Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni Dirt - [2015] Dictaterritories
Dirt - [2015] Dictaterritories Stampa
Recensioni
Scritto da Nene   
Lunedì 17 Aprile 2017 10:00
Dirt - [2015] Dictaterritories
Dirt - [2015] Dictaterritories
01 - Holy Violence
02 - Chronic Sodomy
03 - Scum Wave
04 - Lubitz (Airlines)
05 - Tötåēlen Dumb

Dirt nascono poco prima della meta' del 2015 a Padova.
Band di base grind con influenze crust, noise e doom.
Membri attuali del gruppo sono: Enrico/voice - Andrea/ chitarra - Marco/basso - Manuel/batteria.
Vado su bandcamp e mentre sto scrivendo schiaccio il tasto play di questo Ep di 5 tracce della durata brevissima, a parte una canzone la seconda di 3 minuti le altre si attestano sul minuto o due, per un totale di circa 9 minuti o poco piu'.
Ep superveloce dunque. La prima traccia dopo un intro brevissima di chitarra tagliente parte in maniera decisamente veloce con una sfuriata grind/crust con tanto di voce urlata e lamentata graffiante per poi terminare subito dopo...1 minuto al fulmicotone insomma! Seconda song molto piu' riflessiva con ritmo lento inizialmente con la solita voce graffiante e cupa, per poi accellerare leggermente verso la fine. Notiamo per tutta la durata della song (3 minuti) in cui aleggia un atmosfera cupa e doom con la chitarra a farla da padrone.
Interessante e particolare soprattutto per il genere proprosto che tutte le tracce sian cantate in inglese.
Altro discorso per la 3 song del lotto quasi in stile hardcore grind con parti piu' puramente punk voce compresa e parti velocissime come si nota negli ultimi secondi. Non si discosta di molto la prossima canzone, sempre con piu' o meno la stessa struttura rallentamenti doom e sfuriate crust in cui la voce non da mai nulla in piu' per rendere interessante e varia la traccia.
Si conclude con l'ultimo pezzo che parte con un semi blast-beat cattivissimo e senza fronzoli, con voce grutturale per poi rallentare un pochino per farti prendere fiato e poi ripartire super veloce e incazzata.
In definitiva un album che finisce molto rapidamente senza alcun intermezzo per spezzare l'atmosfera, senza una traccia diversa strutturalmente o che spicca rispetto alle altre e ti fa venire voglia di riascoltarla.
Comunque un discreto Ep ma che data la poca esperienza dei nostri di padova han bisogno di qualche anno per affinare l'intesa che sicuramente arrivera', aspettiamo la prossima uscita per tirare le somme.
Nene

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/dirtnoisegrind
Bandcamp: https://dirtnoisegrind.bandcamp.com/
YouTube: https://www.youtube.com/c/DirtBand
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna