Immagini

Prossimi Concerti

Tanto Di Cappello Records

Vegan Riot

VegFacile - Go Vegan!

Animal Liberation Front
Home Articoli Recensioni La Rata Mutante - [2016] La Rata Mutante
La Rata Mutante - [2016] La Rata Mutante Stampa
Recensioni
Scritto da Nene   
Mercoledì 07 Giugno 2017 09:00
La Rata Mutante - [2016] La Rata Mutante
La Rata Mutante - [2016] La Rata Mutante
01 - Traccia 01
02 - Traccia 02
03 - Traccia 03
04 - Traccia 04
05 - Traccia 05
06 - Traccia 06
07 - Traccia 07
08 - Traccia 08
09 - Traccia 09

La Rata Mutante punk-hc dalla lombardia sono Edo - basso e voce, Il Gale - chitarra e voce e Robbie - batteria.
Ci propongono un punk-hc in chiave ultramoderna a partire sin dalla cover, in cui si vede un ratto in uno sfondo verde fluo con l'utilizzo di una computer grafica.
Scelta questa che si ripercuote anche sul loro suono, che con una produzione troppo ottimale, si e' lavorato fino ad estremizzare gli strumenti in modo non troppo consoni per il genere risultando un po' perfettina soprattutto per quanto riguarda il basso e le chitarre che si sentono fn troppo bene e distinti...mentre invece con un po' di sane sonorita' di grezzo e ruvido hardcore si sarebbe avuto un esito ancora migliore per quanto riguarda l'impatto sonoro.
Questo e' l'unico aspetto negativo perche' per il resto le qualita' dei nostri 3 ci sono tutte.
A cominciare dai testi, tutti in italiano, che senza complicarsi troppo la vita trattano temi mai banali (a parte una traccia ironica dedicata ai leghisti) con una facilita' di uso dei termini davvero particolare e dicendo le cose in maniera non convenzionale.
"Giunge tetro intanto il vento // forzandomi nella macabra danza // fra i cenciosi spettri del nulla // che con lugubri carezze // lancinanti, si nutrono dei vivi // stillando veleno sulle lor labbra".
Questo un pezzetto della track 9, che a mio parere e' anche la migliore di questi 20 minuti scarsi di album omonimo, che vi fa capire come con termini forbiti al limite del poetico ci colpiscono, dimostrandoci che ci sanno davvero fare e distaccandosi dalla marea di gruppi medi che propongono questo genere. I testi di tutte le canzoni si attestano su questi standard qualitativi.
Ci sanno fare anche per quanto riguarda la stesura delle canzoni e composizione. Troviamo infatti davvero una bella amalgama di fondo nel susseguirsi dei vari brani, spaziando da accellerazioni, rallentamenti ed intermezzi divertenti; ogni traccia poi e' diversa dalle altre per quanto riguarda sezione ritmica e voce. Infatti l'altra cosa interessante sono le variazioni e l'alternanza della doppia voce che tra parti pulite, urlate ed ironiche non ci fanno mai annoiare.
Davvero niente male per questo disco omonimo d'esordio (datato Aprile 2016) dei La Rata Mutante...la tecnica, i testi, l'uso degli strumenti sono dalla loro parte e come primo album la prova e'è davvero superata! "Morte, abile seduttrice, hai una rivale".
Nene

.SCARICA IL CD.

.CONTATTI.
Facebook: https://www.facebook.com/La-Rata-Mutante-1669032216684441/
Bandcamp: https://laratamutante.bandcamp.com/
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

.CONDIVIDI.