Immagini

Prossimi Concerti

Do It Your Shop

Tanto Di Cappello Records

Hardcorella Duemila

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Zeit - [2015] The World Is Nothing
Zeit - [2015] The World Is Nothing Stampa
Recensioni
Scritto da :V:   
Lunedì 28 Marzo 2016 09:00
Zeit - [2015] The World Is Nothing
Zeit - [2015] The World Is Nothing
01 - World And Distances
02 - Weaving
03 - Distance And Difference
04 - Disguised
05 - Chasing The Void
06 - Tautologies
07 - Lack Of Parts
08 - No Conception
09 - The Walls Of The World
10 - Past Meanings

The World Is Nothing.
Datato 2 Novembre 2015 l'ottimo debutto sulla lunga distanza per i veneziani Zeit; qui al secondo episodio discografico, il quale segue un demo di 2 tracce uscito a Maggio 2014 e su queste virtuali pagine recensito.
L'album e' composto da 10 brani, tutti egregiamente urlati in inglese supportati da testi che meritano senz'altro un'attenta lettura.
Il disco vede la luce su doppio supporto fisico (vinile 12" e Cd) grazie alla co-produzione delle etichette: 5feetUnder Records, Assurd Records, Cave Canem D.i.y., Dingleberry Records, Dischi Bervisti, Icore Produzioni, Indelirium Records, Martire Records; mentre il minimale ma efficace artwork viene affidato alle cure di SoloMacello. La produzione a cura di Luca "Peo" Spigato presso l'Hate Studio (Vicenza) riesce a donare alle dieci schegge il giusto suono, oscuro e sapientemente dosato; lanciando all'ascoltatore altrettanti buoni motivi per ascoltare ed apprezzare appieno il lavoro della band, tutto.
Sebbene rispetto al demo d'esordio, sia palese il cambiamento in favore di un approccio compositivo (specie chitarristico) piu' meditato e volto a tessere abilmente veloci ed affilate trame melodiche senza indugiare nell'assestare repentinamente potenti bordate ritmiche e riff di chiara ispirazione hardcore metal; gli Zeit riescono a confermare con poche riserve quanto di buono fatto ascoltare in precedenza, l'attitudine e l'aggressivita' non mancano e sono il vero cardine sul quale poggiano le composizioni; le quali seppur non brillino per l'originalita' (difficile non sentire gli echi degli ultimi 2 album targati Converge...) ci consegnano un primo full lenght gestito al meglio sotto la maggior parte degli aspetti.
Sicuramente un cantato in italiano avrebbe reso l'opera riconoscibile dal primo ascolto ed alzato il tasso di personalita'; unico vero neo per una progetto dall'ottimo potenziale e di notevole qualita'; ma che rischia, purtroppo, di essere leggermente offuscato dall'omologazione che oramai dilaga da anni in ambito hardcore metal (ed in ogni cultura o che dir si voglia underground...).
Massimo supporto.
Il Metal e' Morto.
Viva Il Metal!
Alla Prossima.
:V:

.ASCOLTA IL CD.

.CONTATTI.
Facebook: http://www.facebook.com/Zeithc
Bandcamp: http://www.zeithc.bandcamp.com
YouTube: https://www.youtube.com/user/zeitgeisthc
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.