Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni No More Lies - [2016] Fuori Dal Coro
No More Lies - [2016] Fuori Dal Coro Stampa
Recensioni
Scritto da Sfascia Chitarre   
Lunedì 08 Maggio 2017 10:00
No More Lies - [2016] Fuori Dal Coro
No More Lies - [2016] Fuori Dal Coro
01 - Infame
02 - Fuori Dal Coro
03 - Riflesso
04 - Odiati E Fieri
05 - Condannato A Vita
06 - Odio
07 - Notte Nera
08 - Vendetta
09 - ...Non Dire Mai!
10 - Non Finira' Mai
11 - E' Il Momento

Titolo piu' appropriato non poteva esserci per questo secondo full lenght dei No More Lies, band romana nata nel 2015 dall'unione di volti noti della scena hardcore capitolina.
Fuori Dal Coro rappresenta, infatti, appieno il sound e le scelte musicali dei No More Lies. La proposta musicale della band, che presenta adesso una formazione a cinque elementi, (Fabrizio "Il Marinaio" - voce, Luciano Gux - chitarra, Matteo - chitarra, Arch Stanton - basso e Alessandro "Nob" - batteria) si differenzia dai soliti stilemi del punk hardcore e dimostra allo stesso tempo un forte legame con la cosiddetta vecchia scuola. I No More Lies si esprimono attraverso un hardcore violento e d'impatto, venato da influenze metal nella musica e da testi cantati in italiano che riflettono l'attitudine di strada della band, un'attitudine vera e autentica, sempre ben salda all'interno del mondo in cui viviamo, attaccata alla realta' delle cose.
Il punk hardcore che incontra l'oi! e le sue tipiche tematiche, coniugate in un'identita' musicale che mostra comunque originalita' e una buona dose di personalita'. C'e' un po' tutto questo in Fuori Dal Coro, disco composto da ben undici pezzi, registrati dalla band nell'estate del 2016.
Undici tracce in cui il tupa tupa piu' incalzante ed efferato del punk hardcore si fonde con parti piu' cadenzate e scandite dai riff possenti delle chitarre e dal suono granitico della sezione ritmica. Gia' dalla prima traccia, "Infame", si capisce come il sound e il messaggio stesso della band sia diretto, senza compromessi e senza fronzoli inutili. Sul muro sonoro creato dal drumming violentissimo e allo stesso tempo molto preciso di Alessandro "Nob", si erge la voce de "Il Marinaio" (che moltissimi se lo ricorderanno nei Payback), un urlato aggressivo, pieno di rabbia e dal timbro molto particolare. Le mazzate proseguono con la title track, un pezzo reso molto coinvolgente dalla potenza dei cori e da riff di chitarra semplici ma molto azzeccati e violenti. L'attitudine e l'essenza stessa della band emerge poi con forza in brani come "Odiati E Fieri", dal testo emblematico: "Uno stile che non muore // Dalle rovine sale il rumore // Nuovi guerrieri con gli scarponi // Duri e violenti // Pronti all'azione // RIBELLI DI STRADA // OGGI COME IERI ODIATI E FIERI! // Con il cuore gonfio di odio // Una rivolta mai sconfitta // Ribelli per la vita // Per uno stile che non e' morto".
Altra vetta massima del disco si ha con la successiva "Condannato A Vita", canzone tra le piu' potenti e coinvolgenti dell'intero full lenght. Una scheggia hardcore che arriva dritta al punto e che prende molto l'ascoltatore grazie all'incisivita' dei cori e del ritornello. Su Youtube e' presente anche il video di questo brano. Le sfumature metal e di scuola hardcore americana risuonano in particolare in pezzi come "Notte Nera" e "Vendetta" che presentano riff e ritmi piu' cadenzati, ma molto intensi e ben strutturati. Il brano "...Non Dire Mai!" rivela invece il lato sarcastico e in un certo senso ironico della band sul fatto di essere diversi da molti altri gruppi della scena romana e anche per questo risultare in un certo senso poco considerati. Basso penetrante, ritmo ossessivo e avvolgente e batteria che come sempre pesta duro e con veemenza. Ottimo come sempre il lavoro delle chitarre che a volte non disdegnano incursioni e inserti leggermente piu' melodici che bene si sposano con la violenza sonora delle canzoni dei No More Lies. Proprio un bel riff monolitico di chitarra apre l'ultimo brano, "E' Il Momento", undicesimo pezzo del disco. Ennesima sfuriata punk hardcore da poco piu' di due minuti in cui la band invita a non indugiare, a non abbattersi ma provare a cambiare lo stato presente di cose attraverso l'azione, attraverso la lotta, unica forma di riscatto. "Io non voglio piu' ascoltare // Io non voglio piu' aspettare // Tutto questo deve cambiare // Ora e' tempo di agire // RIVOLTA // E' il momento di lottare // E' il tempo di agire // E' il momento di lottare // E' il tempo di reagire // E' il momento!".
Si chiude qui Fuori Dal Coro, secondo disco della band che aveva gia' realizzato un primo album, Nessun Rimorso, pubblicato l'anno precedente. Rispetto al disco d'esordio questo secondo lavoro in studio dei No More Lies presenta a mio modo di vedere degli ottimi passi in avanti soprattutto a livello d'impatto sonoro e di maturita' compositiva. Rispetto al precedente Nessun Rimorso, (che aveva i suoi episodi migliori in pezzi come la title track, "Ancora Vivo", ) questo nuovo capitolo dei No More Lies presenta maggior compattezza e allo stesso tempo pezzi ancor piu' violenti e veloci, meno breakdown e un eccellente lavoro compositivo, le chitarre di Luciano e Marco sfornano riff ancora piu' affilati ed energici. Anche la registrazione e i mixaggi sono davvero ottimi, la voce si amalgama benissimo con il tappeto sonoro messo su da chitarre e sezione ritmica, i cori in pieno stile punk hc/oi!, come gia' detto, danno quella marcia in piu' ai pezzi e li rendono ancora piu' coinvolgenti e incisivi.
In definitiva questo secondo lavoro in studio dei No More Lies risulta davvero di ottima fattura ed esprime la carica e la forza che la band mette ad ogni live, ad ogni concerto. Non a caso in questi due anni il gruppo romano ha calcato diversi palchi in giro per l'Italia suonando insieme a nomi grossi del punk hardcore internazionale come Gorilla Biscuits, Agnostic Front, Sick Of It All, The Oppressed e tanti altri. In Fuori Dal Coro ci sono molte influenze di questi gruppi, c'e' anche lo street punk e l'oi! italiano, c'è il crossover thrash dei gruppi americani, ci sono sonorita' moderne e old school insieme. Ma soprattutto c'e' la rabbia, c'e' l'odio (per citare un altro pezzo del disco), c'e' la voglia di non piangersi addosso e di lottare, di provare a fare realmente qualcosa, "sempre a testa alta".
Sfascia Chitarre

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/NoMoreLiesSpqrHc
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC0mh2MvixqrHA8ekdcps8fg
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna