tutto li': stessa storia, stesso posto, stesso bar.
krizia

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/pages/Plakkaggio/112481015380
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCQTGFptD_NGJrweWc6oR2Ow
Vimeo: http://vimeo.com/user650557
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Etichetta Hellnation Record Store
Facebook: http://www.facebook.com/pages/HELLNATION-Store/143426122415136
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.